Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
K. Karakacanov: lo Zar unificatore Ú il nostro modello

28.03.2001 - Sofia

intervista a Krasimir Karakacanov, leader della VMRO

[Per la VMRO e la questione macedone vista dalla Bulgaria rimandiamo a "Notizie Est" #110 del 16 novembre 1998 e #175 del 22 febbraio 2001. Al fine di una migliore comprensione dell'intervista qui sotto, ricordiamo che il padre di Simeon II, Boris III, ha avuto fin dagli anni '20 intensi contatti con i fascisti italiani e, successivamente, anche con i nazisti tedeschi, dei quali é stato alleato. Con lo smembramento della Jugoslavia da parte della Germania nazista e dell'Italia, la Macedonia é stata assegnata da Hitler all'amministrazione della Bulgaria, che la ha occupata militarmente. Tra gli altri crimini e repressioni compiuti dalla monarchia bulgara in Macedonia spicca in particolare la consegna ai nazisti, con il fine esplicito di destinarla allo sterminio, dell'intera comunità ebraica macedone, vale a dire di 11.000 persone circa che, essendo state tutte uccise nei campi di concentramento, non possono purtroppo fare sentire oggi la loro opinione sul ritorno della "corona bulgara" - N.d.T.]


D: Perché proponete che venga siglato un trattato di amicizia tra la Bulgaria e la Macedonia? Questo atto non potrebbe essere interpretato come un tentativo di fare saltare gli equilibri e di fare allontanare i paesi confinanti con la Macedonia da quest'ultima?

R: La Bulgaria ha già trattati analoghi con Grecia, Turchia, Romania e Albania. Con la Jugoslavia no, perché si era isolata da sola dalla comunità internazionale. Non lo abbiamo nemmeno con la Macedonia, perché il processo di avvicinamento tra la Macedonia e la Bulgaria é cominciato due anni fa [cioè con l'arrivo al potere della VMRO-DPMNE di Georgievski - N.d.T.]. [...] Con un tale trattato, nessuno si chiederà più perché la Bulgaria aiuta la Macedonia. Il governo bulgaro, oltre alla sua dichiarazione votata in parlamento riguardo alla crisi nel paese vicino, ha votato anche l'impegno ad aiutare la Macedonia sul piano sia militare, che morale e materiale.


D: Avete fatto dei sondaggi con i partner del vostro partito in Macedonia, al fine di rilevare i loro umori ed eventualmente il loro desiderio di firmare un tale trattato?

R: La Macedonia darebbe il benvenuto a una tale proposta. Noi abbiamo contatti con il partito di governo, la VMRO-DPMNE. Una tale idea non é estranea a questo partito; in pratica renderebbe più facile alla Macedonia ottenere aiuti dalla Bulgaria.


D: La Macedonia ha chiesto aiuti concreti alla Bulgaria che non sono ancora stati rivelati al pubblico?

R: Quando la Macedonia si é ritrovata in questa difficile situazione, il governo bulgaro ha messo a disposizione tutti gli aiuti possibili, ivi inclusi quelli militari.


D: In quale modo voi, il cui simbolo di partito è il più vecchio di tutti ed é legato alla Macedonia, riuscite a conciliare il simboli di Simeon II e la Macedonia?

R: La Bulgaria é interessata a che la statualità della Macedonia venga difesa, a che essa preservi i propri confini e la propria sovranità. Quello che farà Simeon II é qualcosa che egli stesso deve dichiarare.


D: Per la Macedonia, la corona bulgara é un simbolo particolare e Simeon II la impersonifica
in qualche modo.

R: Per la maggior parte della gente in Macedonia la corona bulgara é un simbolo del tutto normale, come lo é per la maggior parte della gente in Bulgaria. Negli anni 1943-1944 Simeon II é stato zar anche della Macedonia, e quindi non vi é nulla di strano. Perfino nel corso degli anni '70, quando in Bulgaria era vietato parlare della corona, in Macedonia ho visto foto della famiglia reale bulgara. La generazione più anziana, che ricorda il regno del padre di Simeon II, cioè Boris III, conserva ricordi molto buoni.


D: Il simbolo della presenza bulgara in Macedonia non susciterà sentimenti contradditori nei vostri confronti, come partito?

R: Non vedo come ciò possa succedere.


D: Voi, come partecipanti a una coalizione vicina a Simeon II, o sotto la sua egida, non troverete più difficili i contatti con la Macedonia e i partiti macedoni? Il problema, in questo caso, é che il simbolo della corona bulgara viene identificato con l'occupazione della Macedonia.

R: Queste sono tesi diffuse dai comunisti della Bulgaria e dai comunisti della Macedonia. La corona bulgara sarebbe secondo loro simbolo di chissà quali cose inventate e cattive. Non mi interessa affatto cosa pensa un comunista piuttosto che un altro.


D: Di cosa, nei fatti, é stata simbolo la corona bulgara in tale periodo?

R: Della stessa cosa di cui é stata simbolo in Bulgaria - di statualità.


D: Intende dire, che i macedoni accettano la corona bulgara come corona unificatrice?

R: La Bulgaria é stata una monarchia con a capo lo zar Boris III. Nel corso del suo regno il 42% del bilancio delle municipalità bulgare veniva speso per costruire scuole, centri culturali, ferrovie e strade in Macedonia. Di occupazione si può parlare solo dopo il 1944, quando la Bulgaria é stata occupata dall'esercito sovietico e la Macedonia dalla Jugoslavia.


D: E nel 1943, di cosa si può parlare rispetto alla Macedonia, se non di occupazione?

R: Ma di quale occupazione sta parlando, se non è mai esistito uno stato macedone.


["Mediapoolbg" ha pubblicato il 28 marzo anche un'intervista a Hristo Kurtev, presidente della Federazione monarchica "Regno di Bulgaria", l'unico partito finora ufficialmente sponsorizzato da Simeon II. Kurtev ha dichiarato, tra le altre cose: "Nel momento in cui Sua Altezza ci indicherà la via giusta, noi la seguiremo senza porci domande. Come si dice in caserma: eseguiremo la volontà dello Zar, perché sappiamo che é nell'interesse della Bulgaria"]


Autore: Georgi Koritarov
Fonte: mediapool.bg
Traduzione: Andrea Ferrario - Notizie Est


Per approfondire: Speciale Elezioni 2001



Commenta questa notizia



Notizie

29.03.2001Se scoppia la Macedonia, diventiamo una base della NATO
29.03.2001L'entrata in gioco di Simeon II pu˛ fare crollare Kostov
28.03.2001La spiacevole favola raccontata a un popolo
28.03.2001K. Karakacanov: lo Zar unificatore Ú il nostro modello
26.03.2001Bulgaria: FMI concede ultima tranche di crediti (66m USD)
21.03.2001Pubblicato il regolamento della UE per l'abolizione dei visti
20.03.2001"Noi passerotti" e uno spettacolo alle "Laminarie" di Bologna



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)