Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Chat | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 In Italia e nel Mondo
 Infermiere prigioniere in Libia
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 8

pietro
Moderatore

Messaggi 1696

Spedito - 12/08/2007 :  15:24:55  Rispondi allegando il testo
quote:
Inviato in origine da klaudio

Ai cugini francesi,non sempre simpatici,non dobbiamo invidiare nè vini,nè formaggi,nè nazionale di calcio,ma il presidente Sarkozy si!
Klaudio




Come possiamo ammettere, in una democrazia che Sarkozy vorrebbe trasparente, che sia il figlio di Gheddafi ad annunciarci la firma di un contratto per la fornitura di armi da parte della Francia, mentre il ministero degli Esteri non ne sa assolutamente niente?

Mah!

Vai ad inizio pagina

aldobaldo
Utente

Messaggi 150

Spedito - 14/08/2007 :  00:17:58  Rispondi allegando il testo
scusi signor moderatore, sa spiegarmi il significato del suo intervento in una discussione che riguarda la liberazione delle infermiere bulgare?

grazie
aldo
Vai ad inizio pagina

pietro
Moderatore

Messaggi 1696

Spedito - 14/08/2007 :  17:33:57  Rispondi allegando il testo
quote:
Inviato in origine da aldobaldo

scusi signor moderatore, sa spiegarmi il significato del suo intervento in una discussione che riguarda la liberazione delle infermiere bulgare?
grazie
aldo



Gentilissimo Aldo,

di solito l’attività del moderatore non può essere oggetto di discussione sul Forum, ardisco però il credere che Ella intendesse rivolgersi all’amico Pietro che, da anni, si onora della Sua preziosa amicizia.

E’ notorio che, essendo Lei persona ben attenta agli interventi su questo Forum, non può essere sicuramente sfuggito che il nome del Presidente francese era già stato menzionato da altri “forumisti” che mi hanno preceduto in questa discussione, discussione che riguarda appunto la liberazione delle infermiere.

Infatti, il mio intervento era preceduto da una di queste citazioni “inneggianti” al presidente Sarkozy che ora, guarda caso, sembra l’unico ad essersi impegnato concretamente in questo drammatico caso.

Credo sia legittimo il chiedermi (ed il chiedere) “quanto” sia effettivamente costato (ed ancor più “chi” e “cosa” ha pagato) per la liberazione di quelle innocenti vittime sequestrate per otto lunghi anni in terra di Libia.

Vede amico carissimo, il presidente Sarkozy ha sempre ribadito di averne ottenuto la scarcerazione senza contropartita alcuna, ma è altrettanto evidente che il solo impegno francese ad occuparsi dei piccoli ammalati di aids non poteva essere l'unico elemento dell'accordo.

Mi sembra anche logico (e spero Lei ne convenga) che un dittatore come Gheddafi non può aver rilasciato i suoi ostaggi senza contropartite più consistenti, oserei dire più… “corpose”.

Poi, “tüt an bòt” (come direbbero in Emilia) il figlio del colonnello, Saif al-Islam, ha rivelato una delle contropartite segrete che la Libia ha ottenuto dal presidente Nicolas Sarkozy (una enorme fornitura di armi) in cambio della liberazione delle cinque infermiere bulgare e del medico di origine palestinese, riconoscendo pubblicamente che questi, sono serviti come capri espiatori!

Eppure…già, eppure il ministro degli esteri francese, Bernard Kouchner, era completamente all'oscuro di simili trattative ed il presidente Sarkozy ha parlato di “ottenuta scarcerazione senza contropartita alcuna”…come non chiedersi allora: "Chi mente? Chi dice la verità?"

Detto questo spero mi si dia atto che, anche in questo caso, non sono uscito di molto dal seminato (voglio dire dall’argomento in questione) anzi, vorrei riproporre ancora una volta la domanda precedente:

“Come possiamo ammettere, in una democrazia che Sarkozy vorrebbe trasparente, che sia il figlio di Gheddafi ad annunciarci la firma di un contratto per la fornitura di armi da parte della Francia, mentre il ministero degli Esteri non ne sa assolutamente niente?”

Già, che fa rima con mah!

Con immutata stima ed amicizia,

Pietro.
Vai ad inizio pagina

aldobaldo
Utente

Messaggi 150

Spedito - 15/08/2007 :  00:22:23  Rispondi allegando il testo
Caro Pietro, grazie

grazie anzitutto della equilibrata risposta che, se inserita direttamente nel post precedente non avrebbe provocato la mia domanda.

Se un rimporvero devo farti è quello di darmi del lei, ma forse è un modo garbato di rendermi pan per focaccia per la mia domanda posta in modo un po' birichino.

Non volevo porre in discussione l'attività del moderatore ma semplicemente richiamare un amico per un intervento molto "secco" che poteva a mio parere riaprire una diatriba (pro o contro Sarkozy) in una discussione che tutto sommato era nata con altro tema.

Purtroppo dietro problemi complessi come quello del rilascio di ostaggi (perché in fondo, al di là degli aspetti formali, di ostaggi si è trattato) ci sono sempre traffici poco chiari e comunuqe poco edificanti. Forse sto usando troppi eufemismi.

L'aspetto più interessante per noi, penso per molte persone del forum, è che quelle poverette finalmente siano tornate libere a casa loro dopo un incubo durato anni.

Ciao Pietro, visto che da anni "ti onori della mia preziosa amicizia", ma recentemente non puoi goderne in modo diretto per le mie assenze agli incontri ufficiali della associazione, se vuoi cercare di recuperare.... quando passo da Pavia ti telefono (faccio spesso la Milano-Genova per lavoro).

a presto
aldo
Vai ad inizio pagina

klaudio
Utente

Messaggi 4621

Spedito - 16/08/2007 :  21:09:35  Rispondi allegando il testo
quote:
Inviato in origine da pietro

quote:
Inviato in origine da klaudio

Ai cugini francesi,non sempre simpatici,non dobbiamo invidiare nè vini,nè formaggi,nè nazionale di calcio,ma il presidente Sarkozy si!
Klaudio




Come possiamo ammettere, in una democrazia che Sarkozy vorrebbe trasparente, che sia il figlio di Gheddafi ad annunciarci la firma di un contratto per la fornitura di armi da parte della Francia, mentre il ministero degli Esteri non ne sa assolutamente niente?

Mah!


















L'osservazione di Aldobaldo che l'intervento sopra riportato sia fuori tema,appare formalmente fondata,la mia opinione è tuttavia
diversa: io sospetto che l'amico Pietro abbia voluto "coprire" il mio ultimo intervento con il quale criticavo l'atteggiamento omissivo dell'associazione a proposito della questione oggetto del presente thread. Giulio Andreotti,noto per la sua arguzia oltre che per le sue doti di statista,disse una volta che a pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca...
Tuttavia a Pietro,non come dirigente ma come persona,dò atto di essere stato tra i pochi interventori abituali nel dibattito che ci ha visti impegnati su tale annosa vicenda.

Per altro verso,quando si critica il parere di una persona (nel caso specifico del sottoscritto) sarebbe giusto citare l'intero scritto e non solo un frammento di esso:
"La Francia sarà al fianco delle infermiere bulgare ingiustamente condannate a morte in Libia,sarà al fianco di Ingrid Betancourt, sarà al fianco delle donne condannate al burqa, la Francia sarà dalla parte della libertà. La Francia sarà dalla parte degli oppressi del mondo. E' il messaggio della Francia. E' l'identità della Francia. E' la storia della Francia".
Ai cugini francesi,non sempre simpatici,non dobbiamo invidiare nè vini,nè formaggi,nè nazionale di calcio,ma il presidente Sarkozy si!

Io mi riferivo alla nobiltà di questo brano di discorso fatto dal presidente francese l'indomani della sua elezione e non me ne può fregare di meno se è un uomo di destra! Non ho mai inteso delle parole così belle nè da Berlusconi nè da Prodi. Del resto le sue parole combaciano con una verità storica: la Francia è davvero dalla parte degli oppressi del mondo,senza andare tanto lontano basti pensare all'asilo politico concesso a suo tempo ai fuorusciti italiani antifascisti.
Che poi,come ultimo arrivato,abbia tratto immeritata pubblicità della vicenda delle infermiere bulgare giunta ormai all'epilogo per merito delle trattative sotto traccia condotte dal governo bulgaro e da un paio di governi amici,è assolutamente vero: una volta capita l'antifona,già da me esplicitata a un quotidiano bulgaro,ha semplicemente avuto i riflessi più pronti di altri: ha mandato la consorte in Libia e,subito dopo,un aereo "presidenziale" a prendere le cinque + uno; avrebbero potuto farlo benissimo sia Georgi Parvanov che Romano Prodi,gli aerei non ce li ha mica solo la Francia...
Il riscatto è stato pagato in ragione di un milione di dollari per ogni famiglia,non solo dei bambini libici morti ma anche di quelli infettati ma sopravvissuti,alcuni dei quali furono in seguito assistiti presso un noto ospedale pediatrico romano.
Chiunque sostenga che non è stato pagato un riscatto è un bugiardo.

Quanto alla dichiarazione del secondo genito di Muhammar Gheddafi:
A) non c'entra niente con il rilascio dell'equipe medica ma fa parte di diverso accordo,come è noto la Francia è uno dei maggiori esportatori di armi del mondo. Detto per inciso,fino a una quindicina d'anni fa l'Italia era ai primi posti di tale poco onorevole classifica,oggi grazie a Dio non più.
B) la dichiarazione resa da un libico non può urtare la suscettibilità del ministro degli esteri francese: prima di tutto perchè il ministro competente sarebbe quello della difesa,ma più che altro se la compravendita fosse segreta a incavolarsi sarebbe il padre di Saif...

Pace e bene,torno ai miei ozi.
Klaudio


Vai ad inizio pagina

davidev79
Utente

Messaggi 2

Spedito - 11/03/2010 :  14:00:50  Rispondi allegando il testo
ma come si fanno ad accusare medico ed infermiere di queste cose? solo nel medio oriente possono succedere cose simili



Modificato da - davidev79 on 11/03/2010 14:03:53
Vai ad inizio pagina

prut
Utente

Messaggi 14

Spedito - 11/07/2011 :  11:29:16  Rispondi allegando il testo
no sarkozy no dai, ho un sacco di amici francesi che dicono che equivale al nostro berlusconi!
Vai ad inizio pagina

penelope78
Utente

Messaggi 13

Spedito - 05/09/2011 :  09:16:19  Rispondi allegando il testo
Sarkozy e´ un cretino tale e quale a Berlusconi!
Vai ad inizio pagina

webmaster
Forum Admin

Messaggi 1167

Spedito - 05/09/2011 :  16:33:19  Rispondi allegando il testo
E' di questi giorni la notizia che vari esponenti bulgari chiedono alle nuove autorità libiche di fare chiarezza definitiva sulla vicenda, cioè sostanzialmente di confermare che si è trattato di una montatura e di un processo farsa.
Vai ad inizio pagina

enderlandia
Utente

Messaggi 601

Spedito - 07/09/2011 :  19:02:29  Rispondi allegando il testo
si può essere più cretini? :)
sicuro ai libici ora non importa altro che mettersi a frugare negli archivi e cercare info sulla storia dei medici bulgari.... ma i piedi per terra no eh?
Vai ad inizio pagina

klaudio
Utente

Messaggi 4621

Spedito - 28/09/2011 :  20:27:12  Rispondi allegando il testo
Spedito - 11/07/2011 : 11:29:16


no sarkozy no dai, ho un sacco di amici francesi che dicono che equivale al nostro berlusconi!
---------------------------------------------------------------------
Citazione:
Originariamente inviato da penelope78

Sarkozy e´ un cretino tale e quale a Berlusconi!





Non sono d'accordo nè col primo nè col secondo giudizio.
Che Sarkozy sia equiparabile a Berlusconi, non basta che a dirlo sia qualche francese, tanto è vero che in Italia un mucchio di persone guarda al satrapo nostrano come a un genio, e, ovviamente, è accecata come spesso accade col tifo calcistico per una squadra.
Non vedo nessuna equivalenza, fra i due, Sarkozy è un uomo spregiudicato che sovente sconfina nella prepotenza, nella prosopopea sciovinista tipica francese. Ma sa fare gli interessi del suo paese, tutto di lui si può dire fuorchè che sia cretino.

Nemmeno Berlusconi è cretino, troppo comodo! E' un mitomane, un assassino che ha ucciso la democrazia, che sta rovinando il paese come nessuno prima era riuscito a fare, un immorale che ha sciupato l'immagine dell'Italia all'estero.

Klaudio
Vai ad inizio pagina
Pagina di 8 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2019 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,08 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo