Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
 Lo straniero e la condizione di reciprocità 
Ai sensi dell’articolo 16 delle "Disposizioni sulla legge in generale", contenute nel Regio Decreto n.262 del 16 marzo 1942

"Lo straniero è ammesso a godere dei diritti civili attribuiti al cittadino a condizione di reciprocità e salve le disposizioni contenute in leggi speciali. Questa disposizione vale anche per le persone giuridiche straniere".

Se lo Stato dello straniero e l’Italia hanno concluso un Accordo, in materia di diritti civili, esso è direttamente applicabile.

In mancanza di tale Accordo, spetta al Servizio del Contenzioso Diplomatico e dei Trattati , ("Il Servizio") pronunciarsi sulla esistenza della reciprocità in materia di diritti civili. A tal fine, il Servizio
  • predispone due volumi, pubblicati dall’Istituto Poligrafico dello Stato, sulla Situazione delle Convenzioni Internazionali vigenti per l'Italia. Tali volumi sono disponibili presso le più aggiornate biblioteche e possono essere acquistati presso la libreria dell'Istituto Poligrafico dello Stato; le stesse informazioni saranno, inoltre, a breve, reperibili sul  sito del Ministero Affari Esteri;
     
  • fornisce pareri in relazione a singoli casi agli Uffici Pubblici ed ai notai. Su conforme parere del Consiglio di Stato il Servizio non rilascia certificati o dichiarazioni a privati.
    Tali pareri hanno riguardato, negli ultimi anni gli acquisti immobiliari, l'accesso ai mutui, all'edilizia popolare ed al "Fondo di garanzia per le vittime della strada, l'esercizio delle attività autonome e delle libere professioni, nonché la costituzione e/o la partecipazione societaria.

Per quanto riguarda, invece, la proponibilità dell'azione civile per i risarcimenti dei danni subiti dal cittadino extracomunitario, appare utile ribadire che lo straniero può agire per il risarcimento del danno in qualsiasi caso.

Tale diritto è infatti garantito

  • dall’articolo 24 della Costituzione Italiana;
  • dalla legge n. 848 del 4 agosto 1955, che recepisce la "Convenzione Europea di salvaguardia dei Diritti dell’Uomo e delle Libertà Fondamentali".

Con l'entrata in vigore del Decreto Legislativo n.286 del 25 luglio 1998 (T.U. delle disposizioni concernenti la disciplina dell'immigrazione e norme sulla condizione dello straniero) e del suo regolamento di attuazione (Decreto del Presidente della Repubblica n.394 del 31 agosto 1999), il cittadino extracomunitario che soggiorni in territorio italiano e sia titolare della carta di soggiorno o di un permesso di soggiorno rilasciato per motivi di lavoro subordinato, lavoro autonomo e familiari gode dei diritti civili senza che vi sia necessità di verificare l’esistenza della condizione di reciprocità. Né esistono, allo stato, accordi bilaterali che prevedano, per lo straniero, condizioni meno favorevoli di quelle previste dalle norme interne.

Se, invece, lo straniero in questione è

  • persona fisica priva di un titolo di soggiorno come quelli sopra indicati, oppure
  • persona giuridica straniera (associazione, fondazione, società)

occorre verificare l’esistenza della condizione di reciprocità al di fuori dei casi espressamente regolati dalla legge. A tal fine il Servizio invia periodicamente apposite schede informative alle seguenti Amministrazioni che restano competenti per gli atti necessari:

  • Ministero dell’Interno
  • Ministero di Giustizia
  • Ministero delle Finanze
  • Ministero dell’Industria
  • Consiglio Nazionale del Notariato
  • Unioncamere

L’elenco non considera le attività svolte all’estero da cittadini italiani.


BULGARIA

ACQUISTI IMMOBILIARI:

Non è verificata la condizione di reciprocità con le seguenti eccezioni:

a) persone fisiche: è verificata la condizione di reciprocità solo in caso di acquisto per successione ereditaria; ove il bene oggetto della successione fosse un terreno (agricolo o non) esso dovrebbe essere alienato entro 3 anni dall'acquisizione dell'eredità.

b) persone giuridiche: è verificata la condizione di reciprocità solo in caso di eredità testamentaria e con l'esclusione dei terreni.

COSTITUZIONE DI/PARTECIPAZIONE A SOCIETA':

E' verificata la condizione di reciprocità.

N.B.: Verifica della condizione di reciprocità di cui all'Art. 16 delle preleggi in materia di acquisti immobiliari e costituzione e/o partecipazione societaria con riferimento alle persone fisiche straniere non regolarmente soggiornanti in Italia ed alle persone giuridiche straniere.

Fonte: Ministero degli Affari Esteri Italiano



Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
Ultime Notizie
 
Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo
Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)