Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
C'era una volta in Bulgaria...

29.03.2002

tanta gente che, ai tempi in cui il Partito Komunista Bulgaro (PKB, in bulgaro, al contrario, BKP) con piena fiducia guidava il Paese verso gli orizzonti splendidi del comunismo, si divertiva a raccontare le barzellette (sketch in altre parole). Barzellette che trattavano di tutto, ma le più interessanti erano le cosiddette barzellette „antigovernative“, o quelle che, in un modo o nell'altro, riguardavano Todor Zhivkov (se qualcuno non lo sapesse, T.Zh. era il leader del Partito Comunista Bulgaro e il Presidente del Consiglio di Stato). Poi c'erano anche quelle sul poliziotto e su Ivancho i Mariika e anche tanti altri personaggi. Era veramente un patrimonio popolare. Nessuno conosceva l'autore o gli autori delle barzellette, ma ognuno cercava di memorizzarne il più possibile per raccontarle poi agli amici, davanti a una birra o a una rakìa, con meze e tante sigarette. Erano giornate e nottate leggendarie e chi raccontava bene le barzellette era certamente al centro dell'attenzione del gruppo e tutti lo ammiravano, qualcuno forse lo invidiava pure. Mi sembrava che in fondo alle barzellette c'era anche tanta verità, di quella presa dalla vita, che esprimeva l'opinione del popolo sui problemi di tutti i giorni nella spensierata realtà socialista di allora.

Con il tempo le barzellette cambiavano, insieme alla gente che le raccontava o ascoltava. Non è passato molto tempo da quando in Bulgaria è arrivata la transizione verso un mercato libero. E con questi cambiamenti, c'è una cosa su questo libero mercato bulgaro che sta scomparendo: le autentiche barzellette bulgare. Quando sono in Bulgaria, trovo sempre più raramente amici che hanno voglia di raccontarne qualcuna. Forse, senza una base sicura, non c'è più la „superficie“ adatta a produrre e riprodurre i milioni di barzellette bulgare. Guarda caso proprio in questi giorni me ne è arrivata una virtuale, che è stata creata in Europa occidentale, più precisamente nell'Unione Europea, compresa la Svizzera, senza San Marino, Andorra e il Liechtenstein, e per puro caso questa barzelletta riguarda anche i Bulgari (e non solo). Cosa ci fanno lì, si può chiedere qualcuno. Niente. Legittimamente sono parte integrante dell'Europa, ma non quella in bianco e nero (in bulgaro è di nuovo al contrario), ma quella in carne e ossa. L'impressione che ho è che i Bulgari cerchino sempre di nascondersi o di fuggire. Ma si può intanto fuggire da se stessi? Spero che questa barzelletta potrà portare qualche minuto di serenità e riposo ai tanti bulgari che hanno dimenticato, o mai conosciuto, l’era della vera barzelletta bulgara!

„Su una meravigliosa isola deserta, perduta in mezzo all'oceano Pacifico, ci sono:
due italiani e un'italiana;
due francesi e una francese;
due tedeschi e una tedesca;
due greci e una greca;
due inglesi e un'inglese;
due bulgari e una bulgara;
due svedesi e una svedese;
due irlandesi e un'irlandese;
due russi e una russa;

Dopo un mese, su questa meravigliosa isola deserta, succede che:

a) uno dei due italiani fa assassinare l'altro italiano per avere l'italiana;
b) i due francesi e la francese formano un bel triangolo amoroso;
c) i due tedeschi si dividono la tedesca, rispettando scrupolosamente il loro turno settimanale;
d) i due greci vanno a letto insieme, mentre la greca cucina e fa le pulizie;
e) i due inglesi aspettano disperatamente che qualcuno abbia la gentilezza di presentare loro l'inglesina;
f) i due bulgari, dopo aver dato un'occhiata alla bulgara e osservato attentamente l'orizzonte, decidono alla fine di tentare la loro fortuna altrove a nuoto...
g) i due svedesi disquisiscono ancora sulle virtù del suicidio, mentre la svedese esagera con la tintarella, per mettere in risalto il suo corpo e il suo femminismo, ripetendo continuamente che, almeno sull'isola, non nevica e non ci sono tasse;
h) gli irlandesi, dopo aver diviso l'isola in due parti, nord e sud, decidono di creare una distilleria nel centro. Per loro, la cosa più importante è che gli inglesi non ne bevano neanche una goccia!!!; quanto al sesso, considerato che, dopo qualche litro di whisky e coca, l'isola viene avvolta da una fitta nebbia, il problema non si pone nemmeno;
i) il primo russo ha sposato la russa e ha divorziato subito dopo. È il cliente più affezionato della distilleria irlandese. Il secondo russo si è fatto un po' di soldi, ammazzando uno dei due italiani e vendendo i passaporti dei due bulgari. Con il denaro, ha acquistato il 33,3% delle azioni della distilleria irlandese, ottenuto una licenza di vendita esclusiva agli inglesi e assunto un greco come venditore. Ha inoltre ingaggiato i due tedeschi come guardie del corpo per se stesso e per la sua fidanzata russa, promettendo alla bulgara un lavoro di baby-sitter per il suo primo bambino. Infine, segue regolarmente dei corsi di inglese con la svedese...“

A questo punto mi viene da pensare che non farebbe male leggere qualche barzelletta anche sul sito „Bulgaria-Italia“, per staccare un’po' e alleggerire un po' il dibattito. Così si può compensare la mancanza, per esempio, di un forum in bulgaro (forse i bulgari non ci tengono molto ad usare il foro per risolvere i loro problemi o trovare soluzioni comuni, nonostante che le terre bulgare abbiano fatto parte per secoli dell'Impero Romano). Intanto, c'è sempre tempo per pensare a lungo ed entrare in un'approfondita discussione accademica, ad esempio sul ruolo della Chalga nell'educazione musicale bulgara, oppure sul tema "Quo Vadis Chalga Bulgara"?, o ancora "Cos'è la Chalga e ha un posto in Bulgaria"? (citazione parafrasata da D. B.)... e chi ne ha più ne metta.


Autore: Erik Evtimov, avvocato




Commenta questa notizia

29.03.2002Commento [vessela]
volevo farLe soltanto auguri di Buona Pasqua...
31.03.2002Commento [klaudio]
Il simpatico Avvocato colpisce ancora e stavolta mi fa concorrenza(è la legge del libero mercato!)con la sua divertente storiella insulare.
Gli avevo scritto,quando pubblicò il pezzo sulla Cattedrale di Tripoli,ma non mi ha risposto,forse per avvalorare la sua tesi che i bulgari cerchino sempre di nascondersi o di fuggire...
01.04.2002Commento [eurodonna]
non male...anzi,considerando che non ho mai tanto tempo per il pc devo dire che ho letto TUTTA la notizia stavolta.:-)Mi e' venuto da pensare che il sorriso sincero e la spensieratezza dei bulgari adesso e' copperto di ironia verso la "sorte".Ma quale sorte?
Salutissimi?
Tania
02.04.2002Commento [grato]
sono un italiano che sà accettare la satira con ironia,non come altri piu' illustri di me, pero' devo dire che non mi riconosco nel punto a), lo sterotipo dell'italiano all'estero si confonde spesso con il siciliano, non e' la stessa cosa, ma una risata e' sempre un piacere nella vita.
08.04.2002Un'altra barzelletta [dian]
COME SONO ORGANIZZATE LE COSE NEL PARADISO:
- gli inghlesi sono poliziotti;
- i francesi sono amanti;
- gli svizzeri sono banchieri;
- gli italiani sono cuochi
e tutto è stato organizzato dai tedeschi.

COME SONO ORGANIZZATE LE COSE NELL'INFERNO:
- gli inghlesi sono cuochi;
- i francesi sono banchieri;
- gli svizzeri sono amanti;
- i tedeschi sono poliziotti
e tutto è stato organizzato dagli italiani.


10.04.2002Commento [klaudio]
Nell'inferno occorrerebbe aggiungere un meccanico arabo...


Notizie

10.04.2002Coppa di Bulgaria: si prospetta derby Levski-Cska
06.04.2002Il premier bulgaro Simeon fonda il suo partito e ne viene eletto leader
05.04.2002Bulgaria: gennaio, cresce import ed export italiano
29.03.2002C'era una volta in Bulgaria...
28.03.2002Bulgaria: ad aprile procedure per privatizzare 10 compagnie
27.03.2002Dopo il veto presidenziale, il Parlamento approva la nuova legge sulla privatizzazione
27.03.2002La NATO nelle terre sovietiche



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)