Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
 Arte dei Protobulgari 

La dominazione bizantina era stata travolta dalle tribù slave e poi dalle tribù bulgare di origine unna che sottomisero la maggioranza slava accettandone la lingua e i costumi ma imponendo ad essa il proprio nome. Nel 680, con il khan Asparuh, si costituiva il primo regno bulgaro che raggiunse grande espansione con Krum e poi con Omurtag, con il quale si ebbe la pace con Bisanzio: caratteristica è l'architettura monumentale in pietra a grandi blocchi (mattoni solo negli archi, finestre e porte) nei tre centri Pliska, Madara, Preslav. Ad Aboba-Pliska sono il palazzo di Krum, quadrilatero a scacchiera chiusa, una specie di podio che doveva reggere architetture lignee e terrazze (idea del campo dei nomadi eurasiatici, costruito in antico Paese ellenistico sotto l'influsso della cultura balcanica romano-bizantina), il piccolo palazzo con due sale circondate da corridoio e il grande palazzo di Omurtag a pianta basilicale a tre navate con abside (sotto l'influsso della sala del trono romano-bizantina), entro la cinta fortificata quadrangolare con le sue torri; a Madara la fortezza con torri quadrate e speroni triangolari e una costruzione tipo il piccolo palazzo di Pliska; a Preslav mura di fortificazione e il palazzo.


Cavaliere di Madara

Cavaliere di Madara, seguito dal cane di ritorno dalla caccia.
E' una singolare scultura scolpita direttamente nella roccia.
Databile al periodo protobulgaro del VII secolo d.C.

Questa architettura è diversa dalla contemporanea architettura laterizia di Costantinopoli, si ricollega invece all'architettura ellenistico-romana della costa del Mar Nero. I protobulgari, apportatori di tradizioni Iraniche, danno a questa architettura lapidea carattere orientale e sassanide, ed essa nelle sue proporzioni monumentali testimonia delle grandi possibilità materiali del primo Stato bulgaro. La grandiosa rappresentazione simbolica del trionfo di un khan bulgaro, cavaliere incombente su un leone e seguito dal cane, scolpita su un'alta roccia a Madara con iscrizione greca (sillabe di Krum e Omurtag), riflette la concezione sassanide. Le due statue di Endje, presso Pliska, rappresentanti un uomo e una donna in schematiche forme volumetriche (con perno inferiore per essere conficcate nel terreno), appartengono alla tradizione artistica turca e trovano confronti fra i Kumani. Opera protobulgara è il tesoro di Nagy Szent-Miklòsh (ora al Museo di Vienna), trovato in Ungheria; esso comprende 23 oggetti in oro, brocche e tazze con decorazione ornamentale e figurata di esuberante ricchezza e tipico stile zoomorfo dei nomadi con iscrizioni greche e runiche. Elementi della decorazione orientale e bizantina sono negli ornamenti aurei per cintura di Madara con smalti rossi e vetro verde. Notevoli anche i bassorilievi da Stara Zagora in arenaria rossa con leoni, aquila a doppia testa, grifo e pavoni molto stilizzati.




Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)