Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
 La cultura bulgara durante il Medioevo (XIII - XIV sec.) 

Indipendentemente dalle vicende storiche, favorevoli o avverse, la cultura bulgara compie un nuovo, importante progresso. Notevoli scrittori bulgari di quell'epoca - come il Patriarca Evtimii, Grigori Zamblak, Konstantin Kostenecki e altri, creano proprie scuole, tino stile proprio e originale. Insieme ai libri religiosi, si diffondono anche libri di carattere laico, che hanno un soggetto realistico. La letteratura si libera dagli stretti limiti imposti dalla chiesa. Nascono così opere laiche, frutto della mente popolare, che sono testimonianza di accresciuti interessi intellettuali. La letteratura apocrifa, che esprime lo stato d'animo delle masse popolari, raggiunge un alto grado di diffusione.

Molti racconti e leggende apocrife di questo periodo provocano arche oggi l'ammirazione di chi le legge per le loro proprietà artistiche, per le loro ingenue e originali concezioni, e la logica del pensiero. Le iscrizioni e i monumenti dell'arte bulgara medioevale colpiscono tuttora per la loro armonia e ricca spiritualità. Vengono costruite chiese, monumenti fortezze, testimonianza di una finezza rara del gusto, di senso equilibrato della proporzione e nello stesso tempo di praticità. Quello che è stato risparmiato dal tempo e dall'oppressore, alcune opere pittoriche, provocano un sentimento di legittimo orgoglio. Brillante esempio sono gli affreschi della chiesa di Boiana, presso Sofia, dipinti nel 1259, che soggiogano con la forza del genio artistico che li ha creati e costituiscono un originale manifesto artistico sul ruolo dell'arte, che rifiuta lo schematico stile ecclesiastico dell'epoca e sceglie invece una nuova via per esprimere i pensieri e le idee del tempo. Un'arte che illumina le tenebre prima ancor a del sorgere del Rinascimento europeo.

Questi successi, conseguiti dalla letteratura e dall'arte bulgara di cui è rimasto un ricordo duraturo nelle leggende e nei monumenti costituiscono uno dei fattori che contribuiscono alla conservazione della nazionalità e della coscienza bulgara durante tutti i cinque secoli di soggezione alla crudele dominazione ottomana.


tratto da Spas Russinov - "Bulgaria"




Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)