Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
A Est calano gli ostacoli per il business straniero

27.11.2002 - Francoforte

É diventato meno difficile per le imprese lavorare in Europa dell'Est e nell'ex Unione Sovietica. Sono migliorate le condizioni operative, mentre é in calo la corruzione. L'ultimo Transition Report della Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo (Bers), pubblicato nel fine settimana a Londra e presentato ieri anche a Francoforte nella sede della Banca centrale europea (Bce), dedica ampio spazio ai risultati di un sondaggio condotto tra i manager di 6mila società attive nell'area. Lo studio aggiorna una ricerca condotta nel 1999 con la Banca mondiale.

La Bers ha utilizzato sette parametri di governance economica per dare una valutazione del clima in cui operano le imprese nei 26 Paesi in transizione: gestione macroeconomica, fisco, diritto societario, corruzione, sistema giudiziario, sistema finanziario, infrastrutture. "Rispetto al 1999 - si legge nel rapporto - si registra un miglioramento complessivo, con i progressi maggiori in Europa Sud-orientale". La situazione resta soddisfacente in quattro Paesi dell'Europa Centro-orientale (Ungheria, Repubblica Ceca, Slovenia ed Estonia), sia pure con margini di miglioramento inferiori a quelli dei Balcani e dell'ex Urss.

I passi avanti non cancellano però alcuni problemi. I fattori critici restano due, l'accesso alle risorse finanziarie e il sistema di tassazione: "Sembrano problemi tipici di economie in transizione - ha detto Martin Raiser, direttore per l'analisi-Paese alla Bers di Londra, presentando il rapporto - ma sono convinto che un simile sondaggio in Germania darebbe gli stessi risultati sull'elevata pressione fiscale e le difficoltà di accesso al credito".

Il calo della corruzione rappresenta un elemento particolarmente confortante, secondo il rapporto, poiché essa può rappresentare un costo non indifferente. L'ultimo sondaggio rivela che le tangenti più elevate si versano in Europa Sud-orientale e nella Comunità degli Stati indipendenti. In Paesi come Albania, Azerbaijan, Georgia, Kazakhstan, Moldova, Ucraina e Romania si paga una media del 2% del fatturato, mentre in nessun Paese dell'Europa centro-orientale la tangente supera la soglia del 2 per cento. Nella maggior parte delle economie in transizione questa percentuale é calata rispetto al rilevamento del '99. Ancora lunghi invece, per gli standard occidentali, i tempi di recupero dei pagamenti scaduti, che superano i tre mesi perfino in Polonia, Slovenia e Ungheria, candidati all'allargamento nel 2004.

Il rapporto é ottimista sulle prospettive di crescita dell'area. Nei nove Paesi dell'Europa centro-orientale, il Pil dovrebbe registrare l'anno prossimo un aumento ponderato del 3,7 per cento: "Paragonate alle previsioni formulate dall'Ocse per la crescita nella zona euro, che dovrebbe essere dello 0,8% quest'anno e dell'1,8% il prossimo - ha detto il capo economista della Bers Willem Buiter - queste cifre mostrano una dinamica molto positiva". Cresceranno infine, in controtendenza rispetto ad altre aree emergenti, gli investimenti diretti stranieri, che quest'anno dovrebbero superare i 30 miliardi di dollari.

La tassa della corruzione

Paese

Percentuale di societÓ 
che spesso pagano tangenti

Media delle tangenti
in % del fatturato

1999

2002

1999

2002

Bulgaria

23,0

32,8

1,3

1,9

Croazia

17,7

12,9

0,6

0,6

Rep. Ceca

26,0

13,3

1,7

0,9

Ungheria

32,3

22,6

0,9

1,0

Polonia

33,2

18,6

0,7

1,2

Romania

50,9

36,7

1,7

2,6

Russia

30,6

38,7

1,7

1,4

Slovacchia

33,6

36,0

1,3

1,4

Slovenia

7,7

7,1

1,4

0,8

Ucraina

39,1

34,9

3,1

2,2

Fonte: Business Environment and Enterprise Performance Survey, 2002


Autore: Attilio Geroni
Fonte: Il Sole 24 Ore


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

27.11.2002I record di Bush
27.11.2002Bulgaria: voto di sfiducia sul nucleare
27.11.2002Bulgaria: ferrovieri scioperano per salari e rimborsi
27.11.2002A Est calano gli ostacoli per il business straniero
26.11.2002Privatizzazione della Cassa di Risparmio bulgara (Dsk)
26.11.2002Media in Bulgaria: solo audience e sensazionalismo?
24.11.2002Resoconto dell'iniziativa ad Abbiategrasso (MI)



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)