Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Milano: bulgaro muore carbonizzato nel rottame di un'auto

19.11.2001

È morto nel sonno, bruciato vivo nel rottame d'auto che aveva scelto come riparo notturno. I vigili del fuoco hanno scoperto il suo corpo carbonizzato, sdraiato sul sedile posteriore. La testa era ancora appoggiata al finestrino destro. Il cadavere dell'uomo non ha ancora un nome ma, secondo le testimonianze di due immigrati clandestini bulgari, potrebbe essere un loro connazionale, sui trent'anni. «Con lui dividevamo la macchina di notte, quando tornavamo dalla giornata di lavoro, nei cantieri attorno a Milano» hanno spiegato ai poliziotti che l'altra notte sono arrivati in viale Puglia, convinti di trovarsi davanti il cadavere dell'ennesimo regolamento di conti tra malavitosi e disperati. Al contrario, si sono trovati davanti una nuova storia di emarginazione vissuta dentro la città, in quegli angoli di abbandono, dove anche un'automobile sfasciata può diventare una casa mai trovata, un giaciglio sufficiente a sopravvivere ai rigori dell'inverno.

E come nel caso del clochard, ritrovato tre giorni fa senza vita nel parco di via Francesco Sforza, anche l'immigrato rimane, almeno per ora, senza identità. I suoi compagni di giornata ne ricordano solo il nome «Krum» perché così lo chiamavano durante le ore spese sulle impalcature: lavoratori in nero, forza lavoro fantasma, che ogni giorno viene reclutata in due o tre zone di Milano ed affittata a chi ne ha bisogno.

A telefonare al centralino dei vigili del fuoco è stata una voce anonima: «C'è una macchina che brucia in viale Puglia, all'altezza del civico 24». Accanto è rimasta l'annotazione dell'operatore: ore 0.58.

La squadra di vigili ha impiegato una ventina di minuti a spegnere le fiamme. L'incendio si è sviluppato in un'area già sottosequestro: con il tempo la piazzola era diventata un deposito di auto in demolizione. «Il fuoco ardeva con vigore racconta uno di loro La portiera posteriore era aperta e nonostante l'idrante le fiamme hanno resistito a lungo». L'automobile è una Lancia Dedra, intestata ad un marocchino residente a Napoli. In viale Puglia sostava già da mesi, senza la targa posteriore e le ruote. Quando il fumo è calato, la luce delle torce elettriche ha illuminato la sagoma annerita. Ai poliziotti che stavano iniziando i rilievi, con il sospetto che si trattasse di un delitto, si è presentata la coppia di clandestini bulgari. «Lo conosciamo hanno detto agli agenti È un nostro amico». I due stranieri hanno anche spiegato la probabile causa del rogo: «La sera usavamo una candela per illuminare l'auto e per riscaldarci. La sistemavamo sul cruscotto, prima di addormentarci. Qualche volta abbiamo dormito pure noi in quell'auto». Oltre al nome, i connazionali hanno cercato di fornire qualche indicazione: «Krum, il nostro amico, aveva problemi di alcol. È possibile che sia stato ubriaco, quando si è addormentato». E l'alcol forse gli ha impedito di avvertire che la fiamma della candela aveva aggredito l'interno dell'automobile.

Il magistrato di turno, il sostituto Francesco Greco, ha disposto l'autopsia e l'esame dell'automobile andata a fuoco. «Le perizie osservano i poliziotti della squadra mobile spiegheranno le cause della morte e come si è sviluppato l'incendio. Un omicidio? No, per il momento escludiamo questa ipotesi».

Fino ad oggi sono continuate senza risultato le ricerche per identificare il clochard, ucciso dal freddo la scorsa settimana nei giardini della Guastalla. La cella dell'obitorio rimane priva di nome e cognome. Gli unici elementi rimangono quelli lasciati da un amico di strada: «Era sardo. Raccontava di essere stato sposato con una donna di Milano, la quale gli aveva dato una figlia».


Autore: Pierfrancesco Fedrizzi
Fonte: La Repubblica




Commenta questa notizia



Notizie

22.11.2001Aperti a Sofia i campionati del mondo di lotta libera
21.11.2001Presidenziali 2° turno: risultati definitivi
19.11.2001Teodossij Spassov: “La politica non è una caccia al tesoro”
19.11.2001Milano: bulgaro muore carbonizzato nel rottame di un'auto
19.11.2001Le elezioni bulgare sulla stampa italiana
19.11.2001Il calo dei tassi spinge l’Est
19.11.2001Bulgaria: Italia terzo paese fornitore



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)