Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
La Bossi-Fini è Legge dello Stato

11.07.2002 - Roma

Con 146 voti favorevoli, 89 contrari e tre astenuti, il Senato ha approvato definitivamente la contestata legge Bossi-Fini sull'immigrazione. Impronte digitali per gli immigrati che chiedono il permesso di soggiorno o il rinnovo; permesso di soggiorno della durata di due anni legato al contratto di lavoro; regolarizzazione per colf e badanti; più poteri alle navi della Marina Militare per bloccare le carrette che trasportano i clandestini; sconti di pena per gli scafisti pentiti; ricongiungimenti familiari. Queste alcune delle novità contenute nella nuova normativa.

Rimane il problema del provvedimento sulla regolarizzazione del lavoro in nero degli immigrati nelle aziende. Berlusconi ha promesso che la regolamentazione arriverà prima delle ferie.

Per tutta la giornata si sono rincorse le reazioni e i commenti alla nuova legge, vediamo le posizioni principali.

I più soddisfatti sono i leghisti che considerano la Bossi-Fini il più grande successo di questo governo. "Una legge seria per un problema grave - ha commentato il segretario del Carroccio Umberto Bossi - Chi voleva scardinare la nostra società attraverso l'immigrazione clandestina di massa adesso troverà difficoltà".

"E' un provvedimento di buon senso - ha ribadito Dario Galli, vice presidente alla Camera del Carroccio -, né razzista, né xenofobo. Ora l'Italia è un Paese un poco più serio agli occhi del resto dell'Europa".

Sulla stessa scia anche l'ex ministro Giancarlo Pagliarini che assicura: "gli italiani dovrebbero essere contenti, è un provvedimento con grandi aperture sociali. L'immigrato che arriva in Italia ha non solo il contratto di lavoro, ma anche la garanzia dell'abitazione".

E se di vittoria si parla anche tra i seggi di Forza Italia ed An, con un raggiante Gasparri che parla di "grande successo per tutto l'esecutivo", qualche mugugno arriva dai centristi della coalizione che rivendicano la loro funzione.

"Altro che Bossi-Fini, ha sottolineato il capogruppo al senato dell'Udc Francesco D'Onofrio, il nostro è stato un contributo essenziale per trasformare questa legge in una buona normativa per l'accoglienza". E Luca Volonté, presidente del gruppo Udc alla Camera: "L'approvazione della legge è un successo della maggioranza, ora aspettiamo che vengano ripettati gli impegni del governo". Per Volonté è fondamentale che contestualmente all'entrata in vigore della Bossi-Fini sia emanata la regolarizzazione dei lavoratori extracomunitari clandestini e l'estensione a tutti delle impronte digitali".

All'opposizione intanto si preparano a ricominciare la battaglia appena perduta in Parlamento. La legge è considerata non solo "feroce e sbagliata, incapace di dare sicurezza agli italiani", come la definiscisce il diessino Massimo Brutti, ma anche "ipocrita". E Gavino Angius dice: "Razzista, sbagliata, inaccettabile, cinica e intollerante".

"Qual è la linea della maggioranza? - si chiede la senatrice diellina Patrizia Toia - Quella sprezzante poco rispettosa dei diritti delle persone che trova espressione nella Bossi-Fini, o quella vergognosamente furba dell'ordine del giorno con cui il governo attua una mega sanatoria per i lavoratori non in regola? Un interrogativo ripreso anche da Livia Turco, responsabile del welfare per i Ds. "Con la Bossi-Fini si torna alla vecchia politica basata sull'aumento della clandestinità seguita dalle successive sanatorie".

Critiche al governo arrivano anche dal segretario di Rifondazione Fausto Bertinotti per il quale la Bossi-Fini "è l'altra faccia della medaglia dell'articolo 18. Dopo l'attacco ai lavoratori è arrivato l'attacco al diritto di cittadinanza degli immigrati. Il risultato è lo stesso:
impedire ai soggetti sociali di far valere le loro ragioni. Agli immigrati viene tolto il diritto di cittadinanza, ai lavoratori il diritto derivante dall' articolo 18. Ora manca solo la legge sulla fecondazione assistita, e vedrete che ci arriveranno, e alla fine il quadro sarà chiaro".


Fonte: La Repubblica



Links


Commenta questa notizia



Notizie

11.07.2002Legge Bossi-Fini: l'opinione di Elena Shahanova
11.07.2002Legge Bossi-Fini: l'opinione di Daniela Di Sora
11.07.2002Legge Bossi-Fini: l'opinione di Aldo Ferretti
11.07.2002La Bossi-Fini è Legge dello Stato
11.07.2002Nuove richieste di connessione alla rete Elettrica dell’Europa
10.07.2002Bulgari: all'origine del pregiudizio
07.07.2002Mar Nero



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)