Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Elettricitą: il ruolo della Bulgaria e la liberalizzazione dei mercati

22.11.2000

Sono cominciati questo mese i rifornimenti di elettricità dalla Bulgaria alla Jugoslavia che, come anticipato dal settimanale di Sofia "Kapital" nel suo n. 42 di ottobre, ammonteranno a 1 miliardo di kW/h all'anno. Nell'articolo si scrive che la Bulgaria è favorita nell'esportazione verso la Jugoslavia perché i sistemi bulgari lavorano già in parallelo con quelli del paese confinate. Poiché il miliardo di kW/h è insufficiente a coprire il grande deficit della Jugoslavia (per una copertura "minima" di questo deficit sono necessari 3 miliardi di kW/h), la Bulgaria potrebbe diventare il "nodo di smistamento" per forniture provenienti dalla Russia, dall'Ucraina e dalla Germania. La Bulgaria è già una grande esportatrice di energia elettrica verso la Turchia, la Grecia e la Macedonia. "Kapital" segnala tuttavia che anche la Romania sembra avere ambizioni di grande fornitrice della Jugoslavia, sia con le proprie risorse interne, sia mediante approvvigionamenti dalla Russia. La "torta" delle forniture elettriche alla Jugoslavia sembra essere molto appetitosa perché, secondo quanto scrive il settimanale bulgaro, rientra nel nutrito pacchetto di acquisti di risorse energetiche da parte della Jugoslava per un totale di 600 milioni di dollari, cifra che dovrebbe essere coperta con aiuti esteri. "Kapital" parla anche della possibilità che entro il 2006 si arrivi a un "mercato unico" liberalizzato dell'elettricità nei Balcani, con finanziamenti provenienti dall'UE e dal Patto di Stabilità, che vedrebbe la creazione di un sistema ricalcato sul modello di quello dell'UE. La liberalizzazione dovrebbe essere graduale e portare infine alla creazione di un centro di inoltro (dispatch-center) comune a tutti i Balcani, che regolerà i flussi all'interno della regione. "Kapital" riporta anche i dati relativi alle capacità massime di transito dell'elettricità in importazione ed esportazione per alcuni paesi balcanici: Romania, imp. 1.500 - esp. 1.240; Bulgaria, imp. 1.000/1.500 - esp. 1.000/1.500; Albania, imp. 600 - esp. 600; Macedonia, imp. 1.200 - esp. 1.200; Grecia, imp. 750 - esp. 750; Bosnia-Erzegovina, imp. 3.450 - esp. 3.450.


Fonte: Notizie Est - Balcani


Per approfondire: Notizie di Economia



Commenta questa notizia



Notizie

26.11.2000A Pisa la settimana della cultura bulgara
25.11.2000Il business greco in Bulgaria: dieci anni dopo
23.11.2000Festival di cultura zingara a Roma
22.11.2000Elettricitą: il ruolo della Bulgaria e la liberalizzazione dei mercati
21.11.2000Bulgaria: Italiano trovato morto, probabilmente ucciso
15.11.2000Esplosione in un albergo a Sofia: 2 morti
09.11.2000Bulgaria: investitori cercasi per strada e impianto energia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Cittą e Localitą Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Societą Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)