Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
 EMILIJAN STANEV (1907-1979) 
Emilijan Stanev, pseudonimo di Nikola Stojanov Stanev, nasce a Tirnovo, in Bulgaria, il 28 febbraio del 1907. Dopo aver studiato pittura presso l'Accademia di Belle Arti di Sofia, nel 1931 debutta come narratore e nel corso degli anni Trenta, mentre lavora come impiegato comunale, collabora alla redazione di vari periodici, fra i quali "Zlatorog", "Izkustvo i kritika", "Balgarska misál", "Lovec", "Literaturen zhivot"; nasce in quegli anni la sua fama di maestro del racconto, che si consolida all'uscita delle prime raccolte: Primamlivi bljasaci (Bagliori ammalianti), Mechtatel (Il sognatore), Sami (Soli), Valchi noshti (Notti da lupi).

Nella seconda metà degli anni Quaranta avviene il passaggio a forme narrative di maggior respiro, come la novella e il romanzo; al dopoguerra appartengono infatti sia Kradecat na praskovi (Il ladro di pesche) che V ticha vecher (Una tranquilla sera), come pure il romanzo storico Ivan Kondarev, al quale lavorò per quattordici anni. Dal 1950 al 1955 diresse inoltre la sezione di narrativa della rivista "Literaturen front".

Fin dai primi racconti si delineano con chiarezza due linee tematiche: la descrizione di un mondo provinciale, di una vita piccoloborghese povera e asfittica, alla quale è quasi impossibile sottrarsi, e l'osservazione attenta e minuziosa, mai sentimentale, della natura. In questo mondo parallelo vigono le regole degli istinti, crudeltà e rimorsi non esistono e l'unico valore è la lotta per la sopravvivenza, ma la morte è solo un momento di un ciclo vitale in cui il singolo essere perde significato. A partire dal dopoguerra sarà la luce della storia, in cui tutto il presente viene immerso, ad arricchire e riscattare il mondo degli uomini. E la riflessione sul destino dell'uomo nella storia diventa il tema centrale delle ultime opere di Stanev: Legenda za Sibin, preslavskija knjaz (La leggenda di Sibin, principe di Preslav) e Antichrist (L'anticristo).
Muore a Sofia il 15 marzo del 1979.

Nota biografica a cura di Daniela Di Sora

Foto: Casa-Museo Emilijan Stanev

Il Ladro Di Pesche di Emilijan Stanev e l’omonimo film di Valo Radev di Giuseppe Dell'Agata



IL LADRO DI PESCHE

Autore: Stanev Emilijan
Anno: 1995
Editore: Voland
Pagine: 112
Traduzione di: Danilo Manera
Prezzo: EUR 8,26

Nei Balcani sconvolti dalla guerra, in uno scenario dagli inquietanti riflessi attuali, una donna "misteriosamente bella", moglie di un colonnello bulgaro, si innamora di un prigioniero di guerra serbo. Di facile, immediata e appassionante lettura

Ordina su IBS | Feltrinelli | Webster


LAZZARO E GESÙ E ALTRE STORIE

Autore: Stanev Emilijan
Anno: 1987
Editore: Voland
Pagine: 104
Traduzione di: Alessandro Dell'Agata, Giuseppe Dell'Agata, Nicoletta Marcilis, Daniela Di Sora
Prezzo: EUR 7,75

Un inedito ritratto di Lazzaro che, dopo aver visto l’aldilà, si trasforma in affarista senza scrupoli che sfrutta il lavoro delle sorelle; il rapporto che si stabilisce fra il cacciatore e la sua preda; l’ossessiva e inquietante presenza di un invisibile lupo che minaccia un contadino; un fuggiasco braccato dai suoi aguzzini: storie diverse, personaggi e natura osservati dall’occhio di un grande narratore.

Ordina su IBS | Feltrinelli | Webster




Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)