Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
  
Migliaia di bulgari in piazza

04.11.1989 - Sofia

Anche in Bulgaria, finora baluardo dell’ortodossia comunista, la gente è scesa in piazza rivendicando "glasnost" e "democrazia". In migliaia - 4mila secondo alcune fonti, 9mila secondo altre - hanno manifestato nel centro della capitale, Sofia. Un fatto senza precedenti nel dopoguerra. Non solo. La polizia, che ha circondato la piazza principale dove ha sede il Parlamento e dove la folla si è radunata, non è intervenuta affatto. Tutto si è svolto senza incidenti, non è stato effettuato alcun fermo.

La manifestazione, durata in tutto quaranta minuti, partiva da una piccola marcia dimostrativa organizzata dal gruppo ambientalista "Eco-glasnost" con il consenso delle autorità locali. Ma ai "verdi" si sono subito aggiunti gli altri cittadini, che col pretesto dell’ambiente hanno chiesto maggiore libertà. Una delegazione di "Eco-glasnost" ha potuto, sotto gli occhi delle forze dell’ordine, consegnare al presidente dell’assemblea nazionale, Atanas Dimitrov, una petizione riguardante, secondo l’agenzia ufficiale bulgara, i progetti di due centrali idroelettriche.

La giornata non era casuale: proprio ieri si è conclusa infatti a Sofia la Conferenza sulla sicurezza e sull’ambiente in Europa (Csce), cui partecipavano i rappresentanti di 35 Paesi. Le delegazioni, però, non sono riuscite a raggiungere un accordo finale a causa dell’opposizione rumena alle clausole riguardanti i diritti umani.

La Romania, che sotto la guida di Nicolae Ceausescu resta il Paese più intransigente del blocco comunista, non ha accettato che nel documento finale si facesse alcun cenno alla possibilità che i cittadini o i gruppi informali esprimano liberamente le loro opinioni in materia di ambiente: approvare una simile clausola avrebbe significato, secondo i rumeni, ammettere il diritto all'ingerenza negli affari interni dei singoli Stati. Del tutto inutili si sono rivelati i tentativi del leader bulgaro Todor Zhivkov, che ha telefonato personalmente a Ceausescu, e di alcuni membri della delegazione sovietica, di piegare la loro opposizione.

La conferenza, iniziata il 16 ottobre scorso, si è perciò chiusa senza una dichiarazione finale gli altri 34 Paesi hanno tuttavia deciso di dare ugualmente corso al contenuto del progetto di documento, che pur non può essere approvato ufficialmente, mancando l'unanimità.

Gli interventi finali alla riunione plenaria di chiusura hanno comunque parlato di successo e hanno chiesto che il testo sia trasmesso a organismi come la Commissione economica per l’Europa delle Nazioni unite (Ece), al programma dell’Onu per l’ambiente (Unep) e all’Unione internazionale per la conservazione della natura (Iunc), al fine di concretizzare certe disposizioni.

All’Ece, in particolare, si chiede l’elaborazione di una convenzione internazionale o altri appropriati strumenti giuridici sulla prevenzione e controllo degli effetti transfrontalieri di incidenti industriali e una convenzione quadro sulla protezione e sull'uso dei corsi d’acqua che attraversano diversi Paesi e dei laghi internazionali.

Inoltre è stato chiesto che il documento sia presentato alla Conferenza di Helsinki del 1992, quando si avrà la prossima valutazione dei risultati della Csce. Nella dichiarazione di chiusura si è avuta poi la conferma delle intenzioni di tutti i 34 Paesi dell’Est e dell’Ovest appartenenti alla Csce (Romania esclusa) a procedere alla cooperazione internazionale, intensificandola, per proteggere e migliorare l’ambiente.


Fonte: Il Sole 24 Ore




Commenta questa notizia



Notizie

11.11.1989Se ne va Zhivkov, patriarca bulgaro
11.11.1989Anche a Sofia si cambia: fuori Zhivkov, leader è il riformista Mladenov
05.11.1989Anche a Sofia tira aria di rinnovamento
04.11.1989Migliaia di bulgari in piazza
31.10.1989“Riforme in bulgaria” dice Zhivkov
18.10.1989In Bulgaria nascono i verdi
10.08.1989Case e posti della Pirelli ai profughi turchi espulsi da Sofia



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)