Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Tra i dannati del ghetto dei Rom: "Qui speriamo soltanto in lui"

18.06.2001 - Sofia

Sono stati di parola, i Rom. Avevano promesso a Simeone Sassonia Coburgo Gotta che sarebbero andati a votare compatti per lui e lo hanno fatto. «La speranza che piovano bistecche dal cielo», dice Andreij Ivanov, uno dei più acuti politologi di Sofia. Non si spiega altrimenti il record di affluenza alle urne, 90 per cento circa, e il successo personale del Re, fatto registrare ieri nel ghetto più povero della capitale bulgara.

«Tziganski kvartal», il quartiere degli zingari. Un quartiere senza nome, ironicamente ribattezzato "Fakultet", Università, perché la maggior parte di quelli che ci vivono oltre 40 mila persone una vera scuola non l'hanno mai frequentata. Una borgata miserrima. Dove le case sono tuguri dal tetto di lamiera e la strada è una fogna a cielo aperto. Dove non c'è elettricità per sei, sette mesi l'anno e quando piove si allaga tutto. Un posto da evitare, che la maggior parte degli abitanti di Sofia nemmeno sa dove sia.

Parte da qui, da questo nulla di polvere, di muri sbrecciati, di vecchi calessi, di auto arrugginite, di porte sfondate dalle quali sorride la nobile faccia del re che ha promesso il miracolo, la vittoria del partito che non c'è. Il trionfo dell'"Alleanza nazionale per Simeone II" che ha fatto un solo boccone dei partiti tradizionali.

Mezzogiorno. "Fakultet" è un incendio di colori, reso più vivido dalla splendida giornata di sole. Nonostante sia domenica, la gente si è svegliata all'alba. I seggi aprivano infatti alle sei del mattino. E mezzora dopo c'era già la fila. Nel cortile della scuola per bambini subnormali, l'unica che "Fakultet" possa vantare, c'è una gran ressa. Uomini, donne, vecchi e soprattutto bambini. Uno dei seggi è proprio lì in quel basso, cadente edificio dove provano a studiare ragazzini che hanno il solo "handicap" di non essere nati da un'altra parte. Un "handicap" che li segnerà per la vita e che ineluttabilmente li porterà a diventare spazzini, mendicanti o ladri.

Hussin è un attivista del neo partito, "Evroroma", una formazione che si batte contro la discriminazione di cui sono vittime i Rom. È lì a caccia di voti. Una vana speranza. Hussin lo sa bene, ma ci prova lo stesso: «Cerco di far capire che stiamo facendo una sciocchezza votando un signore, che non può rappresentarci. Ma è inutile, la voglia di credere alle favole è più forte di ogni realtà. Ma in fondo io li capisco perché so come si vive qui». Hussin si riferisce all'abbandono in cui "Fakultet" marcisce da sempre, a quella elettricità che viene a singhiozzo, alle fogne che nessun sindaco ha mai nemmeno provato a sistemare, al razzismo, alla disoccupazione che qui tocca punte da brivido: otto adulti su dieci non hanno un lavoro. 

E quelli che ce l'hanno, fanno cose che nessuno vuole più fare: raccogliere rifiuti o seppellire morti. Certo qualcuno ha la macchina e una casa più dignitosa, ma rischia la galera ogni giorno. Una galera che per gli zingari è sempre più dura che per gli altri. Kurier 5 è un giornale di inserzioni. Hussin ne ha sottolineate un paio: «Cercansi operai per cantiere edile. Requisiti: nessuno. Esclusi Rom», «Fabbrica di scarpe cerca personale: uomini e donne. Rom esclusi». «Nemmeno come manovali ci prendono», dice Hussin. «Basta essere un po' più scuri di pelle per essere subito messi alla porta. Dovremmo far sentire la nostra voce, in Bulgaria siamo quasi un milione. E invece ci perdiamo dietro promesse più false di una banconota da tre dollari».


Autore: Renato Caprile
Fonte: La Repubblica


Per approfondire: Speciale Elezioni 2001



Commenta questa notizia

19.06.2001Commento [pietro]
Complimenti Signor Caprile!

Basterebbe sostituire i nomi, ma...il “prodotto” non cambia.

Come non ricordare gli interventi sul Forum dell’inverno scorso, quando sembrava che certe situazioni fossero quasi frutto di fantasia?

Chi sono i “poveri” ? come stanno i Rom?...si vedono mendicanti per le strade?

Ecco, leggendo quest’articolo mi passano davanti agli occhi quelle situazioni viste in altre città...basterebbe chiamar ...
leggi tutto


Notizie

19.06.2001Elezioni bulgare: risultati definitivi del voto
19.06.2001Bulgaria, l’ex re sfiora la maggioranza
19.06.2001A Est soffia il revisionismo monarchico
18.06.2001Tra i dannati del ghetto dei Rom: "Qui speriamo soltanto in lui"
18.06.2001Re Simeone conquista la Bulgaria
18.06.2001Nel futuro del paese un governo di tecnici arrivati da USA e Gran Bretagna
18.06.2001La Bulgaria porta in trionfo Simeone II



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)