Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 Cultura
 Lore 2
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 95

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 21/04/2015 :  18:00:31  Rispondi allegando il testo
Una "dolce coppia"

Ragazzo di 24 anni e Fanciulla di 22.
Parlando in RIFLENTE: alla bimba
sgorgavano lacrime d'AMORE,

o Sogno Liberatorio,
si stringevano la mano...
Era il Miracolo di MADONNA RIFLENTE

il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 22/04/2015 :  09:43:47  Rispondi allegando il testo
LA DIALETTICA IN RIFLENTE

SCIENZA IDEALE DI NATURA
DEL TUTTO UNIVERSALE...

STORIA CONDENSATA
NEL SUDORE UMANO:

SCIBILE SOCIALE
FILOSOFIA – STORIA

COSCIENZA LIBERTA
LIBERO INGEGNO

ECONOMIA MERCATO
SERVIZIO SOCIEVOLE...

Lorenzo Pontiggia
il Poeta MaryLory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 22/04/2015 :  13:28:54  Rispondi allegando il testo

Fabio Giulio Re Ceccons Lorenzo Pontiggia cosa suggerisce la RIFLENTE su EXPO ?

Lorenzo Pontiggia Rispondo
Oggi, il prezzo del biglietto di 32 Euro, con la crisi in giro molti se la godranno in TV... Per fortuna l'ITALIA per la Storia dei ROMANI, non dei cittadini di oggi, sfrutteranno l'occasione per conoscerla d'attirare stranieri da Tutto il "Mondo". Sembra quasi certo tra la spesa e il ricavo non c'è da ridere... e dopo il complesso dell'EXPO come vanno le cose in Italia sarà un altro peso che gli Italiani dovranno sostenere...
Chiudono le fabbriche, chiuderanno i Padiglioni dell'EXPO: LA FESTA E' Finita...
Altro giro altro regalo a chi COMANDA...


IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 22/04/2015 :  17:07:21  Rispondi allegando il testo
BASE DEL SAPERE

FILTRO DEL VERO,
LOGICA LIBERTÀ,

EVOLVERSI PENSIERO,
ESSERE ESSENZA...

ASSOLUTO CONCETTO,
LOGOS, DIVENIRE:

RIFLENTE...
LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 23/04/2015 :  15:19:40  Rispondi allegando il testo
POESIA-FILOS

IL SISTEMA INGABBIA...
LA RIFLENTE È LA CHIAVE PER
RIVEDERE NON SOLO LA FILOSOFIA.

NON SOLO HEGEL VA RIVISTO,
KIERKERGAARD, DIARIO 1844:
< IL VIVERE LA MORTE DELL'IO >.

LA FILOS INGANNA PER L'ARIA...
IL VERO ROMPE GLI SCHEMI,
PASSA PER FOLLE: “ARISTOTELE”?

LORENZO PONTIGGIA
IL POETA MARYLORY


N.B.

CHI PASSA DA ME oggi e domani omaggio uno dei miei 18 libri scritti essendo la Festa del LIBRO... il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 24/04/2015 :  09:40:26  Rispondi allegando il testo

Aracely Vanessa
Non c'è altro da aggiungere.

Mi piace · Commenta · Interrompi le notifiche · Condividi
Piace a 8 persone.


.Lorenzo Pontiggia Giusta Riflessione, principio della RIFLENTE.... ciao e grazie... lorenzo
17 h · Mi piace · 1
..
Aracely Vanessa
Mi ha aperto un mondo parlandomi e facendomi ragionare sulla riflente..grazie a lei Lorenzo
15 h · Mi piace
..
Lorenzo Pontiggia ... Ricambio con gioia... e Vivere in RIFLENTE... l'amico lorenzo

13 h · mi piace · 2
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 24/04/2015 :  16:35:27  Rispondi allegando il testo

ARMONIA SOCIOLOGIA

LA RIFLENTE DINAMICA SOCIALE,
LEGGE NATURALE FISICA,


SCIENZA INFINITA,
PROGRESSO: BIOLOGICO,

INDIPENDENZA COLLETTIVA
TIRANNIA NO! LIBERTÀ SÌ!

- MEGLIO SOCRATE "MALATO"
DEL"MAIALE" SODDISFATTO! -

LA RIFLENTE È ARMONIA...

LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 25/04/2015 :  10:38:37  Rispondi allegando il testo
25 APRILE
IL DRAMMA DELLA GUERRA
ERAN GIORNI DI PAURA,
DI VENDETTE, DI FURBERIA,
DI VERGOGNA CHE DURARONO
QUALCHE ANNO...
POI CI FU IL TOMBALE
CHI HA PRESO HA PRESO E
CHI HA PERSO HA PERSO...

LORENZO PONTIGGIA
IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 25/04/2015 :  11:43:05  Rispondi allegando il testo
LA CITTÀ DI ERBA:

È PARTE DELLA STORIA
DELL'ULTIMA GUERRA,

EBBE MORTI INNOCENTI
E DANNI...

CHE SOLO IL TEMPO
HA MEDICATO LE FERITE...


LORENZO PONTIGGIA
IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 26/04/2015 :  09:43:08  Rispondi allegando il testo
FRANCO ALBERGO
Che bella è una poesia ?

Rispondo:

Caro Franco vergo la poesia alla tua domanda:

LA POESIA

POSSIEDE L'UNIVERSALITA',
LA VERITA', LA LUCE
DEL CAPIRE E AMARE
IL PROSSIMO...

NELLA POESIA SI TROVANO
I VALORI DEL VIVERE
IN ARMONIA ROMPENDO
L'ARCHETIPO DEL QUOTIDIANO...

LORENZO PONTIGGIA
IL POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 26/04/2015 :  15:52:21  Rispondi allegando il testo
Sei di ERBA...

Patrizia Arcaini:
Non sono ideologie politiche la politica a me personalmente non interessa è che quando prendono il seggiolino di qualunque colore sono fanno il bello e il brutto senza un po' di buon senso e senza mai interpellare la cittadinanza. Con gli anni destra sinistra o centro hanno rovinato il nostro bellissimo paese.

Rispondo:

Arcaini, scusa se entro in campo politico: nel 1964, creai la prima lista Politica in ITALIA, al di fuori di Ideologie o Religioni: D I E = DEMOCRAZIA INDIPENDENTE ERBESE ( EUROPEA, EVOLUZIONISTICA, ELETTIVA...), alla cui base tre Parole: ONESTÀ, CAPACITÀ e BUONSENSO...

Feci risparmiare miliardi di lire... L'ingenier Anselmo Gaffuri, ritirandosi da Vicesindaco, mi trova in strada e si ferma a dirmi: Lorenzo ti auguro che tu possa diventare Sindaco di Erba, lo guardai divertito e gli dissi; beh! “se ci fosse la guerra mi farei avanti...” Rispose: “Quando tu parlavi io e gli altri facevamo finta di non sentirti... Tornato a casa rivedevo mentalmente il tuo discorso ed avevi ragione...
Il giorno dopo quel che potevo cambiare lo mettevo in pratica...
Grazie per avermi permesso di trasmettere la mia esperienza...

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 26/04/2015 :  16:12:56  Rispondi allegando il testo
Aedo Lorenzo Pontiggia...non hai pensato, in occasione dell'EXPO, di diffondere il concetto di RIFLENTE...magari sintetizzandolo in questo slogan: "Riflente, cibo per la mente" ?

EXPO 2015

L' ALIMENTAZIONE È FOSFORO,
S'ACCENDE LA RIFLENTE:
ARMONIA UMANA...

AUGURI ALL'EXPO 2015
IL POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 26/04/2015 :  21:42:59  Rispondi allegando il testo
TUTTO È NATURA

BIOLOGIA, ENERGIA
LUCE SEMINA RIFLENTE
AMORE VERITÀ
EVOLVERSI SOCIALE...

IL POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/04/2015 :  10:50:00  Rispondi allegando il testo
LIBERO ARBITRIO IN RIFLENTE

TEORIA DELLA CONOSCENZA:
DISCIPLINA ETICA FILOSOFICA,

FISIOLOGIA SCIENTIFICA,
MATEMATICA (INTUIZIONE),

FISICA, FISIOLOGIA, CHIMICA
BATTEROLOGIA, IMMUNOLOGIA

PATOLOGIA, ANATOMIA,
GEOLOGIA, CRISTALLOGRAFIA,

ASTRONOMIA, SCIENZE STORICHE,
LIBERO ARBITRIO IN RIFLENTE!

LORENZO PONTIGGIA
IL POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/04/2015 :  17:23:26  Rispondi allegando il testo
L'UOMO

MICROBIOLOGIA DEBELLA
MALATTIE INFETTIVE,
VITALISMO MECCANICISMO...

FILOLOGIA EVOLUZIONE
TRADIZIONE, SENSO MORALE:
AVANTI PERPETUO STORICO...

IL POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/04/2015 :  18:28:46  Rispondi allegando il testo

STORIA UMANA

OLTRE EUCLIDE, MATEMATICA
LOGICA SIMBOLICA,


PRAGMATISMO ARITMETIZZAZIONE
TEORIA DEI NUMERI, ANALISI,
CALCOLO LOGISTICA, NASCE

L'ANALOGIA DEL PENSIERO:
LA RIFLENTE STORIA UMANA...

IL POETA LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/04/2015 :  19:16:24  Rispondi allegando il testo
EVOLUZIONE

TUTTO NATURA, BIOS
RIGENERARE, MARAVIGLIA...

PARTECIPAZIONE DEMOCRATICA
SUBLIMAZIONE D'AMORE SOCIALE,

INFINITO PRESENTE: LA RIFLENTE
FUTURO AI NOSTRI FIGLI...


IL POETA MARYLORY
LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 28/04/2015 :  21:57:26  Rispondi allegando il testo
LA VERA STORIA DELLA FINE DEL DUCE NEL SETTANTESIMO ANNO DALLA SUA MORTE 28/4/1945

- Lodovico Galli, bresciano che da oltre un trentennio ormai ara i sentieri alternativi della storiografia della Repubblica sociale. Volume – come sempre stampato in proprio – si intitola Verità i­gnorate

E' uno dei capitoli più corposi e curiosi ed è dedicato appunto al «salvataggio» dello stato maggiore della futura Democrazia cristiana lombarda, catturato dai repubblichini e quasi certamente destinato all’esecuzione capitale:
Mario Bendiscioli, intellettuale e storico bresciano che era stato tra i fondatori dell’editrice Morcelliana; Enrico Mattei, futuro presidente dell’Eni, rappresentante della Dc nel Cln Alta Italia; Giorgio Balladore Pallieri, professore di Diritto della Cattolica; il segretario Dc di Brescia Pietro Mentasti, il sindacalista Giuseppe Rapelli, già collega di Gronchi e Achille Grandi nel triumvirato che resse l’ultimo periodo della cattolica Confederazione Italiana dei Lavoratori prima del Ventennio fascista. Insomma, un gruppo di prim’ordine per quando riguardava la Dc del Nord.
Fu un bel colpo per la polizia politica della Rsi, quando il 24 (o 26) ottobre 1944 riuscì ad arrestarli tutti in un appartamento milanese. I prigionieri vennero portati nelle carceri di Como, perché il loro arresto era avvenuto per opera del famigerato Domenico Saletta, commissario alla Questura della località lariana. - -
La signora Molteni di PonteLambro ( il marito era un responsabile del Cotonificio di Pontelambro ), abitava allora a Proserpio, e faceva l'apprendista Sarta a COMO.
La signorina Franca Gerosa di ERBA (che ebbi come supplente in seconda elementare), abitava prospiciente in via Volta al N. 13 di casa mia, pur nascosta da due maestosi pini, si vedeva chi entrava e usciva. La Franca avendo parenti a Proserpio ( suo cugino era il giornalista GEROSA GUIDO, che ogni tanto scendeva a Erba a trovare lo zio Avvocato e che conobbi, tanto che lo stesso soleva farmi varie domande con interesse... ). Franca, quando era libera andava a trovare la zia. Una delle sue amiche era la Molteni, che gli parlava del bell'uomo Pozzoli...
(- Al Direttore del giornale
La Provincia –COMO-
A seguito lettera inviata nel Settembre 1990 riguardante: la fotografia apparsa sul Vs. giornale: ”La fucilazione del Questore di Como“ del 20/9, art. di Gustavo Selva. (senza riscontro)
E gli articoli apparsi sul Vs. giornale nel mese di Giugno, per la lapide ai quattro fucilati al tempio Voltiano. Ho ritenuto che sia di utilità storica riproporvi uno stralcio dello scritto soprattutto oggi per le revisioni dei testi scolastici che sono tutti di parte.

Durante l’ultima guerra mondiale, Como non venne bombardata anche per merito implicito dell’allora Questore Lorenzo Pozzoli.
Il Pozzoli aveva la stima degli allora capi partigiani Lorenzo Spallino (a Natale e Pasqua fin quando non perse la vita ritornando da ROMA a Como,il 27 maggio 1962 da Ministro dal Ministro delle Poste e delle Telecomunicazioni), e Martinelli (Ministro del Commercio Estero. Dei due, lo venni a sapere di persona da Martinelli, all'inizio degli anni 60, il quale mi disse che consigliarono più volte al Pozzoli di ritirarsi in Svizzera.
Il Questore Pozzoli era un militare di carriera, Colonnello dell'aeronautica militare, Console ad ANCONA, che accettò la carica di Questore per dovere di ruolo e per dovere di militare non abbandonò Como…
La figura del Questore Pozzoli si collega alla condanna a morte <<dell’illustre figura>> di Giancarlo Puecher (prima medaglia d’oro della resistenza ). Costui ebbe il torto di farsi sorprendere durante il coprifuoco con un’arma da guerra…
Il Pozzoli tentò invano di salvare la vita a Giancarlo Puecher, ma per dovere di ufficio (vedi Saletta Domenico) firmò a malincuore la condanna a morte.
I libri sulle ultime 48 ore di Mussolini riportano che in questura a Como il Questore Pozzoli disse al Duce: ”La guerra è persa. Non vada in Valtellina…, si consegni a Chiasso agli Svizzeri…”
Il “fascista SS” Saletta fu una figura decisamente spregevole. Asserisco che fu un volgare individuo che disonorò i valori umani e i veri fascisti di Como.
Il Questore – pur salvando Como e altro…subì l’onta di essere fucilato da traditore, ma non volle la benda e gridò ”Viva l’Italia!” e in questo condivise i medesimi ideali di Giancarlo Puecher, pur se da una sponda opposta.
Questa lettera viene riportata come testimonianza che la Storia deve essere portata alla luce, tenendo conto delle ”forze” che con opposti ideali “promuovano la contesa”…Da ciò dovrebbe scaturire la “DEMOCRAZIA”,la Quale ha il dovere di accertare e di dire la verità anche se più volte può essere scomoda …
Direttore: mi rifaccio alla richiesta di Nicolini (rappr. Comasco R.S.I.) per una lapide in memoria dei quattro ”fascisti” fucilati al tempio Voltiano, richiesta che ha fatto ”rumore”, perché il Saletta è ancor oggi ricordato dalla popolazione di allora e dai figli di quella popolazione come un essere “immondo”, vedasi l’articolo di Giorgio Cavalleri, studioso di storia locale…Il Cavalleri ha ammesso che la figura di Pozzoli non va confusa con quella degli altri tre.
Ma “l’ignoranza”che ci viene propinata deriva dal ”giovane” Tettamanti (segretario di un partito di Como), il quale senza approfondire gli avvenimenti mette tutti i quattro sullo stesso piano (senza tener conto che nel giro di 24/48 ore la sentenza fu annullata). Ricordo: è dovere di ogni cittadino cercare la verità e coloro che fanno politica dovrebbero parlare dopo aver accertato i fatti (salvo avere intuizioni carismatiche, usando la RIFLENTE).
Questo per onestà, per capacità e per buonsenso.

Albese/Erba 29/11/2000 IL POETA MARY LORY
Lorenzo Pontiggia
Nipote ex Questore Lorenzo Pozzoli )
Alla MOLTENI regalai un libro con quanto sopra esposto.
Il giorno dopo ritornò in quel di Albese, e mi disse che leggendo del suo idolo (mio zio) ha pianto tutta la notte, e mi raccontò, che si fece coraggio d'andare con un amica al cimitero di Albate a vedere le salme dei quattro personaggi fucilati. Vide un uomo già di una certa età che sputò in faccia ad uno dei defunti. Lei dopo una preghiera tocco il piede dello zio Pozzoli come segno di rispetto. Il guardiano delle salme le diede uno strattone da farla cadere.
Uscì e si fermo per chiedere all'uomo che aveva sputato per quale motivo lo avesse fatto.
Le riferì che se poteva gli avrebbe tagliato la testa. Le chiesi il perché lo volesse fare.
Rispose: < Che aveva sverginato sua nipote sedicenne con un bastone...>

In casa DE MARIA a BONZANIGO a sorvegliare Mussolini e la Petacci, furono soltanto due ("Lino" e "Sandrino).
Si è scritto: Mussolini e la Petacci portati fuori Dongo a Giulino di Mezzegra, davanti a un cancello (“si dice“) sono stati giustiziati. Palmiro Togliatti (stile Stalin) causò l'attentato nel quale morirono 35 soldati altoatesini e di riflesso produsse la morte di 350 uomini non solo ebrei “Fosse Ardeatine Roma.
MASSIMO CAPRARA il 23 gennaio del 1997, a sparare a Mussolini fu ALDO LAMPREDI; Togliatti per non offuscare la popolarità di uno dei capi storici del PCI, diede invece la celebrità a Walter Audisio...
Della morte di Benito Mussolini esistono numerosi racconti e versioni, più o meno fantasiosi, che sono stati elaborati negli anni dopo gli avvenimenti. Spesso sono il frutto di campagne propagandistiche e di speculazione politica che non trovano sul terreno storiografico alcun serio riscontro.
Dall'autopsia effettuata a Milano il 30 aprile 1945, dal prof. Caio Mario Cattabeni, che ha rilevato almeno sette fori di entrata di proiettili sul corpo di Benito Mussolini emerge il dubbio su quanto affermato da Lonati,che riferi'di aver sparato non più di quattro o cinque colpi. Altra contraddizione derivata. Dagli ulteriori esami effettuati dal prof. Pierluigi Baima Bollone sulle fotografie dei cadaveri sospesi al traliccio di Piazzale Loreto, che attesterebbero non solo l'esistenza di una raffica di mitra sui due corpi, ma anche l'effettuazione del colpo di grazia a mezzo pistola. Ritengo in casa De Maria...)
Dal rilevamento di due proiettili da pistola, calibro 9 mm corto, nel corpo di Claretta Petacci, nel corso della riesumazione effettuata il 12 aprile 1947 ( Ritengo valida la prova), incompatibile con i proiettili del mitra Sten calibro 9 mm lungo, che il Lonati asserisce fosse imbracciato dall'esecutore dell'omicidio.
In realtà, i partigiani incaricati a sorvegliare Mussolini e la Petacci, in casa De Maria furono soltanto due ("Lino" e "Sandrino).
Dal parere dell'anatomopatologo Luigi Baima Bollone che non ritiene decisiva la circostanza della mancanza di cibo nello stomaco di Mussolini, in rapporto alla determinazione dell'orario dell'esecuzione (di mattina, Luce Nascente Speranza Italiana...)
Nel 1996 si è affiancata a quella del Bandini e di Zanella, un'altra ipotesi di uccisione antimeridiana, proposta dal giornalista ed ex senatore del MSI Giorgio Pisanò, a seguito delle dichiarazioni rilasciate da Dorina Mazzola, vicina di casa dei De Maria, all'epoca dei fatti diciannovenne, la quale avrebbe testimoniato di aver assistito, sia pur da distanza di circa duecento metri, ad un diverbio con urla e spari verso le 9.00 del mattino del 28 aprile, provenienti dal cortile di casa De Maria, la stessa avrebbe notato che una persona calva e in maglietta stava camminando a fatica nel cortile e successivamente finito con un colpo di pistola. Aggiungo che il Duce ha subito violenza “carnale” con un bastone da parte dei partigiani del posto. Questo per rivalsa del fatto che il Saletta Domenico, da sadico, era uso sverginare le ragazze della zona, affinché le stesse parlassero del luogo nel quale si rifugiavano i partigiani... Il Saletta torturava le ragazze suddette tramite un bastone munito di spadino.
Inoltre viene riferito che, verso le ore 12.00, la Mazzola avrebbe assistito ad una scena analoga,dove, però, l'uomo calvo era trascinato a spalla da due persone, e, contemporaneamente si sarebbe udita prima una donna in lacrime, poi un'ultima raffica di mitra... Questo in un prato sottostante alla chiesa di Mezzegra,situazione che porta a dedurre che la Petacci venne uccisa col mitra...


CHI AGISCE MALE:
VERSO IL PROSSIMO

VIVE NELLA PAURA
PERENNE INFELICITA'

LA VERITÀ NON FA MALE
È IL MALE CHE DIVORA...

LORENZO PONTIGGIA
IL POETA MARYLORY

Modificato da - lore on 12/12/2016 19:20:24
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 29/04/2015 :  17:47:18  Rispondi allegando il testo
SINTESI:
LA VERA STORIA DELLA FINE DEL DUCE NEL SETTANTESIMO ANNO DALLA SUA MORTE 28/4/1945
Premessa:
La signora Molteni, di Pontelambro , era a quel tempo apprendista sarta a COMO.
Gli regalai un libro dove c'era scritto della fucilazione dello zio Questore di COMO, e il Saletta Domenico e altri due.
Il giorno dopo ritornò e che leggendo del suo idolo (mio zio) ha pianto tutta la notte, raccontandomi, che con una amica andò al cimitero di Albate a vedere le salme dei quattro personaggi fucilati. Vide un uomo di una certa età che sputò in faccia ad uno dei defunti. Lei dopo una preghiera tocco il piede dello zio Pozzoli come segno di rispetto. Il guardiano delle salme le diede uno strattone da farla cadere.
Uscì e si fermo per chiedere all'uomo che aveva sputato per quale motivo lo avesse fatto.
Le riferì che se poteva gli avrebbe tagliato la testa. Le chiesi il perché lo volesse fare.
Rispose: < Che aveva sverginato sua nipote sedicenne con un bastone...>
La fine del Duce:
In casa DE MARIA a BONZANIGO a sorvegliare Mussolini e la Petacci, furono soltanto due "Lino" e "Sandrino”.
Si è scritto: Mussolini e la Petacci portati fuori Dongo a Giulino di Mezzegra, davanti a un cancello (“si dice“) sono stati giustiziati...
Della morte di Benito Mussolini esistono numerosi racconti e versioni, più o meno fantasiose e contraddittorie, elaborate dopo per speculazione politica...
Dall'autopsia effettuata a Milano il 30 aprile 1945, dal prof. Caio Mario Cattabeni, ha rilevato almeno sette fori di entrata di proiettili sul corpo di Benito Mussolini (P. Loreto) emerge il dubbio su quanto affermato da Lonati, che riferì di aver sparato non più di quattro o cinque colpi. Ulteriori esami effettuati dal prof. P. Baima Bollone sulle fotografie dei cadaveri sospesi al traliccio di P. Loreto, attesterebbero non solo l'esistenza di una raffica di mitra sui due corpi, ma anche l'effettuazione del colpo di grazia a mezzo pistola. (Ritengo in casa De Maria).

Dorina Mazzola, vicina di casa dei De Maria, all'epoca dei fatti diciannovenne, avrebbe testimoniato di aver assistito, sia pur da distanza di circa “duecento” metri, ad un diverbio con urla il mattino del 28 aprile, provenienti dal cortile di casa De Maria, poi ha notato una persona calva in maglietta camminava a fatica nel cortile e dopo un colpo di pistola. Aggiungo: prima il Duce ha subito violenza “carnale” con un bastone da parte di partigiani del posto. Questo per rivalsa del fatto che il Saletta Domenico, da sadico, era uso sverginare le ragazze della zona, per sapere il luogo nel quale si nascondevano i partigiani...
La Mazzola verso le 12 da lontano vede un uomo calvo trascinato a spalla da due persone, e, contemporaneamente udì prima una donna piangere, poi due spari, da dedurre che la Petacci venne uccisa.
CHI AGISCE MALE:
VERSO IL PROSSIMO
VIVE NELLA PAURA
PERENNE D'INFELICITA'
LA VERITÀ NON FA MALE
È IL MALE CHE DIVORA...
LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 29/04/2015 :  19:20:45  Rispondi allegando il testo
LA FILOSOFIA DI SOCRATE

ESPERIENZA FONTE D'AMORE
SUDORE SCOLPENDO LE GRAZIE
AGLI ANGOLI DEL PARTENONE...

FORZA ISTINTIVA VERACE,
EBBREZZA CREATIVA,
PASSIONE SENSUALE,

MAIEUTICA, ARTE SVILUPPO
DIALETTICA VERITÀ TRAGEDIA:
IL TAFANO D'ATENE...

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina
Pagina di 95 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2020 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,11 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo