Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
 ALEKO KONSTANTINOV (1863-1897) 
 Arte | Cinema | Cucina | Lingua | Letteratura | Musica | Politica | Storia | Sport | Turismo 
Aleko Konstantinov (Il Felice) nasce nel 1863 a Svishtov, sul Danubio, nella famiglia di un ricco commerciante. Terminati gli studi di giurisprudenza in Russia, dove ha modo di conoscere le idee populiste dell'epoca, Aleko diventa prima giudice a Sofia, poi avvocato e giornalista.

Lo scrittore si delinea fin dall'inizio come un caso isolato sulla scena culturale del suo tempo; uno dei pochi veri aristocratici bulgari, viaggia molto, visitando le città più importanti d'Europa e degli USA, non smettendo mai di scrivere: satira, appunti di viaggio, narrativa. Prende parte della vita politica come rappresentante del partito democratico e a soli 35 anni rimane ucciso per errore in un attentato che mirava al suo amico e leader democratico M. Takev. La morte assurda dello scrittore sconvolge l'opinione pubblica e molti sostengono che è stato ucciso per mano dello stesso suo personaggio letterario - Baj Ganjo.

Baj Ganjo, l'eroe più popolare e discusso della letteratura bulgara, rappresenta il ritratto genuino della nascente classe borghese, nel momento in cui questa si affaccia all'Europa e al mondo moderno. Piccolo commerciante partito all'inseguimento di guadagni facili, Baj Ganio si aggira instancabile per le città europee con l'eterna sacca sulle spalle, diventando protagonista di numerose vicende comiche; è goffo, rozzo e spesso volgare, insensibile di fronte alla cultura e al progresso che incontra sulla propria strada.

Ma non è il tipico personaggio negativo: lui è anche un uomo di grande tenacia, intraprendente e pieno di risorse, non si perde mai d'animo, nemmeno nelle situazioni più comiche, come non perde mai di vista le sue preziose fiale di essenza di rosa. Oltre alle caratteristiche negative dei "nuovi ricchi", l'eroe rivela alcuni dei tratti più profondi della psicologia nazionale, sottolineati dalla satira sottile di Aleko. Molto si è discusso anche del rapporto particolare che l'autore ha con il proprio personaggio: lo sguardo critico e acuto dello scrittore mette a nudo gli aspetti più grezzi e discutibili di una certa "filosofia" nazionale, ma rimane tuttavia benevolo e pieno di umanità.

Baj Ganjo non rimane semplicemente un eroe letterario di grande rilievo per la cultura nazionale, ma diventa ben presto una specie di specchio che riflette un modo di essere profondo e complesso, un modello di balcanismo ("orientalsctina") con cui i bulgari, di ieri e di oggi, continuano a confrontarsi.

[Note biografiche di Vesselina Nikolova]


BAJ GANJO. RACCONTI INVEROSIMILI DI UN BULGARO CONTEMPORANEO

Autore: Konstantinov Aleko
Anno: 1978
Editore: Bulzoni
Pagine: 240
Prezzo: EUR 7,75

Ordina su




Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)