Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 Cultura
 Lore 2
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 95

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 16/10/2013 :  11:31:42  Rispondi allegando il testo
STORIA



Scivola il ciclo Eterno/ nell'evolversi non solo/
dell'umano "tempo". /



Nel ciclo dell'uomo/
c'è la perpetua nascita /
del Regno Naturale.../


il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 16/10/2013 :  20:34:48  Rispondi allegando il testo
Don Renato Bottiani


Un prete semplice /

in armonia con tutti./
Ad Erba, m'incrociava/
con sguardo schivo.



Giunto ad Albese,/
girando con D. Carlo, /

vide l'insegna “marylory”/
e chiese: <Ma è il Poeta?>/



D'allora nacque l'intesa. /

Ora i due sacerdoti insieme al /

mio amico Don Giuseppe Preatoni /

fan parte della mia Storia./





Lorenzo Pontiggia


Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 17/10/2013 :  20:02:41  Rispondi allegando il testo
LA RIFLENTE È GUIDA AL NOSTRO FUTURO.
Le idee smuovono l'inerzia della mente creando il movimento.
Tutto è movimento.
In filosofia Democrito fa coincidere l'idea con l'atomo. In A. Fouillée (1838-1912), idea è forza, con cui conciliare le esigenze della metafisica con quelle della scienza positiva per generare azioni per influire sulla realtà.
L'esperienza di vita è ricca di idee che nascono e si dissolvono quasi contemporaneamente, da non non capirne il perché.
Sappiamo che le idee ci vengono attraverso i sensi, ma ignoriamo da dove partono.
Io ho risposto ha questo quesito pervenendo al concetto di Riflente, di cui ho disquisito in Internet negli ultimi quattro anni.
L'uomo per consuetudine usa solo i cinque sensi che fanno parte del Regno animale, invece ne ha sei e sicuramente altri ancora, poiché possiede la RIFLENTE – Riflessione-Mente, principio Universale del TUTTO.
Purtroppo usa solo i cinque che conosce, d'affermare che sia l'uomo l'animale più pericoloso sul pianeta Terra! Se ci guardiamo attorno la sta distruggendo!
L'evolversi della Riflente è la base della Filosofia, principio dell'infinito finito che si moltiplica ha vantaggio della realizzazione dell'Umanità, usando la dialettica del divenire storico.
La conoscenza intuitiva della Riflente è arte intellettiva colta dagli aspetti soggettivi dell'esperienza!
La Riflente implica Onestà, Capacità e Buonsenso, base per una Politica a vantaggio di TUTTI!

Aristotele suddivide la conoscenza umana in Tre Scienze: Scienza Naturale ( Regno Minerale, Vegetale e Animale), Scienza Morale (il sano comportamento dell'uomo in armonia con i suoi simili), Scienza Speculativa (a vantaggio di Tutti gli uomini e non di pochi).

Iniziamo da Noi stessi nel farci l'anamnesi per conoscerci, eliminando i difetti che ci disturbano, cominciando con i più grossi, individualismo, l'avidità, la speculazione sfrenata, l'incapacità a riconoscere i diritti degli altri.
La riflente ci deve condurre a comprendere l'Intelligenza Universale per salvare noi stessi e tutto ciò che ci circonda.
La Riflente ci apre a tutte le potenzialità intellettive di crescita e di vivere in Armonia Sociale.

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 18/10/2013 :  19:24:28  Rispondi allegando il testo
STORIA

Scivola il ciclo Eterno/
nell'evolversi non solo/
dell'umano "tempo". /

Nel ciclo dell'uomo/
c'è la perpetua nascita / del Regno Naturale.../

lore
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 21/10/2013 :  11:48:38  Rispondi allegando il testo
La Natività

Vivere ogni giorno
riconoscendo la Mamma
è Natale.

Lo sbocciare
AMORE
tra fratelli...

Perpetuo genetliaco
nel segno
dell'Alleluia...

il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 23/10/2013 :  14:10:31  Rispondi allegando il testo
- Como Unindustria incontro con il filosofo Massimo Cacciari
«La democrazia si salverà solo se diventerà sovranazionale, perlomeno europea; e se le daremo un potere effettuale».
In un tempo in cui la parola crisi investe tutti i settori – economico, morale, culturale – non si salva nemmeno la vecchia cara democrazia, quella che nel mondo moderno è stata considerata il migliore dei sistemi politici. A dirlo è il filosofo Massimo Cacciari, che stasera ha incontrato i cittadini nella sede di Unindustria. Ed ad ascoltarlo c’erano 220 persone, un tutto esaurito che ha costretto gli organizzatori anche a respingere decine di richieste.- ( LA PROVINCIA di COMO 23/10).

Già circa 30 anni fa avevo avuto occasione di assistere ad un suo dialogo con Firpo del partito Repubblicano; Miglio era il moderatore al suo fianco c'era il Sindaco Spallino.
Firpo disquisì solo acqua tiepida, invece Cacciari celebrò l'enfasi alla filosofia, da ritenere che nessuno dei presenti capì. Dimostrando di essere un ottimo studente, da lasciare intravvedere una flebile fiammella al cambiamento.
Ieri sera Cacciari ha riproposto in maniera più chiara e colloquiale la filosofia classica, citando il periodo di “Platone”...
Sarebbe stato più utile ricorrere alla concretezza di Aristotele e le sue tre Scienze: Scienza Naturale, Scienza Morale, e soprattutto la Scienza Speculativa...
Allora avrebbe dimostrato d'essere un filosofo capace di aderire e fare proposte di miglioramento della realtà a vantaggio di tutti, e non mantenersi sempre in superficio d'apparire di non aver il coraggio di proporre un cambiamento vero.
Cacciari, naviga come tutti a vista, non avendo visione del futuro nel non aver capito la Filosofia di Esiodo, Socrate, e Voltaire...

Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 23/10/2013 :  18:43:15  Rispondi allegando il testo
Lorenzo Pontiggia
Sono d'accordissimo che la causa è Casaleggio, vedi la mia estromissione pur non avendo nessun interesse personale ma d'essere d'aiuto ai grillini... Ciao e complimenti per l'opera sociale che svolgi... lorenzo
Grillo è stufo?
QUANTI GRATTACAPI PER IL FONDATORE DEI 5 STELLE
Diktat sui clandestini. Sanzioni ai dissidenti. Capilista benemeriti eliminati. Nessuna democrazia. I grillini sono in panne. Ma dicono: «La colpa non è di Beppe, i danni li fa Casaleggio»
Oggi, 16 ottobre 2013
di Mauro Suttora
«Ha perso la testa». Questo è il commento più comune fra gli sconsolati attivisti del Movimento 5 stelle (M5s). Si riferiscono non a Beppe Grillo, fondatore e padre-padrone del movimento, ma al suo guru Gianroberto Casaleggio: è lui a gestire, in concreto, il secondo partito italiano.
Grillo si sta stufando del suo giocattolo. I 150 parlamentari eletti a febbraio fanno troppo di testa loro. Due senatori sono riusciti a sconfiggere il Pdl facendo passare in commissione un proprio emendamento che abolisce il reato di clandestinità per gli immigrati.
Rottura con Dario Fo e Marco Travaglio
Apriti cielo: il giorno dopo Casaleggio li ha sconfessati pubblicamente, con un diktat firmato anche da Grillo. Risultato: rivolta sia dei parlamentari, sia degli attivisti. E rottura con tutti: Dario Fo, Marco Travaglio, il quotidiano Il Fatto (l’unico vicino ai grillini). Sembra che Casaleggio sia posseduto da un «cupio dissolvi», una mania autodistruttiva. Che ha già fatto fuori Stefano Rodotà (candidato 5 stelle al Quirinale in aprile), Milena Gabanelli (la più votata per quella stessa carica), Emma Bonino (anche lei fra i presidenziabili, e antesignana della lotta contro il finanziamento pubblico ai partiti).
Sede vicino a via Montenapoleone
Il pugno di ferro di Casaleggio si fa sentire anche all’interno del movimento. La gestione apparentemente libertaria (niente statuti, sedi, dirigenti, funzionari), in realtà è quasi stalinista. Vietato ogni minimo dissenso. Casaleggio, dalla sede della sua società in centro a Milano (fra Montenapoleone e Mediobanca, zona di lusso da 20mila euro a metro quadro, alla faccia della polemica contro i «poteri forti»), si spinge a telefonare personalmente a consiglieri comunali (quello di Trieste Stefano Patuanelli) per chiedere condanne pubbliche contro i dissidenti (il senatore del Friuli-Venezia Giulia Lorenzo Battista).
Il ricatto: se non si obbedisce, il simbolo M5s viene ritirato (è di proprietà di Grillo e Casaleggio). La gestione del partito è familistica: il nipote di Grillo ne è vicepresidente, il figlio di Casaleggio guida un orwelliano e anonimo «Staff» che da Milano comanda tutti a bacchetta.
Basilicata: eliminato l’eroe verde
L’ultima scivolata: il candidato capolista alle imminenti regionali in Basilicata (17 novembre) Giuseppe Di Bello, tenente della polizia provinciale, cancellato dalla lista perché condannato in primo grado a due mesi per «rivelazione di segreto d’ufficio». Vincitore alle primarie online, Di Bello è stato poi cacciato per la regola che vieta la candidatura di condannati. Peccato che il reato da lui commesso sia in realtà una medaglia: i dati «rivelati» riguardano l’inquinamento del lago Pertusillo, che fornisce acqua potabile alla regione. Di Bello, assieme a Maurizio Bolognetti (che sarà invece capolista radicale) è considerato un eroe dagli ecologisti locali. Solo per i ciechi burocrati di Casaleggio è un poco di buono.
I sondaggi continuano a dare i 5 stelle al 20%. Grazie ai passi falsi degli altri partiti, il movimento è ancora visto come l’unico voto di protesta. Ma al suo interno si sfalda. Da anni Casaleggio promette una «piattaforma» online per prendere le decisioni in maniera democratica. Ma non arriva mai, quindi decidono tutto lui e Grillo.
Alcuni eletti hanno messo a punto un «Parlamento elettronico» per mantenere l’impegno con gli elettori di consultarli sempre sulla Rete: si considerano infatti semplici «portavoce dei cittadini». Hanno raccolto 160 mila euro per realizzarlo, dalla Cina sono arrivate le chiavette per il riconoscimento, come quelle delle banche (Casaleggio invece gestisce i voti online dal suo server privato). Ma il giorno dopo la presentazione ufficiale, Casaleggio li ha bocciati.
Si contraddicono su Napolitano
Imbarazzo perfino per la fedelissima Paola Taverna, la «poetessa», nuova capogruppo al Senato dopo Vito Crimi. È andata a presentare al presidente Giorgio Napolitano il piano carceri del M5s che potrebbe evitare l’amnistia avversata dai grillini. Ma il giorno dopo Casaleggio mette sul blog una richiesta di impeachement contro Napolitano. Come si fa a dialogare con un presidente, se lo si considera un farabutto da cacciare?
Mauro Suttora
Labels: beppe grillo, Emma Bonino, gianroberto casaleggio, giuseppe di bello, lago pertusillo, lorenzo battista, marco travaglio, maurizio bolognetti, mauro suttora, paola taverna, stefano patuanelli, stefano rodotà
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 24/10/2013 :  08:58:05  Rispondi allegando il testo
Mauro Suttora
Quindi anche tu pensi che il problema sia Casaleggio?
Oggi
Lorenzo Pontiggia
08:43
Lorenzo Pontiggia
Si! Si, è un furbo arrampicatore della scuola politichese, per di più è mancante di valori sociali, ma che sa sfruttare l'ignoranza del popolo, essendo la "politica" il lavoro più redditizio...
Al Pala Firenze ho sentito Travaglio e poi Grillo, ho pensato che il tempo era maturo per cambiare o fare della buona Politica, poi a Cesena è sortito Casaleggio, il "tutto fare" di Beppe e gli uomini giusti son stati accantonati...
Ciao e grazie dell'amicizia...
lorenzo pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 24/10/2013 :  15:22:08  Rispondi allegando il testo
Il DONO dell'AMORE

È in Riflente
nell'Amar il popolo...

Ascesi d'umiltà
con se stesso e

l'amica Eternità
vivente nella parola

AMORE...
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 24/10/2013 :  19:14:42  Rispondi allegando il testo
ETERNA PRIMAVERA
 
Danza di linfa
in lacrime d'AMORE.

Dono di Madre
tavolozza di colori

vivi, veri
iride al Creato,

baciati dal sole
bimbi senza età...

 Inno gioioso
all'Eterna Primavera...

il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 25/10/2013 :  11:34:17  Rispondi allegando il testo
San Valentino

 Innamorato di Gesù,
 volevo far parte della vigna.
Causa diagnosi errate
via crucis di cliniche...
 
Il Padre Spirituale D.G.Ottolo,
Giugno 1955 mi condusse
per l'iscrizione e visita
al Sem. S. Pietro – Seveso.

I certificati medici fallaci
crearono problemi:
<Ripassi fra qualche anno>.
 Dissi: < sarò un laico fra gli uomini!>.

Il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 25/10/2013 :  16:55:35  Rispondi allegando il testo
UN FENOGLIO ALLA PRIMA GUERRA MONDIALE - EINAUDI-

Il medico Durante entrò rapido nell'osteria. Si curvò sulla tavolata tra le grosse teste dei bevitori e infilò l'indice in un bicchiere pieno raso... Come stiamo a malati nella zona, medico?- -Due in tutto. Uno a Niella e l'altro alle case di Luca. Anche troppi per la mia voglia-. - E che hanno di male preciso?- - Tutti due malati nella testa. A fare il medico da queste parti l'indispensabile è una scaletta.-
Paco: - Per che farci con la scaletta?- -Per arrivare alla testa del paziente, Paco. Dalle nostre parti sono tutti unicamente malati nella testa-
Disse il messo comunale: - È mica difficile per un dottore far confusione fra le visite mediche e quelle altre.- -Turati la bocca, analfabeta...-

Un libro pubblicato 10 anni dopo la morte per far cassetta, d'apprenderlo come un taccuino d'appunto perché dice poco della valentia dello scrittore Fenoglio.

Lorenzo Pontiggia il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 28/10/2013 :  11:54:13  Rispondi allegando il testo
QUINTO POTERE (FILM). LA VERITÀ NON FA MALE, È IL MALE CHE FA IL MALE!





Oggi la libera cultura e la tecnologia d'Internet sono in grado di creare la rivoluzione senza spargimento di sangue...
La vicenda WikiLeaks è la Storia più importante di questi anni.

Ma il reale quinto potere annacqua la verità da lasciare nello spettatore del film paradossalmente indifferenza e nessun applauso...


L'infanzia di Julian fu travagliata ma arricchì la mente, e il mondo d'Internet gli si aprì, spalancando le brutture non solo della politica economica mondiale: <LA VERITÀ NON FA MALE, È IL MALE CHE FA IL MALE!>.


Assange riporta a galla documenti segreti da scatenare un ribaltamento soprattutto nel Terzo Mondo...


Julian Assange è un grande del Ventunesimo secolo da paragonarlo al Grande Filosofo VOLTAIRE!



Film consigliabilissimo...



Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 28/10/2013 :  19:35:56  Rispondi allegando il testo
L'INGENUO – STORIA VERA, tratta dai manoscritti di Padre QUESNEL (1767). VOLTAIRE.

Nell'anno 1689, il reverendo di Kerkabon e sua sorella passeggiavano in riva al mare, ricordando la partenza del fratello e della cognata. Quando videro entrare nella baia di Rance un piccolo bastimento; erano inglesi venuti per vendere qualche derrata del loro paese.
Un giovane assai ben fatto si slancio al di sopra dei suoi compagni, e si trovò di faccia alla signorina. Il suo viso e il suo abbigliamento attirarono l'attenzione...
Parlava francese e offri l'acqua delle Barbadi e bevve con loro. Gli offrirono i propri servigi domandandogli chi fosse e dove andasse. Rispose che era curioso, era venuto a vedere le coste della Francia e se ne sarebbe ritornato via.
<Signore, come vi chiamate? - Mi chiamano l'Ingenuo e sono urone, e anche in Inghilterra tale nome mi è stato confermato, poiché dico sempre ingenuamente quello che penso e faccio tutto quello che voglio. Son stato fatto prigioniero dagli inglesi, ai quali piace il coraggio, poiché sono coraggiosi e onesti come noi, mi proposero di rendermi ai miei genitori; io accettai perché mi piace vedere il mondo e poi per conoscere i miei genitori, e imparare altre lingue. In segno di gratitudine per la loro buona accoglienza tirò fuori dalla camicia: < Quel che ho di più prezioso perché siate sempre felici>.Quel presente consisteva in due ritratti malfatti, uniti da una cinghia molto unta. Il reverendo guardava i ritratti; cambio colore, gli tremarono le mani. La signorina, dopo averli osservati con uguale commozione, all'unisono è nostro nipote. L'Ingenuo disse di non aver conosciuto né padre né madre. Il priore, che era uomo di buonsenso, notò che l'Ingenuo aveva un po' di barba, che gli uroni non ne hanno. < Dunque è figlio di un europeo. Ed è mio nipote, la balia Urona gli ha salvato la vita>. Lo abbracciavano versando molte lacrime; e l'Ingenuo rideva, non potendo immaginare come un urone potesse essere nipote di un priore della Bassa Bretagna.
Il priore, accorgendosi di diventare vecchio si mise intesta una volta battezzato di rassegnarli il suo cospicuo benefizio e farlo entrare nell'ordine.
L'Ingenuo aveva una memoria eccellente oltre una testa pensante che non si lasciava sfuggire nulla. Le sue idee erano tante più vive e chiare in quanto, non essendo stato durante l'infanzia riempito di inutilità e di sciocchezze come noialtri, le cose gli entravano nel cervello senza fumi da saper ben usare la Riflente (riflessione-mente), da dire: < La lettura allarga la mente, e un amico illuminato la consola>.

Il libro consiste in 70 pagine che allargano la mente...

Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 30/10/2013 :  11:01:16  Rispondi allegando il testo
TRE AMICI: POESIA


VITTORIO BACHELET,/
agli stage di Settembre/
della Magistratura/
a Villa Monastero,/
ai miei interventi/
si rivedeva giovane,/
voleva i miei scritti:/
POESIA/

ALDO MORO,/
ai Corsi di Studi/
Cristiani Assisi,/
sentendomi parlare/ m'invitava/
sorseggiare un/
lungo caffè:/
POESIA/



ANTONINO CAPONNETTO,/
a Villa Olmo-Como,/
fa un discorso,/ intervengo.../ Lui:/
<Lei deve fare/
il Politico!>:/
POESIA/

Tre amici/
un sol pensiero:/ far crescere/ l'ITALIA:/
POESIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 30/10/2013 :  18:37:24  Rispondi allegando il testo
Caos multe ai commercianti
«Sciopero delle luminarie»

Dal Giornale "LA PROVINCIA di COMO"

29 ottobre 2013
Cronaca
Commenti (2)

<?EM-dummyText Didascalia?>(Foto by <?EM-dummyText Crediti?>)
Insegne, piovono sanzioni Ai negozianti già 2100


Protesta contro le multe Drappi neri e vetrine vuote
Errori nelle multe, ecco le prove
Imposta sulla pubblicità Ondata di accertamenti
«Ci multano ingiustamente, non paghiamo le luminarie di Natale». La clamorosa protesta arriva da un gruppo di negozianti , furibondi dopo le sanzioni ricevute per il mancato pagamento della tassa sulla pubblicità (insegne, manifesti e adesivi). Gli accertamenti spediti da Ica (2.137 per un milione e 100mila euro), società che lavora per il Comune, stanno suscitando polemiche a non finire, poiché molti ritengono ingiustificate le multe e contestano l’interpretazione delle norme data dall’agenzia.
La novità di ieri è lo “sciopero delle luminarie”, annunciato da Confcommercio e confermato dalla delegazione di negozianti giunta in serata in consiglio comunale: «Visto il trattamento ricevuto, a questo punto non facciamo le luminarie di Natale, non paghiamo - tuona il presidente Giansilvio Primavesi - Molti associati si dicono favorevoli all’iniziativa e alcuni sono andati in consiglio proprio per dirlo a chiare lettere. Inoltre domani (oggi, ndr) sottoporrò la questione delle multe ai vertici regionali di Confcommercio».



Rispondo:

Commento n. 3
Ho preso in affitto un negozietto in via Lambertenghi, dove la via si restringe e non consente visibilità alla vetrina. Verso via Diaz, il negozio presenta un avanzamento di circa 20 cm., ed io lì ho presentato domanda regolare per l'affissione di una piccola insegna luminosa per attirare l'attenzione dei passanti.
Il permesso mi è stato negato perché non è consentito affliggere nulla alle pareti.
Mi chiedo che cosa è consentito ad un commerciante per rendersi minimamente visibile per attirare anche i turisti, pagando le dovute tariffe?
Stiamo vivendo una crisi che ci sta piegando, parliamo di turismo e di accoglienza nella città, e stiamo prendendo le misure per deprimere e uccidere il Commercio ed è un paradosso.
È paradossale anche che le autorità non abbiano ancora firmato la delibera che consente ai commercianti regolari col pass per il carico e scarico di entrare e uscire fino alle dieci del mattino.
È paradossale anche che un commerciante non possa avere ad una cifra ragionevole un parcheggio abbastanza vicino al negozio per offrire un servizio ai clienti, visto che il Comune non mette a disposizione una navetta come avviene in altre città straniere che vivono sul turismo come NIZZA.
I clienti soprattutto stranieri facilmente desistono all'acquisto di un oggetto pesante o ingombrante perché è troppo complicato chiedere i permessi per portarselo via.
Ci sentiamo cittadini vessati...
Siamo in attesa del BUONSENSO.
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/10/2013 :  14:11:50  Rispondi allegando il testo
Commenta dal Giornale "LA PROVINCIA di COMO
Angelo Masciocchi ha riaperto la macelleria di via Perego Como -
Angelo Masciocchi ha 69 anni e martedì mattina ha rialzato la saracinesca della sua macelleria di Breccia, dalla quale era andato in pensione sette anni fa. Era stufo di stare a casa e di vedere il negozio vuoto e così ha deciso di rimettersi dietro al bancone, tra carni, salumi e formaggi.


Il motivo? In fondo è molto semplice: «Mi piace il mio lavoro-racconta-l’ho sempre fatto con passione e mi spiaceva che il negozio andasse perso. Piuttosto che smantellare tutto ho deciso che valeva la pena ricominciare. La macelleria è la mia vita; ho iniziato nel 1956, quando avevo 12 anni e non mi sono più spostato».


Soddisfatti i residenti tutti convinti che negozi come quelli di Masciocchi offrano un servizio indispensabile per la popolazione ed offrano esperienza e qualità.

Rispondo

Son del 1941, quando chiedono: < quanti anni hai?>, rispondo son nel settantaquattresimo anno di vita. < Ma il conto non torna?>, spiego essendo nato a Febbraio e il concepimento è avvenuto nove mesi prima, e la nascita è stata regolare, dopo tre mesi e un giorno comincio ad essere nel secondo anno di vita...
Il lavoro mi rende indipendente da tutto, lo scrivere mi fa gustare i valori del Vivere nel dare...
L'esempio di Masciocchi è paradossalmente un invito a tutti di amare il lavoro che si sceglie = ogni giorno si è utile alla Società = Eternità...
lorenzo pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/10/2013 :  16:56:08  Rispondi allegando il testo
Lorenzo Pontiggia
< La Verità non fa Male, il Male fa il male…>

Parto con Ivana alle 14,40, il centro di Milano è intasato, per riuscire a trovare un posteggio impiego circa mezzora, arrivo in libreria RIZZOLI alle 16,15.
L’incontro poetico, avviene al terrazzo del primo piano, persone presenti circa 40, di tutte l’età…
- I poeti con la lettura si sottoporranno al voto insindacabile della giuria, che sarà formata da Emiliano Cesari, rappresentante della libreria Rizzoli, Alberto Figliolia, giornalista de Il Giorno e autore, e Andros, scrittore e scultore.
La casa editrice Albalibri pubblicherà gratuitamente, nell’ambito della sua collana di poesia I poeti sommersi, un’antologia contenente le poesie dei 50 finalisti.-

Alberto Figliolia è l’anfitrione della situazione ed anche poeta di 15 libretti, ma come parla e visto da un libretto presente in terrazza non possiede il quid poetico!
Riporto una sua poesia:
- Fuori della porta c’è scritto
commendatore,
avvocato, ragioniere…
mai Signore-

Sono il quarto a leggere in ordine le tre poesie spedite, mi presento come Poeta Naiif, aggiungo è quarant’anni che scrivo poesie, conosciuto in Internet:

Sera della nevicata
del 27/01/06

La Contessa Bianca
ha trasformato in Castello
il suo habitat…

Ponti levatoi alzati
pennacchi sparsi,
dove la luce
crea fantasmi.
Fan rumore le ferite
si diverte la Signora…

Vicino al camino
aspettiamo la Contessa,
che la smetta di giocare!
Per ristabilire l’ordine in contea
cominciando a far la conta
tirando le somme da sborsare…

La Donna del mare

Avvolta dall'azzurro cielo
sugli scogli controvento
spicca la fulgida silhouette
di pietra di luna
sfidando tempeste...

La chioma
danza sull'argenteo mare
gli occhi son Stelle marine
lo sguardo spazia
nell'abisso cielo mare
al ricordo dell'Amore
che nei giorni di corallo
cavalcava le onde...

Il mare
nel suo Eterno Vivere
prende e da...
Lei nella sua Fierezza
bacia la Perla
che brilla nell'infinito Oceano...

Mio Unico AMORE

Sono nell'impossibilità d'aiutarti
la Speranza è l'unica via...
Il tuo dolore è il Silenzio
il mio è il Sorriso...
Ci regaliamo attimi di Vita
ricordando il Sì
parlando d'Amore...

La Fede
coscienziosamente ci prepara
all'inevitabile disfacimento
della bellezza...
Sorridendo allontano le parole ronzanti
dicendoti t'AMO come la prima volta...

I tuoi occhi velati
reattivi insegnano a Vivere
in un cantico ETERNO...

All'appello mancano tre poeti e Figliolia, legge per loro…
Dalla lettura degli altri nove selezionati, dal mio punto di vista, solo un ingegnere di Milano, mi sembra interessante…

La giuria, non si è appartata, dai movimenti si capisce che per la prima volta leggono i nostri scritti; all'anfitrione è facile imporre il suo parere:
prende parola, comunica la vincitrice della deca, la poetessa Podda, assente.
Invita il pubblico ad essere presente il 17 Giugno, per la finale del concorso.
In sostanza in un ora tutto è finito!
Non ricordando le poesie, chiedo in modo secco ad Alberto, essendo io Naiif, desideroso d’apprendere, di rileggerle e motivare la scelta…
Alla mia sollecitazione decisa acconsente, mette la massima concentrazione nella rilettura, poi spiega i criteri: tutte le tre poesie contengono metafore e contrasti insoliti…
Dandomi soddisfazione, non posso che accettare il verdetto giusto o sbagliato…
Il responsabile della casa editrice Albalibri, oltre che tirare un sospiro, aggiunge: -Riconoscere è da Poeta!- Aggiunge: - Pessoa non ha vinto nessun premio…-
Spero che i presenti, dato che anno applaudito con calore la mia poesia, abbiano apprezzato anche il mio intervento.

Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
14/05/06

La CULTUROPOLI

Amici,
la realtà della nostra cultura è in mano a faccendieri capaci di vendersi, ma non di far rinascere i veri valori della cultura italiana…
Ieri sera ho sentito un filosofo, preside di scuola, parlare della comunicazione negativa,
per spiegarla: un panegirico di parole inutili, solo in ultimo ha presentato il Parisarca, colui che dice in faccia la Verità!
Il non parlar chiaro è demagogia, gattopardismo, politichese…, la nullità dell’infelice che sfrutta l’ignoranza di chi casca nelle sue parole nel sentirsi felice…
- La Verità non fa male, il male fa il male!-
I Poeti sono i cantori di Verità! Se in loro non c’è ricerca di Verità non possono definirsi Poeti!
Ungaretti, il più grande Poeta Italiano del Novecento ha il merito d’aver sintetizzato la sua profonda Poesia in poche parole, esempio: Mattino – M’illumino d’immenso – inciso su un bossolo per mancanza di carta sul fronte 1915/18.
Il Poeta Maestro di sintesi comprensibile, inconsciamente diede il là al ermetismo di pseudi poeti che lo innalzarono a padre della nuova corrente, la quale prese piede ed ora dettano legge in campo culturale.
L’ermetismo è un gioco di parole non comprensibili, che non accendono la lampadina di chi legge!
Chi fa poesia ermetica non coglie dal suo orto, è mancante d’Anima, d’allontanare il lettore…
Cosicché la Culturopoli comanda e avanza come la piovra…
Se non la si mette al bando, la Poesia sarà allo sbando!
La Cultura per antonomasia, dovrebbe essere sopra le parti per indicare il progresso, diversamente è la responsabile del disfacimento a 360° della Società!
Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
26/05/06

- www.ALBALIBRI.COM
IL POETA
Nel nostro viaggio editoriale ci capita di conoscere tanti poeti, bravi e meno bravi, conosciuti e meno conosciuti. Sempre più spesso, ci imbattiamo in alcuni poco gradevoli e molto frequenti comportamenti, tipici di una certa tipologia di poeta. A questa tipologia, dura a morire, di poeta carente di umiltà dedichiamo questi semplici versi, che, a dire il vero, si potrebbero applicare a molti di quelli che scrivono in generale.
Ignoti o famosi che siano.
Non ci illudiamo che possano servire a cambiare i loro atteggiamenti, ma li pubblichiamo ugualmente per ricordare, a noi stessi e a chiunque li leggerà, come NON dovrebbe essere un poeta...
Sperando di non cadere mai nella trappola dell'autoesaltazione.

Il poeta

Il poeta è rosso in viso,
il poeta è roso e inviso.
Il poeta è in prima fila,
ma nessuno se lo fila.
Il poeta, ora lo spiego,
è borioso e tutto ego.
Il poeta altro non legge
che i suoi scritti, che son legge.
Il poeta; come si ama!
Non scorreggia: lui declama.
Il poeta si corteggia,
nei suoi sogni lui primeggia.
Il poeta lo si annuncia;
solo lui, il resto mancia.
È il poeta: guarda e impara,
la superbia quanto è amara!

Andros -

L'articolo è diretto alla mia persona...
rispondo:
Piangere o ridere…
Ho appena vergato l’articolo CULTUROPOLI, ho guardato ALBALIBRI… constatando che il mio scritto è centrato…
Ma la Verità per la pseudo cultura fa male, da mettermi all'angolo degli "asini" o in vetrina!
Piangere per la pochezza dell’amata cultura o ridere dell’ignoranza?
Piango per i polli che si credono capponi!
Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory

-AL POETA marylory

- Soprattutto, hanno accolto i suggerimenti che trovo nella prefazione del libro: - Per qualcuno potrebbe essere l’inizio di una carriera di poeta, per essere poeta non servono né targhe, né premi, né diplomi.
È la nostra prima antologia, e da inesperti abbiamo fatto degli errori.
Fissando il numero di cinquanta finalisti, per esempio. Quando fissi un numero devi rispettarlo e per rispettarlo siamo stati costretti a non essere drastici nella scelta della qualità.
Portare gli autori in un luogo d’incontro, a tu per tu con la giuria, è stato rischioso: qualche autore se l’è presa male per non essere arrivato in finale, ma sono stati in pochi.
Tutto sommato è un buon libro, fatto con vere poesie di veri poeti.
Ringrazio tutti i partecipanti e anche quei pochi, non selezionati come vincitori del loro turno, che sono rimasti scontenti.
Grazie a loro, infatti, cambieremo la formula del nostro prossimo concorso; a scegliere il migliore saranno gli stessi poeti, non più una giuria, votando democraticamente.
Clirim Muca –

Rispondo:
La Poesia è Saggezza, per antonomasia è VERITÀ, la VERITÀ’ non fa Male, il male fa il male…
Riconoscere è POESIA, e AMORE alla VERITÀ…
Ringrazio Clirim Muca, augurandogli prosperità alla sua casa editrice

Notte bianca a Milano
Sabato, 24/06
Di pomeriggio con la mia Musa MarYva decidiamo di partire di sera sul tardi per Milano e di sfruttare la Notte Bianca, per acquistare in libreria Rizzoli il libro di Albalibri, presentato la scorsa settimana: “Poeti in Galleria sommersi e metropolitani”, a cui ho partecipato.
Alle 20,30, il cielo s’è rannuvolato, sfogandosi verso Milano; d’allontanare almeno per un giorno l’afa…
La grande folla che si temeva, il temporale, l’aveva allontanata, in Piazza DUOMO c’era gente ma non la ressa.
Da un grande palco la banda suonava, ma l’acustica faceva pena…
Ritirato il libro ci spostiamo in zona Brera, al bar Jamaica, seduti ad un tavolino, leggendolo non solo non m’hanno bannato per averli criticati, anche in Internet.
Così dopo più di quarantanni che scrivo poesie ( a parte i dieci libri da me pubblicati), ed essere stato l’unico poeta chiamato dalla TV di Saxa Rubra, il 10 Febbraio 2005, per la commemorazione
dell’Esodo Istriano (Foibe) in diretta con il Regista del “Cuore nel pozzo” Alberto Negrin. -Senza nessuna raccomandazione!-
Per la prima volta, compaio in un antologia di poeti…
Bacio la mia Musa e guardiamo la strada per il Parnaso…

Il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
25/06/06
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 01/11/2013 :  18:47:38  Rispondi allegando il testo
Dal Giornale La Provincia di COMO
comitatolocomotiva851 - 31-10-2013 - 14:55h
egregio signor Masciocchi, con tutta la simpatia che mi fa il suo aspetto, le vorrei dire questo: ma non poteva restare in pensione, come lo sono io, invece di continuare una attività nella quale poveri animali che non hanno fatto niente vengono uccisi perchè la loro carne è buona? Sono vegetariano da alcuni anni e ritengo che non sia giusto eticamente che l'animale sia ucciso e ancor più torturato per esperimenti o altro... insomma, che venga fatto soffrire!... E'anch'esso, anzi anch'egli, una creatura di Dio, e Lui nella sua grande bontà non avrebbe potuto creare gli animali sapendo che avrebbero dovuto essere uccisi con sofferenza... Sì, perchè di grande sofferenza si tratta, sia prima di essere uccisi che all'atto dell'uccisione, anche se chi lo fa nega che sia vero ciò (vorrei farlo provare a loro!..). Cordiali saluti... e ci ripensi!... Francesco Aguglia

rispondo
Caro Francesco Aguglia, Madre terra ha generato i tre Regni Naturali: Minerale, Vegetale e Animale.
Questi tre Regni hanno bisogno uno dell'altro, essendo tutto Biologia=Energia = il perpetuo Eterno, e oggi il 1 Novembre si Festeggia l'ETERNA VITA o STORIA e tutta l'Umanità è Partecipe...
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 02/11/2013 :  20:19:26  Rispondi allegando il testo
Gianluigi Maggi

Dalla parola pronta,
viso interessante
e l'Umanità
della Mamma:
la maestra Maggi...

Ognuno fa la propria Storia,
insieme siam partecipi
dei ricordi di ERBA,
e del percorso della nostra Vita.
Gianluigi siam Tutti ETERNI!

Il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina
Pagina di 95 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2020 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,16 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo