Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
 Follie Burocratiche 
Segnalo questa esemplare vicenda burocratica. Sono nata in Bulgaria e sono cittadina italiana dal '94. Insegno filologia slava all'universitÓ di Siena, sono sposata con un italiano e ho due bambini.

Nell'aprile del 1995 ho fatto domanda alla Questura di Roma per ottenere il ricongiungimento famigliare con i miei genitori che abitano a Sofia. Ma la Questura mi ha fatto sapere che ai documenti prodotti ne mancava uno che certificasse la loro etÓ avanzata e le loro precarie condizioni di  salute, nonchÚ le ristrettezze economiche in cui versano.

Nonostante ripetuti contatti e le estenuanti  attese, pero, i miei genitori non sono riusciti a farsi vidimare dall'ambasciata italiana a Sofia tale attestato, giÓ autenticato dalle competenti autoritÓ bulgare. I funzionari dell'ambasciata motivano il loro rifiuto dicendo che  non possono controfirmare un documento che essi ritengono privato. Strano. E' come un serpente che si morde la coda. Da Roma
esigono ci˛ che non potrebbe essere rilasciato.

I miei non verranno mai in Italia da clandestini, ma simili ostacoli della burocrazia, irragionevoli e snervanti, di fatto spingono a infischiarsene delle leggi.

Elena Velkovska, Roma

Lettera a "L'Espesso" 19.03.1998


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)