Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
La rimozione dei visti parte con nuovi obblighi

14.03.2001 - Sofia

I residenti bulgari saranno presto in grado di viaggiare senza visti nelle nazioni del Patto Schengen. Le nuove regole, tuttavia partiranno con determinati obblighi che i Bulgari dovranno osservare quando andranno all’Estero. Krassimir Stefanov, capo della Direzione delle Relazioni Consolari del Ministero degli Esteri ha detto alla BTA, in un’intervista, che il popolo bulgaro non avrà bisogno di un visto quando andrà in nazioni Schengen per vacanze (turismo), viaggi d’affari o per viaggi personali, se i loro cari risiedono all’Estero, e, viaggio incluso, la permanenza non dovrà essere superiore a 90 giorni entro uno spazio temporale di sei mesi. Ulteriori soggiorni (che eccedano questi 90 giorni) dovranno essere appositamente giustificati con documenti.

Diversamente, al cittadino bulgaro sarà vietato di entrare in nazioni Schengen per un lasso di tempo che va da due a cinque anni, tutto dipende da quanto sarà stato il tempo in eccesso di soggiorno. La legislazione Bulgara prende in considerazione anche sicuri provvedimenti in questi casi: un divieto in emissione per un anno, di un passaporto valido per l’espatrio. Ha detto Stefanov che dopo che gli emendamenti alla legge sui documenti di identità entreranno in vigore, il che avrà luogo prima dell’estate, il divieto verrà esteso a due anni. Provvedimenti saranno presi anche per i Bulgari che lavorano illegalmente. Stefanov raccomanda che, se un individuo desidera lavorare all’Estero, egli dovrebbe usare nel migliore dei modi il suo periodo di soggiorno esente da visti per stabilire contatti che possano aiutarlo nell’applicazione di un visto per lavoro o un permesso di lavoro. Stefanov, continua, dicendo che ai bulgari che rifiutano la prova non sarà permesso di lasciare questa nazione. Egli ha in progetto, anche, che all’inizio questo provvedimento sarà preso per gente con precedenti criminali.

Queste misure precauzionali non hanno lo scopo di prevenire che i Bulgari possano viaggiare all’Estero, ma quello di fermare coloro i quali danneggiano la reputazione della Bulgaria. Stefanov ha detto, inoltre, che questa è una misura di prevenzione, affinché non si permetta che l’intera nazione paghi un pegno per un gruppo di persone irresponsabili. Questi passi, ha detto Stefanov, sono necessari almeno all’inizio, per dissipare qualsiasi dubbio da parte dei Paesi Occidendali nei confronti della Bulgaria, e, anche, per abituare i Bulgari all’idea che il poter viaggiare senza visti implica il riscontro di determinati requisiti. Stefanov si appella a tutto il popolo Bulgaro affinché osservi rigidamente tutti i requisiti Schengen, finché sono in vigore queste regole di regime senza visto. Stefanov ha pianificato che nei primi, pochi mesi il controllo nei confronti del flusso di viaggiatori in uscita dalla Bulgaria diretti in UE sarà molto severo. L’estate è una stagione intensa nella quale la Bulgaria può convincere il Paesi Schengen che non ci sarà un’ondata di immigrazione, ha detto ancora Stefanov.

Egli ha detto anche che per viaggiare all’Estero, ognuno dovrà avere un passaporto valido e abbastanza denaro. Secondo l’opinione di Stefanov, le autorità di frontiera possono chiedere di provare che loro hanno abbastanza denaro (sia denaro in contanti che una carta di credito), o di mostrare un documento che certifichi che stanno partendo per un viaggio di lavoro. Una decisione in questo senso sarà adottata dalla Polizia Nazionale di Servizio alla Frontiera, che, nell’ultima riunione, sabato, ha deciso di allineare i criteri di lavoro in tutti i punti di controllo di Frontiera e di introdurre nuove apparecchiature di controllo. Il Ministro degli Interni ha preparato dei volantini con le raccomandazione per i viaggiatori all’Estero.

Dopo aver lasciato la Bulgaria, ognuno dovrebbe osservare i requisiti della Dogana e di Confine delle rispettive nazioni. Il Ministero degli Esteri sta stampando i volantini con questi requisiti. Tutte le informazioni presenti in questi, sono state messe insieme dalle ambasciate Bulgare all’Estero e dalle ambasciate straniere presenti qui in territorio bulgaro. Questi volantini saranno presto approntati e consegnati fuori ai viaggiatori ed ai punti di controllo di frontiera. Gli ufficiali consolari, in ogni rappresentanza Bulgara, saranno a disposizione dei residenti bulgari, e saranno pronti ad assistere loro nell'ambito dei propri poteri. Nel caso qualcuno perda il proprio passaporto, i rappresentanti diplomatici bulgari consegneranno un passaporto provvisorio per ritornare in Bulgaria. Tuttavia, perché gli venga consegnato il passaporto provvisorio, il soggetto deve dimostrare la sua identità e la residenza bulgara, ed anche fornire due foto ed un verbale della polizia locale che attesti l’effettivo smarrimento del passaporto. Stefanov consiglia ai futuri viaggiatori di fare copie dei propri documenti.


Fonte: BTA
Traduzione: Nicola




Commenta questa notizia



Notizie

26.03.2001Bulgaria: FMI concede ultima tranche di crediti (66m USD)
21.03.2001Pubblicato il regolamento della UE per l'abolizione dei visti
20.03.2001"Noi passerotti" e uno spettacolo alle "Laminarie" di Bologna
14.03.2001La rimozione dei visti parte con nuovi obblighi
13.03.2001Tribunale dichiara fallimento Balkan Air
13.03.2001Sofia: visita del ministro della difesa jugoslavo
13.03.2001Divergenze sugli aiuti militari alla Macedonia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)