Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Adozioni, in calo del 20% i bambini stranieri in Italia

23.08.2001

In diminuzione le adozioni di bambini stranieri: nel 1999 sono state 3123, nel 2000 questo numero si è ridotto a 2552, calando quindi di ben il 20%. Il dato significativo è un'anticipazione del primo rapporto sulle adozioni internazionali messo a punto dall'Aibi (Amici dei bambini) e dal quale si rileva un'inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni quando, al contrario, le adozioni all'estero hanno registrato un trend in crescita costante.

Questo dato è giudicato positivamente dall'Aibi. «È il risultato della fine del mercato del fai da te» dice Marco Griffini, presidente dell'associazione, una dei 56 enti autorizzati alle adozioni internazionali. Lo scorso anno infatti, a novembre, è entrata in vigore la nuova legge che prevede, appunto, per le coppie di aspiranti genitori adottivi il ricorso obbligatorio agli enti autorizzati quale tramite con i paesi stranieri; una procedura che mira ad evitare del tutto eventuali e possibili illeciti all'estero.

Questo aspetto positivo, per Griffini, non risolve però tutti i problemi dell'adozione internazionale. Prima di tutto - sottolinea - rimane ancora in piedi la questione dei decreti «discriminanti», quelli cioè emessi per le coppie dai Tribunali dei minorenni sull'idoneità all'adozione con l'indicazione vincolante del colore della pelle del bambino, dell'età, del sesso, del paese di origine.

Secondo i dati della Commissione per le adozioni internazionali (nel periodo che va da novembre 2000 al 30 giugno 2001), sette bambini su dieci adottati all'estero provengono dall'Europa dell'Est. Complessivamente, in circa 7 mesi e mezzo, sono entrati in Italia 1233 bambini adottati, la maggior parte dei quali (678) maschi. In particolare, 218 sono originari della Federazione russa (17,7%), 207 dell'Ucraina (16,8%), 155 della Romania (12,6%), 128 della Bulgaria (10,4%), 107 della Bielorussia (8,7%). Il maggior numero di coppie aspiranti genitori sono residenti in Lombardia (209), in Veneto (105), in Campania (95), in Toscana (94), in Emilia Romagna (91), nel Lazio (81); in fondo alla classifica la Basilicata (2) e la Valle d'Aosta con nessuna richiesta. Gran parte dei bambini adottati ha un'età compresa fra uno e 4 anni (644), segue la fascia di età 5-9 anni (363), dieci anni in più (127); solo 96 i bambini con meno di un anno.


Fonte: Il Piccolo




Commenta questa notizia

29.08.2001Commento [chuvalka]
Ci sono dei bambini bulgari anche in Sardegna
08.09.2001Commento Griffini [lidia]
Propongo a Griffini di fare in modo che l'adozione venga fatta esclusivamente nei paesi sottosviluppati e dove sia presente una colorazione della pelle " scura".
Non è razzismo questo?
Forse il Sig. Griffini è razzista nei confronti dei bambini dell'Est?
Anche loro hanno diritto ad avere una famiglia.
L'adozione non ha bisogno di politicanti, critici, razzisti, ecc.
Se la campagna di Griffini è intesa a sollecitare l'opinione pubblica verso l'adozione ...
leggi tutto
18.09.2001Commento [padre adottivo]
CHE FINE FARANNO QUEL 20% IN MENO DI BAMBINI CHE POTEVANO AVERE UNA VERA FAMIGLIA E CHE NON SONO STATI ADOTTATI ?

SICURAMENTE CONTINUERANNO A CRESCERE IN UN ORFANOTROFIO !!!

SIAMO PROPRIO BRAVA GENTE NOI ITALIANI !!!!
30.09.2001Commento [futuri genitori adottivi]


RINGRAZIAMO L' AIBI (VERI AMICI DEI BAMBINI E TUTORI DEL LORO INTERESSE !!!) PER AVER FATTO TUTTO IL POSSIBILE PER NON FAR NIENTE !!!
RINGRAZIAMO L' AIPA CHE INVECE CI HA ASSISTITI ED ORA ASPETTIAMO LA NOSTRA BAMBINA.



Notizie

30.08.2001Il 70% dei bulgari dice di essere povero
30.08.2001Altzek
23.08.2001Il Papa a Sofia nel Maggio 2002
23.08.2001Adozioni, in calo del 20% i bambini stranieri in Italia
06.08.2001Un governo "reale"
01.08.2001Parma: spettacolo dei giovani ballerini di Pernik
31.07.2001Simeon Sakskoburggotski sostituisce il modello politico con quello corporativo



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)