Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 Cultura
 Lore 2
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 95

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/08/2016 :  12:23:13  Rispondi allegando il testo
PENSIERO DI VITA

OGNI GIORNO COLGO,
STRAPPO UN 'FIORE' PER

LE VIE DEL MONDO PARLANDO
AL FUTURO DI VIVERE

DA UMANO IN RIFLENTE
NELL'UTILITÀ ALL'UMANITÀ...


LORENZO PONTIGGIA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/08/2016 :  19:17:21  Rispondi allegando il testo
LINFA DI STORIA

IL POETA NELL'ESSERE SE STESSO
VIVE USANDO LA RIFLENTE

TRA LA GENTE PAGANDO DAZIO
PER AMORE ALLA VERITÀ...

LA SUA SINTESI INTUITIVA
CARISMATICA PROFETICA:

AMORE SOCIALE...

Lorenzo Pontiggia la RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 28/08/2016 :  14:46:19  Rispondi allegando il testo
IL PERSONAGGIO MUSSOLINI DAL 1922 AL 32... (la 9 puntata EUROPA)

Mussolini: < In EUROPA vi sono Popoli il cui temperamento è più attraente di quello di altri...> Cioè: né carne né pesce, poi una 'oltraggiosa': < Il valore di un Popolo è determinato dalle sue vittorie...>. Uguale rovine, perpetua infelicità... < Non dalle sue Vittorie, anche se sono il fondamento del loro valore... La Cina è un esempio di resistenza per la salvezza del suo Paese >.
Per il Duce la guerra gli era sempre presente, ricordandosi nella prima gioventù fu capobanda di monelli, ed anche ferito: prova di eroismo!
< I trattati non sono prigioni... io i bambini li preparo alla lotta della vita, anche per quella della Nazione. Noi festeggiamo il 24 maggio, giorno in cui la guerra s'iniziò, non il trionfo sul vinto...>.
< Sangue, la gente si accorge sempre della guerra solo quando scorre il sangue. Non abbiamo forse oggi la guerra doganale? Fonte di pericolo per la pace?. Perciò io sono contro le dogane! E le ho aumentate meno degli altri.>. < Dalle nuove rivoluzioni formeranno il Nuovo 'Uomo' Europeo >.

Il Personaggio Mussolini: seguirà la 10 puntata dal 22 al 32 “Paesi Stranieri”
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 29/08/2016 :  08:22:30  Rispondi allegando il testo
IL PERSONAGGIO MUSSOLINI dal 22 al 32 (Sui Domini del EUROPA 11 parte)
Mussolini e le differenze sul sistema di Roma e di Mosca:
< Noi abbiamo proprietà privata, i Russi no. Noi abbiamo messo il capitalismo sotto controllo, i Russi lo hanno soppresso. Da noi il partito dipende dal governo, là è il contrario. >. < Però non nego delle somiglianze, >. < Sull'Avanti scrissi una volta: “Il Socialismo non è una cosa arcadica e pacifista. Noi non crediamo alla santità della vita”.
E allora il fascismo?.
< È la stessa cosa! Se il fascismo non fosse una fede, come potrebbe eccitare coraggio e fuoco?”
Sembra comunismo?
< Questa cosa non mi preoccupa, va bene così. >,
Allora è la fede, come quella dei Russi che distinguono i due sistemi dagli altri?.
< È ancora di più. In tutta la parte negativa ci assomigliamo. Noi e i Russi siamo contro i liberali, i democratici, il parlamento... Oggi, non posso più filosofare ma agire... A Mosca tutti parlano di lavoro e speranza... >. < Lo Stato fascista tutto dirige e controlla, dagli imprenditori della pesca alla industria pesante della Val d'Aosta... Lo Stato è proprietario delle miniere e delle cave, lo Stato fa i trasporti, gli appartengono le ferrovie... nonostante tutto questo non è socialismo di Stato... Tutto è definito nella carta del lavoro, e se non funziona interviene lo Stato... Inoltre il capitale non è una divinità: è uno strumento per il popolo!>
Da scaltro sa ritornare a suo piacere o alle vicinanze di sue Idee precedenti...
< Il fascismo non può essere esportato in nessun Paese: è un prodotto Italiano... Però gli Italiani son critici che dovrebbero imparare ad obbedire. I Tedeschi hanno Marx, Hegel, Nietzsche, maestri della critica, ma nessun dittatore che fa la rivoluzione, per loro è il momento di criticare...>
Lorenzo Pontiggia il Poeta la RIFLENTE ENERGIA
seguirà 12 puntata la "Ricostruzione..."
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 30/08/2016 :  12:19:45  Rispondi allegando il testo
IL PERSONAGGIO MUSSOLINI dal 22 al 32 (12 parte)

Roma e Mosca si assomigliavano? Mussolini: < Le differenze è che Noi abbiamo proprietà privata, i Russi no. Noi abbiamo messo il capitalismo sotto controllo, i Russi l'hanno soppresso. Da noi il partito dipende dal governo, là è il contrario.>
Prima della morte di Lenin era la stessa cosa. < Io non nego le somiglianze.>
Mussolini scrisse una volta sull'Avanti!: < Il Socialismo non è un cosa arcadica e pacifista, Noi non crediamo alla santità della vita >. Questo non è il fascismo? < È la stessa cosa >. Lei ha scritto: < Se il fascismo non fosse una fede, come potrebbe eccitare coraggio e fuoco? >, Non è, questo, comunismo? Allora è la fede, che Lei e i Russi distinguono i due sistemi dagli altri? Mussolini assenti': < Ancora di più. In tutta la parte negativa ci somigliamo. Noi e i Russi siamo contro i liberali, i democratici, il Parlamento.>.

Benito nel 1919/20, scrisse (Giustamente) che Lenin ha liberato la Russia dalla autocrazia, ed ha profetato che la Russia diverrà un giorno una delle più produttive potenze della terra>. Lenin deve aver conosciuto Mussolini per aver detto: < Perché avete perduto Mussolini? >. < Io non son sicuro di averlo incontrato con gli altri a Zurigo...> .

Escursione storica:
Il "testamento" di Lenin
-Il compagno Stalin, divenuto segretario generale, ha concentrato nelle sue mani un immenso potere, e io non sono sicuro che egli sappia servirsene sempre con sufficiente prudenza...
Inoltre: Stalin è troppo grossolano, e questo difetto, del tutto tollerabile nell'ambiente e nei rapporti tra noi comunisti, diventa intollerabile nella funzione di segretario generale.
Perciò propongo ai compagni di pensare alla maniera di togliere Stalin da questo incarico e di designare a questo posto un altro uomo...-
Lenin: fu avvelenato 'lemme lemme' per ordine di Stalin...-

Il Duce: < Prendiamo esempio dal capitalismo americano che annulla la politica... Ogni quattro anni vanno a votare... e il candidato battuto telegrafa al Presidente nominato augurandogli di non 'deludere' >
In Europa questo non succede perché il capitalismo ha distrutto l'interesse politico per il denaro e l'arrivismo! La gente, oggi, non vuol governare, non vuol sporcarsi le mani e poi si lamenta... Se gli uomini di Stato fossero dei Grandi Uomini aperti alla Realtà, che pagano di Persona ci sarebbero meno partiti e più UMANITÀ!

Lorenzo Pontiggia il Poeta La RIFLENTE (seguirà la 13 puntata)
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/08/2016 :  09:37:38  Rispondi allegando il testo
IL PERSONAGGIO MUSSOLINI dal 22 al 32 (13 parte)

UNA PALUDE SI STENDE LUNGO LA MONTAGNA,
E INFETTA IL TUTTO GIÀ CONQUISTATO.
TOGLIER VIA ANCHE IL MEFITICO PANTANO:
QUESTO SAREBBE IL MASSIMO SUCCESSO.

In Benito la voglia di fare e comandare l'aveva già espressa da adolescente nel bene e nel male...
Trovò il sorprendente parallelo nei versi del FAUST, nell'opera di recupero del AGRO PONTINO...
Inoltre avendo letto Napoleone a Sant'Elena che menzionava dighe canali porti strade fabbriche e case come risultato effettivo, tralasciando le battaglie...
Capì che il popolo ha bisogno di tale opere, non di guerre...
Inoltre il malthusianismo della diminuzione della popolazione non può che portare miseria... L'industria è la base alla promozione della Cultura, e dell'evolversi “naturale”!
< Noi facciamo per la madre più che ogni altro Stato d'Europa... >. Aggiunse: < Dove la carta del Lavoro non funziona, subentra lo Stato, La Carta del Lavoro è già al di fuori del capitalismo.>.

< I balilla cerco di formarli a poco a poco in una élite mediante una scelta sempre più fine >. < I nostri insegnanti sono pagati dieci volte più di quello che ero pagato io trent'anni fa come maestro, avendo un poco ascoltato mia madre...>.
Ricordandosi della prima gioventù da “teppista” che comandava a suo piacere... Ora consigliava che non deve essere assurdo, ma sentire che è ragionevole, perché: < La legge ha sempre qualcosa di freddo e di cadaverico...>.

Seguirà 14 parte IL PERSONAGGIO MUSSOLINI
Lorenzo Pontiggia il POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/08/2016 :  15:00:22  Rispondi allegando il testo
POETICAMENTE

CREDO IN ME STESSO
NELLA PURA POESIA =
VERITÀ ALLA CUI BASE
NON CÈ SPECULAZIONE,
MA AMORE ALLA REALTÀ...

LA POESIA AFFRATTELLA
L'UMANITÀ E TUTTO CIÒ
CHE CI CIRCONDA:
AMANDO IL PROSSIMO
CI SI SENTE VIVI,

VERI CAPACI DI SORRIDERE
AL FUTURO POETICO:
OPERANDO IN SINCERITÀ
DISINTERESSAMENTE
POETICAMENTE PER LA PROGENIE...

IL POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/08/2016 :  19:29:38  Rispondi allegando il testo
ROMA E LA CHIESA -14 parte di “MUSSOLINI”-

Il potere laico in un detto di Cavour: < Libera Chiesa in libero Stato >.
Mussolini: < È irrealizzabile il pensiero di Cavour con la chiesa cattolica... Io ho fatto diversi tentativi. Nel 1922 volli cedere ai Popolari alcuni posti nel governo. Don Sturzo lo mandò a monte. Egli credeva di poter continuare il vecchio gioco con me come con Giolitti, e allora l'ho cacciato via. > Ma perché? < Fu necessario, per chiarire cose delicate... >. La Chiesa è chiesa quando predica, ma quando 'razzola' tira fuori la sua 'anima.' Benito: < Tre anni di seguito trattai il problema
senza senza guardarci in faccia...>. < Ora ho visitato il Papa.>.
Tutta Roma parlò del fatto che Mussolini si sia inginocchiato e baciato la mano al Papa. < Sapendo delle mie origini mi lasciarono fare... >. < Mi trovai, Io Capo del Regime conciliato con la Chiesa in lotta con il suo indomito spirito.> < I romani erano beati “et fortes”, ora deboli e ignoranti. Gli ultimi saranno i primi. Rivolta degli schiavi, Nietzsche ha ragione.>... < Forse i vantaggi saranno più grandi degli svantaggi, l'influenza del cristianesimo ha portato un progresso nella storia dell'umanità. D'affermare se il cristianesimo non fosse giunto nella Roma Imperiale sarebbe rimasto una religione poco diffusa... < Il centro del Mondo lo è solo nel senso di avere più storia degli altri>.
Mussolini in quel momento si sentiva parte della Storia di Roma... D'arrivare a dire: < Gesù è il più grande. Cesare viene dopo di lui >.

Lorenzo Pontiggia il Poeta la RIFLENTE seguirà la 15 parte

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 01/09/2016 :  11:06:39  Rispondi allegando il testo
AGIRE E PENSARE 15 parte: Lorenzo Pontiggia il Poeta la RIFLENTE

Mussolini:< Dall'inizio dell'adolescenza ad oggi tutto è cambiato = Storia... Ma l'individuo rimane lo stesso >. Nella prima gioventù Benito violentava le ragazze con la forza, e se si lamentavano: < Rispondeva non dovevate sottomettervi...>. Da animale uomo con la sua esperienza, la sua fama/e, le cadevano fra le braccia... Inoltre sulle donne: < È per me un mondo poco chiaro... >.

Della marcia su Roma ebbi l'ispirazione intuitiva in un'adunanza il 16 ottobre a Milano. Decisi x il giorno 28, il giorno giusto!>. Perché? < Sentii che un solo giorno di ritardo poteva rendere impossibile tutto ed ebbi ragione...> Indovinò altre cose? < Così successe a Bologna il 31 ottobre 1926, l'atmosfera era opprimente da sentirmi minacciato. E la sera avvenne l'attentato >.
Anche sulle decisioni dello Stato? < Tanto maggiormente. Una legge può avere conseguenze opposte a quelle prevedute>.

Allora è vero che l'Uomo d'azione non diventa grande senza una vena poetica? Mussolini: < L'uomo politico ha bisogno prima e dopo, della fantasia, altrimenti egli è arido, non arriva a niente. Ma non solo egli; nessuno può giungere a qualcosa di buono senza un sentimento poetico, senza la fantasia. E ciò nasce dall'Esperienza! > Ma c'è anche l'arte della Parola: la potenza della parola di Napoleone. Vi sono manifesti e discorsi di Lui coi quali effettivamente egli ha ottenuto le vittorie. Il Duce: < La potenza della Parola ha valore inestimabile per chi governa. Occorre solo variarla continuamente. Alla massa bisogna parlare in modo imperioso, ragionevole davanti un'assemblea, in modo familiare ad un piccolo gruppo. È errore di molti uomini politici aver sempre il medesimo tono. Naturalmente parlo al Senato in modo diverso che sulla piazza.>.

Crede che il Poeta possa preparar la via all'uomo di Stato, anche tramite la rivoluzione? Mussolini: < Decisamente, con la sua fantasia altamente evoluta, il Poeta è quasi sempre il Profeta della nuova era. Dante ne è un grande esempio...>. < Quando un filosofo, finlandese mi pregò recentemente di dargli il senso del fascismo in una frase, scrissi in lingua tedesca: < Noi siamo contro la vita comoda! >...
< E là, fuori, è sempre ancora Roma>. Ed indicò il bagliore di luce che penetrava dalla piazza piena di lampade attraverso le vetrate verdastre.


Seguirà MUSSOLINI: ORGOGLIO e AZIONE: 16 parte
Lorenzo Pontiggia il Poeta la RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 01/09/2016 :  19:26:15  Rispondi allegando il testo
DISEGNO INFINITO

CHI SCOPRE LA RIFLENTE
CONOSCE SE STESSO,
VIVE IN SIMBIOSI DEL
INFINITO VIVERE
POETICAMENTE:
AMORE SOCIALE

IL POETA IN RIFLENTE


L'ARTE È ARTE

SE ROMPE IL MECCANISMO
DELL'EDONISMO CONSUMISTICO...

L'EVOLVERSI DELLA NATURA
È EQUILIBRIO E MATURITÀ...

IL POETA IN RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 02/09/2016 :  09:22:50  Rispondi allegando il testo
L'ARTE È TALENTO

SE ROMPE IL MECCANISMO
DELL'EDONISMO CONSUMISTICO...

NELL'EVOLVERSI DELLA NATURA
C'È EQUILIBRIO E MATURITÀ...

IL POETA LA RIFLENTE



========================================



VIVERE È ETERNITÀ

AMANDO IL MONDO
NEL PRINCIPIO DI VIVERE

AMO CIÒ CHE UNA GOCCIA DONA:
TANTE STELLE, TANTA POESIA,

IN OGNI ODE SPLENDE
L'ARCOBALENO DELL'AMORE...

IL POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 02/09/2016 :  14:15:51  Rispondi allegando il testo
ORGOGLIO ED AZIONE: (16 parte) per MUSSOLINI: < LA CONSAPEVOLEZZA DI SE STESSO >
In Tedesco anche 'ALTERIGIA'. < ESSA È PRESUNZIONE, LA DEGENERAZIONE DELL'ORGOGLIO.>.

Alla domanda: Lei Mussolini è orgoglioso che i suoi antenati abbiano posseduto a Bologna uno stemma nel tredicesimo secolo che qualcuno ha trovato. Il suo volto assunse un'espressione di disprezzo; portò la testa indietro, col mento in alto disse: < Non m'interessa minimamente. M'interessa solo uno dei miei antenati: fu un Mussolini che a Venezia uccise sua moglie perché l'aveva ingannato, po gli mise due scudi veneziani sul petto per pagarle il funerale... Così è la gente di Romagna...>. Mi dica di cosa è orgoglioso?. < Di essere stato un buon soldato. Solo in tal modo l'uomo può resistere ad un bombardamento >. Racconti della sua infanzia? Tralascia di essere stato un “teppista anzi capo” < Terribili... mia madre chiese invano nel collegio un sussidio per me... io dovevo sedere in fondo a mangiare coi più poveri. Le formiche nel pane della terza classe. Ma che noi bambini fossimo divisi in classi, mi brucia ancora nell'anima!>. < Tali umiliazioni insopportabili e immeritate rendono un uomo rivoluzionario...>.


In un discorso al Senato nell'anno 23/24, Lei ha preso su di sé, con parole patetiche, come un discorso di Lassalle avanti il Tribunale, citando Eraclito. < Ammiro Lassalle più di Marx, anche se si lasciò uccidere in un duello per la bella Donniges...>. Sa che è un bel tipo, Lei trasporta l'onore personale su una comunità e chiama il patriotismo una virtù. < Perché no?>. Il fiero inglese Johnston disse: < … il patriottismo l'ultimo rifugio di un malandrino. < … Intendo l'onore delle nazioni nel contributo che hanno dato alla cultura dell'umanità.> Ma quest'onore va difeso con le armi, con la morte di tantissimi innocenti? < Molto dipende dal fatto se chi offende è un giornalista o un uomo di Stato responsabile. > ... < Diventa una virtù solo col sacrificio di innocenti... >... < Se fra i Tedeschi il sentimento nazionale era stato troppo gonfiato, da noi, al contrario, s'era fatto troppo debole. Non ho mai chiamato gli italiani il sale della terra. Ho solo affermato che noi abbiamo bisogno di luce e spazio come gli altri >.
Mi dica che ha imparato di nuovo in questi dieci anni dal 22 al 32?

< LA FORTUNA ATTIRA CHI È CAPACE >

il Poeta Lorenzo Pontiggia LA RIFLENTE
Seguirà la 17 parte
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 03/09/2016 :  10:23:37  Rispondi allegando il testo
L'AMORE

… AMARE UN UOMO O DONNA CHE SI AMA

IN OGNI ODE SPLENDE L'ARCOBALENO,

SFUMATURE D'INFINITI COLORI

ATTENZIONE FIBRILLAZIONE...



CERCAR DI CAPIR LA PERSONALITÀ,

SMUSSANDO RECIPROCI DIFETTI

GUARDANDOCI NEGLI OCCHI

NON DI PIANTO MA DI VITA...




ACCETTANDO MIGLIORANDO

CAMMINANDO INSIEME

IN RIFLENTE LASCIANDO

UN ORMA REALE D'AMORE...



Lorenzo Pontiggia il Poeta LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 04/09/2016 :  11:35:13  Rispondi allegando il testo
Mussolini: “ IL BELLO DEL VIVERE” ultima parte dal 22 al 32.

< È per me l'architettura perché comprende tutto. La Grecia per la filosofia, anche la Tragedia, il Guglielmo Tell di Sciller,,. Leggo tutto, a volte noto una buona parola e la uso... La marcia ungherese nel Faust di Berlioz mi piacque. È un errore che la deflazione sia una causa della crisi; ne è una conseguenza. Proviene dai capitalisti che nascondano il denaro...>.
Ma Mussolini predicava bene e razzolava male come fan “tutti”...

Per Benito: Cesare era il più grande uomo: quando gli portarono la testa del suo nemico Pompeo, egli fece dei grandiosi funerali... Ricordava il FAUST: < In Principio era la Parola. In Principio era L'Azione >.
Mussolini guardava avanti immobile nella sua poltrona, rivedeva il suo giornale... Allontanava la nostalgia o debolezza...

I Grandi Uomini son poco compresi ma usati: < IL BELLO DEL VIVERE?!>
Mussolini scrive: < Noi siamo forti perché non abbiamo amici!>... < Io non posso avere amici, io non ne ho! ( ritornava alla sua adolescenza da 'pirata'... che voleva ma non dava e pretendeva d'essere capito come tutti i dispotici con la prepotenza...).
< Se gli amici/nemici lo dicono pubblicamente li combatto, altrimenti non ritorno ai momenti ingloriosi... Quando alcuni collaboratori nel giornale mi accusarono che io avessi sottratto denaro destinato a Fiume, sì, allora questa infamia divenne un motore alla mia misantropia (odio) >...

< Oggi, ma anche prima, nessuno ha avuto influsso sopra di me. In fondo fui sempre solo. Oggi inoltre sono più prigioniero che nella prigione.>... Perché non va a passeggio? < … mi dovrei mascherare. Una volta che andai per via del Tritone si affollarono subito trecento persone... Ma io la sopporto bene questa solitudine...>.
Ma come può Lei sopportare la quantità di visi che gli passano davanti tutti i giorni?
< … Vedo soltanto quello che dicono... Non mi commuovano più. Tra loro sono solo!> ... < Vorrei vivere al mare... sempre soltanto al mare! Non potendolo, mi rivolgo agli animali. Il loro istinto somiglia a quello dell'uomo, senza che essi chiedono nulla a lui, e il mio animale preferito è il gatto... >.

LORENZO PONTIGGIA il POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 06/09/2016 :  09:17:50  Rispondi allegando il testo
DAI FURBI: GUERRE d'ogni genere

L'ETIMO DELLA PAROLA FURBO
CADE NELLO SPREGIATIVO:
MALIZIOSO, ASTUTO...
DA NON FAR BELLA FIGURA!

LA PAROLA RIFLENTE (Rifles-Mente)
NON È FURBIZIA È LEALTÀ
DEL FARE, DIRE E MANTENERE
NON SOLO LA PAROLA DATA:

DA FAR BELLO IL MONDO!


IL POETA DELLA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 06/09/2016 :  11:18:57  Rispondi allegando il testo

GIOVANNI FALCONE: COSE DI COSA NOSTRA - FABBRI - CORSERA
LA MAFIA È IL CONTRARIO DELLA DEMOCRAZIA! -
GIOVANNI ha per base una frase di Giuseppe Mazzini: < LA VITA È MISSIONE ED IL DOVERE È LA SUA LEGGE SUPREMA>.
1964, entra in Magistratura, si sente Vivo, un Vero Uomo che AMA la PATRIA! La sua VOCAZIONE era per il PENALE: I Processi contro la MAFIA... La Mafia attuale s'instaura dopo che Garibaldi libera la Sicilia... La Mafia prende piede con il" bene placido" dall'Alto... Nel 1875-6, la commissione d'inchiesta Franchetti-Sonnino aveva stabilito che la mafia non ha uno statuto e non organizza riunioni in sintesi poca cosa... Dopo anni lo Stato si accorge e mette un fior fiore di Galantuomo: il Prefetto Cesare MORI, che fa quel che può... Giovanni in certi mafiosi scopre un'umanità insospettabile: lo stesso Calderone (pentito) dichiara ai giornali: < Ho collaborato con Falcone perché è un uomo d'onore >.
La mafia sceglie sempre la via più breve e meno rischiosa. Non ha alcuna preferenza di tipo feticistico per una tecnica o per un altra... Nell'organizzazione violenza e crudeltà non son mai gratuite, rappresentano sempre l' extrema ratio': l'ultima via d'uscita... E chi tentenna di fronte alla necessità di uccidere è un uomo morto. Cosa Nostra si fonda sulla regola dell'obbedienza. Chi sa obbedire, eseguendo gli ordini con il minimo di costi, ha la carriera assicurata.
L'interpretazione dei segni, dei messaggi e dei silenzi è la base dell'uomo d'onore...
Gli associati di Cosa Nostra esigono di essere rispettati. E rispettano solo chi manifesta nei loro confronti un minimo di riguardo. Chi parla a 'vanvera' si pone al di fuori delle regole e a quel punto non lo protegge più niente e nessuno!
Cosa Nostra ha disistima per lo Stato Italiano da preferire il suo sistema di fare giustizia... Coloro che hanno ripudiato Cosa Nostra hanno compreso quale cultura di morte diffonda... I siciliani nella loro riservatezza non vogliono immischiarsi nei "fatti altrui", il che è un bene e un male nello stesso tempo. Perché intromettersi, immischiarsi, impicciarsi in faccende altri causa spesso fastidi.
Entrare a far parte della mafia equivale a convertirsi a una religione. Non si cessa mai di essere preti. Né mafiosi...
Le leggi non servono se non sono sorrette da una forte e precisa volontà politica, in grado di funzionare...
Un libro da leggere
Risposta
Di Stefano martedì, 06 settembre 2016
Caro Pontiggia, fermati però con Mussolini: non possiamo pubblicare un libro a puntate!
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 06/09/2016 :  16:07:54  Rispondi allegando il testo
RIPORTO LO SCRITTO su VOLTAIRE, ritenendolo il 4 FILOSOFO DELLA STORIA
6 settembre 2014 alle ore 17:38 ·
Voltaire Francesco Maria Arouet: Poeta, Filosofo e Politico. Parigi 1694-1778.
Da giovane diede prova di spirito arguto da passare per indisciplinato.
Per alcuni brani satirici fu costretto all'esilio.
Per lo scritto “ Puero Regnante” passò 11 mesi in prigione alla Bastiglia (1717). In carcere scrisse l'EDIPO e iniziò il poema ENRIADE ( tragedia dedicata al suo reggente ), e gliela lesse.
Il duca d'Orléans gli accordò 1200 franchi di pensione.
Fu ricercato dal bel mondo per il suo spirito brillante.
Nel 1726 Giorgio I d'Inghilterra e la principessa del Galles lo accolsero con una gran festa...
Godette i favori della pompadour e lo nominò gentiluomo di camera del re, con possibilità di vendere la carica, conservando il titolo.
Federico re di Prussia, attratto dalla letteratura lo chiamò alla sua corte di Potsdam.
Per il suo spirito vivo Voltaire abbandonò quella corte.
Al ritorno per i suoi capolavori tragici e storici, per l'ardimento dei suoi scritti filosofici s'era arricchito e si stabili a Ferney, dove fece costruire 50 case, aiutò i contadini, accolse i perseguitati di ogni paese, e in pochi anni rese il borgo popolato e industrioso: protestanti e cattolici vivevano in buona armonia, con mutuo rispetto delle reciproche credenze, da trarre l'ispirazione del suo “ Trattato sulla Tolleranza “.
Gli ultimi 23 anni di vita furono fecondi in tutti i campi dello scibile umano.
Mise a fuoco soprattutto gli abusi sociali e quelli della Chiesa...
Sfuggi ad ogni convenzionalismo letterario nell'essere sincero, naturale, mordace...
Da lasciare una scia indelebile nella storia Umana da classificarlo dopo Esiodo, Socrate, Aristotele, il Migliore, padre dell'Illuminismo!
Grazie Voltaire...
Il giono 13-09-2014 ore 21 al CENTRO CIVICO “ FABIO CASARTELLI” ALBESE CON CASSANO (entrata libera).
Tratterrò ampliamente l'Uomo VOLTAIRE, seguirà il dibattito...
Lorenzo Pontiggia il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 06/09/2016 :  19:28:34  Rispondi allegando il testo
P.P.PASOLINI E LA SUA MORTE (RESURREZIONE)


LA MORTE PARADOSSALMENTE È SEMPRE PRESENTE...
QUANTO LA FAME NEL 'MONDO' È SEMPRE DI MODA...
TUTTO È VARIABILE NEL MOVIMETARE LO SCIBILE
DEL SAPERE: DALLO SCRIVERE DI GETTO USANDO


LA RIFLENTE, AL RINNOVARE ELARGENDO
A PIENE MANI DA CORRERE L'ALEA DI NON
ESSERE NON SOLO CAPITO, MA ODIATO...
AVER PAURA NON È VIVERE: È MORIRE...


CAPIRE È SAPERE, CONOSCERSI CON
L'AMORE DI MADRE TERRA: ENERGIA
-NULLA SI DISPERDE TUTTO SI TRASFORMA,
SI RICREA: TRAMITE IL CALORE E L'UMIDO=ENERGIA!-

DI MADRE TERRA TALETE 2700 ANNI FA...

IL POETA DELLA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 07/09/2016 :  16:45:18  Rispondi allegando il testo
L'ARCOBALENO...


NEL LAMPO ETERNO
IN LUCIDA MENTE

IN RIFLENTE C'È
IL BELLO DEL VIVERE

L'ATTUALE STILE:
RICCHEZZA D'AMORE...


IL POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 07/09/2016 :  18:41:01  Rispondi allegando il testo
LA RIFLENTE

È FRESCA LUCE
GIOIA INFINITA:
SOLE DELLA VITA...

AMARE IN RIFLENTE È
PUREZZA ALLA GIUSTIZIA:
ELEVAZIONE SOCIALE...


L'ARCOBALENO...

NEL LAMPO ETERNO
IN LUCIDA MENTE

IN RIFLENTE C'È
IL BELLO DEL VIVERE

L'ATTUALE STILE:
RICCHEZZA D'AMORE...




FELICITÀ


BASTA USARE LA RIFLENTE 
L'UOMO CONOSCE SE STESSO,

DA CAMMINARE A TESTA ALTA, 
AFFRONTANDO I PROBLEMI

UNO ALLA VOLTA DANDO 
UN SENSO AL SUO CAMMINO

SENZA PERDERSI PER STRADA, 
MA FELICE D'AIUTARE IL PROSSIMO...

IL POETA LA RIFLENTE
Vai ad inizio pagina
Pagina di 95 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2020 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,11 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo