Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Privatizzazioni: non ancora raggiunto il 50% degli obiettivi

20.05.1999

É attraverso le privatizzazioni che la Bulgaria sta tentando di darsi una struttura di mercato di stampo occidentale. Il processo é iniziato nel 1993, ma se dal punto di vista numerico le imprese privatizzate sono più della metà, in valore non é stato ancora raggiunto il 50% degli obiettivi, nonostante l'attuale Governo di centro-destra stia cercando di rendere il processo il più spedito possibile. Il problema sono infatti i grandi colossi. La privatizzazione di massa, realizzata attraverso la cessione di voucher a tutti i cittadini bulgari, si é rivelata fallimentare ed é stata abbandonata.

Anche perché spesso non consentiva al potenziale acquirente di avere il 51% necessario per avere un reale potere decisionale.

Le prossime aziende ad essere cedute dovranno essere la Telecom bulgara, le linee aeree, i complessi petrolifero e siderurgico. Sono questi due ultimi a presentare i problemi principali, dovuti alla situzione critica in cui versano, soprattutto dal punto di vista dell'assetto finanziario. Secondo quanto concordato con il Fondo monetario internazionale, inoltre, devono essere privatizzate cinque banche. La Telecom bulgara ha un capitale di 7,23 miliardi di lev. Il 18 marzo scorso hanno fatto un'offerta la Greca Ote e l'olandese Kpn Telecom. Anche per le Balkan airlines (capitale 1,75 miliardi di lev) sono state avanzate offerte da diverse compagnie aeree straniere. Le aziende da privatizzare, comunque, sono state suddivise in pool omogenei per tipologia (per esempio, metallurgia, chimica, turismo e così via). Per ognuno di tali pool l'agenzia statale per le privatizzazioni ha cercato una società finanziaria o una merchant bank internazionale che curasse la vendita delle aziende in questione. L'Italia é presente con Finlombarda, che ha ottenuto il pool chimico comprendente quattro grosse aziende, due che producono plastica e altre due gomma. “La Zebra di Novi Iskar é stata venduta - dice Guido Cisternino, responsabile del servizio consulenza finanziaria della Finlombarda -. Abbiamo fatto un'operazione di management-buy-out: l'azienda é stata comprata dagli ex manager che hanno creato Zebra 2000, anche se dietro c'è una società italiana che ha finanziato l'operazione, la Sizas, con un investimento di due miliardi”.

Un'altra azienda, la Kauchuk, ha già ricevuto tre offerte di acquisto: “Siamo facendo la valutazione per vedere quale accettare - dice Cisternino -. Praticamente anche questa operazione é andata a buon fine”. Per le altre due aziende, la Himik di Asenovgrad e la Komoplast di Berkoviza, l'iter é ancora in corso.

L'attuale congiuntura, comunque, guerra compresa, non favorisce il processo di privatizzazione. “La parità del leva col marco – spiega Cisternino - ha fatto sì che molte aziende, che prima beneficiavano della valuta debole per esportare, perdessero competitività. Oggi, sono tutte imprese con buone capacità tecniche, che però da anni, per mancanza di finanziamenti, non fanno investimenti in tecnologia. Sono quindi da ristrutturare completamente. Chi le acquisisce deve garantire mercato e tecnologia. Bisogna infine considerare che si tratta di imprese non monoprodotto ma che facevano un po’ tutto e spesso servivano l'intero Comecom. Ora perciò risultano sovradimensionate, per cui saranno necessari tagli di personale, oltre che una maggiore specializzazione. Bisogna però dire che, in prospettiva, una buona azienda in Bulgaria ha a portata di mano grandi mercati: questo Paese può servire come trampolino verso altri Stati”.


Autore: A.D.F.
Fonte: Il Sole 24 Ore


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

29.05.1999La Bulgaria e la Gazprom
29.05.1999Come l'esercito bulgaro va alla liquefazione
20.05.1999Simest aiuta le joint venture nell'area
20.05.1999Privatizzazioni: non ancora raggiunto il 50% degli obiettivi
20.05.1999Manodopera a costo contenuto, ma le imprese italiane latitano
20.05.1999Il Governo di Centro-destra ha avviato la stabilizzazione
20.05.1999Fisco - Irpeg leggera per i “piccoli”



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)