Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Attentato al businessman bulgaro Pavlov: analogie con l'omicidio di Djindjic?

14.03.2003 - Sofia

Esattamente cinque giorni prima dell'uccisione di Djindjic, nei Balcani c'era stato un altro omicidio eccellente. A Sofia, in Bulgaria, è stato infatti ucciso Ilija Pavlov, l'uomo più ricco del paese e proprietario della MG (Multigroup) Corporation, una delle maggiori holding dei Balcani, con ramificazioni anche in Macedonia e Croazia. Pavlov aveva accumulato le sue enormi ricchezze nei primi anni della cosiddetta transizione, riciclando denaro proveniente da attività illegali e stabilendo un vero e proprio monopolio del gas, in collusione con vari governi succedutisi a Sofia e con il sostegno del gigante energetico russo Gazprom. Si trattava insomma di uno degli uomini più potenti della Bulgaria, un uomo dal peso politico oltre che economico, che aveva dato un sostegno esplicito alla candidatura dell'attuale premier Simeon Sakskoburggotski, sostegno che era stato accettato di buon grado da quest'ultimo.

Oggi il capo della polizia bulgara, gen. Bojko Borisov, ha improvvisamente annunciato che i suoi uomini stanno verificando la possibile esistenza di una "pista serba" nell'omicidio di Pavlov. "Le ipotesi sono oramai molte", ha detto Borisov, il quale ha aggiunto che sono state rilevate analogie tra il modo in cui è stato ucciso il capo della MG Corporation e l'assassinio del premier serbo Djindjic. "Sono stati uccisi in modo identico, con un fucile automatico, Pavlov con un colpo al cuore, Djindjic allo stomaco e a una spalla. E' il modo di uccidere dei killer serbi. Sparano al cuore, mentre i russi sparano solo alla testa", ha detto Borisov. Immediatamente dopo l'uccisione di Djindjic, la Bulgaria era stata l'unico paese al quale il ministero degli interni serbo aveva chiesto ufficialmente di collaborare nelle indagini. Ieri inoltre è stato comunicato che il Ministero degli Interni serbo ha chiesto alle autorità bulgare, attraverso l'Interpol, di reperire informazioni su circa 300 persone di età compresa tra i 20 e i 30 anni che sono entrate in Bulgaria nel pomeriggio di mercoledì, subito dopo l'uccisione di Djindjic.


Autore: Andrea Ferrario - Notizie Est
Fonte: Sega



Links


Commenta questa notizia



Notizie

19.03.2003Brevettato in Bulgaria un sistema per i pagamenti mediante SMS
18.03.2003Bulgaria-Iraq: “non concordo ma non protesto”
14.03.2003Bulgaria: le reazioni all’assassinio di Djindjic
14.03.2003Attentato al businessman bulgaro Pavlov: analogie con l'omicidio di Djindjic?
12.03.2003FMI: le elezioni possono indebolire le riforme
12.03.2003La manodopera bulgara è la meno costosa d'Europa
12.03.2003Dimezzati nel 2002 gli investimenti stranieri in Bulgaria



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)