Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
  
Due "rinascite" nel campo degli affari sospetti

14.06.2002 - Sofia

Il settimanale "Kapital" dedica ampio spazio al viaggio a Skopje dei principali rappresentanti del club di affaristi bulgari "Rinascita" ("Vazkresenie"), recatisi in visita presso i loro colleghi macedoni del club... "Rinascita" ("Voskresenie")! Il club bulgaro, che recentemente si é trasformato, grazie all'ex zar Simeon, in una sorta di gruppo di consulenza presso il governo di Sofia, sta cercando di ampliare i propri orizzonti alla più ampia area balcanica. I rapporti inizialmente idilliaci con l'esecutivo dell'ex zar si sono infatti corrosi con il tempo, in particolare per l'esclusione da grandi opere, come il futuro oleodotto Burgas-Aleksandroupolis, o da importanti privatizzazioni, come quella della banca Biohim. Del club "Rinascita" bulgaro fanno parte personaggi come Ilia Pavlov, capo della Multigroup, holding finanziaria creata con fondi provenienti da attività illecite, o come il banchiere Emil Kiulev, legato alla mafia russa, o ancora come Petjo Blaskov, proprietario del controverso quotidiano "Monitor". é recentemente entrato a fare parte del club anche Petar Mandzukov, il maggiore commerciante d'armi della Bulgaria, che già operava nel settore ai tempi del regime comunista.

Secondo quanto scrive "Kapital", gli imprenditori del club "Rinascita" bulgaro puntano ora a rifarsi sulla scena balcanica, grazie in particolare ai buoni contatti del segretario del club, Stojan Dencev, con il Patto di Stabilità. Attraverso quest'ultimo, gli imprenditori del club puntano a ottenere accesso ai grandi progetti infrastrutturali, come quelli relativi al Corridoio n. 8 (Burgas-Valona). Da qui la recente trasferta a Skopje, paese centrale del corridoio, per cercare un'alleanza con gli omonimi macedoni. "Kapital" fornisce anche un breve elenco dei principali esponenti del club "Rinascita" macedone. Il presidente é Mihail Trendafilov, proprietario di una ditta di costruzioni e engineering. Tra gli altri imprenditori vi é Kiril Janev, proprietario di un'azienda tessile privatizzata illegalmente, sindaco di Strumica, esponente estremista della VMRO-DPMNE (è membro di una dozzina di consigli di amministrazione controllati da tale partito), amico intimo della famiglia del premier Georgievski. Un altro membro é Zore Temelkovski, imprenditore, ex deputato della SDSM di Crvenkovski, dalla quale ora avrebbe preso le distanze, e sospettato di legami con la mafia macedone e balcanica (ha da lungo tempo rapporti d'affari con la Multigroup di Ilia Pavlov). Jorgo Kuka, da parte sua, é legato ai circoli d'affari della SDSM, mentre Kiro Pendev é direttore della Balkanska Banka, controllata dalla bulgara Multigroup. Il segretario del club, Irena Kocareva, é moglie di un dirigente del Ministero degli Interni e nuora di uno dei più noti avvocati di Skopje, specializzato nella difesa di mafiosi. Come commenta "Kapital", nei progetti regionali c'è spazio per tutti: banchieri, boss del gioco d'azzardo, costruttori e commercianti di metalli, assicuratori e commercianti d'armi...


Autore: Andrea Ferrario
Fonte: Notizie Est - Balcani




Commenta questa notizia



Notizie

14.06.2002Marconi Mobile: 50 mln per comunicazioni esercito bulgaro
14.06.2002Fiera del settore vinicolo Bulvinis a Sofia
14.06.2002╚ cominciata la battaglia per i corridoi petroliferi
14.06.2002Due "rinascite" nel campo degli affari sospetti
14.06.2002Acciaio: E. Marcegaglia, pronti ad acquisizione in Bulgaria
12.06.2002Bologna incorona Simeone Accademico della Scienza
11.06.2002Amga in Bulgaria con gas, acqua e luce



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)