Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 Cultura
 Lore 2
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 95

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 09/02/2015 :  12:04:02  Rispondi allegando il testo

LOGICA NATURALE

CONOSCENZA LINGUAGGIO,
ANALISI CHIARA,


SCIENZA BENESSERE
ECONOMIA SOCIALE,

FILOSOFIA LOGICA
VERITÀ DIRETTA,

SILLOGISMO: RIFLENTE

IL POETA Marylory
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 09/02/2015 :  18:15:04  Rispondi allegando il testo
Le FOIBE, l'ultimo testimone * G. Udovisi

L'anno 1941, Mussolini entrò in guerra con Hitler e ci fu l'aggressione alla Jugoslavia, poi l'intervento dei nazisti apri una stagione di atrocità che è ben nota.

COMMEMORANDO IL DECENNALE:

Come sempre capita, il pendolo oscilla, e chi dovette subire fece subire a sua volta.


- (…) Istria, Istria!
Terra di pietre e di vento,
terra d'odio e d'amore.
Istria, Istria
terra del mio dolore.

Bepi Nider -

Foiba, dal latino fovea: fossa, cava, pozzo, antro o inghiottitoio, si trovano soprattutto nella parte settentrionale denominata Carso.
La stima fatta è di circa 20.000 persone sparite in tombe senza lacrime e senza fiori, dove regna il silenzio dei vivi e dei morti.
Un genocidio che lo iugoslavo Josip Broz, detto Tito, mise in atto non solo verso coloro che non la pensavano come lui, ma per impadronirsi di case, terreni da dare ai suoi uomini, spedendo alle foibe: donne, uomini, vecchi, ragazzi e bambini...


La zona B era maggioranza Italiana...

Tito aveva dato ordine scritto per eliminare tutti gli Italiani...:
Il vademecum trovato nelle tasche d'un corriere comunista sloveno ucciso e pubblicato nel giornale Jutra di Lubiana il 5 Gennaio 1944

1)- Si devono liquidare tutti i dirigenti appartenenti a correnti borghesi.

2) - Si devono liquidare tutti i grandi possidenti, capitalisti, gli industriali e i Kulaki (contadini benestanti).

3) - Si devono liquidare tutti i dirigenti e funzionari dei partiti borghesi.

4) - Si devono liquidare tutti i dirigenti della Guardia bianca.

5) - Si devono liquidare tutti i dirigenti della Guardia azzurra.

6) - Si devono liquidare tutti i membri delle SS. della Gestapo.

7) - Si devono liquidare tutti gli intellettuali, gli studenti e i politici da caffè.

8) - Si devono liquidare tutti i sacerdoti che si sono dichiarati contro il proletariato.

9) - Si devono incarcerare tutti gli ex ufficiali Jugoslavi.

10) - Si devono incarcerare tutti i sacerdoti.
Le chiese restano chiuse e non si devono demolire.
Le rappresaglie si possono eseguire soltanto su altri possedimenti ecclesiastici.

11) - Bisogna costringere ad andarsene tutte le missioni militari degli Stati capitalistici.
E' vietato ogni ulteriore colloquio.

12) - Già da ora devono venire segretamente portate via e consegnate tutte quelle persone che sono contrarie alla nostra lotta di liberazione.
Queste devono essere liquidate soltanto se lo richiede la situazione interna o la situazione estera.

13) - non devono uscire giornali borghesi.
Bisogna subito ritirare gli apparecchi radiofonici.

14) - Reparti devono subito occupare tutti gli uffici pubblici e tutte le importanti istituzioni vitali, nonché i centri delle comunicazioni.

15) - Tutte queste disposizioni dovranno essere eseguite il giorno che verrà fissato.

16) - Tutte le liquidazioni dovranno venire eseguite da speciali reparti del partito...


Son ben delineate le mire espansionistiche di Tito, il quale parla apertamente della Venezia Giulia come settima repubblica Jugoslava i quali confini arrivano fino al fiume Tagliamento...


- Lacrime. Lacrime amare...
La bestia, tutto sommato, nutre verso l'uomo un certo rispetto, ma l'uomo nei confronti dei suoi simili non ne ha affatto.-


- C'è da chiedersi se questo Paese che noi chiamiamo “patria” ci abbia mai riconosciuto, come recita l'inno nazionale, . -


- Il termine Istria deriva da “Istro” che significa Basso Danubio. I nomi delle città dislocate in quella regione erano quasi tutti italiani. Per volere di Tito, sono stati tutti cambiati. È da considerare che mai poi mai l'Istria è stata terra slava. Il termine Jugoslavia, fu voluto nel 1918 da Francia e Inghilterra...-


- La disfatta di Arsia
8 settembre 1943, ad Arsia, un paese sorto durante il fascismo, erano presenti milletrecento militari. Ebbene, questo grosso presidio, in quel fatidico giorno, si arrese a otto partigiani slavi che promisero loro la salvezza della vita se avessero consegnato le armi...
Questo frammento di ricordo soltanto per dire che il nostro esercito era stato completamente abbandonato a se stesso. Credo che quasi nessuno lo sappia in Italia... -


Leggendo questo passo mi è tornata alla memoria la figura della “Volpe del deserto”, Rommel.


L'inizio della sua reale leggenda


Il Tenente Erwin Rommel nella Grande Guerra ottenne con il suo ardire, il 09/10/1917, trovandosi in Val Cellina, Cimolais, confine Friuli-Belluno, dove ora c'è la famosa diga del Vajont, viene a sapere che alcuni schutzen sono stati fatti prigionieri, ma che gli italiani si sono ritirati verso Longarone.
Rommel decide di avviarsi quindi verso Longarone, sono le 6.30 del 10.10.1917, ma prima che lui giunga a Pirago gli italiani fanno saltare il ponte sul Maè.
Quando gli uomini di Rommel, superato l'ostacolo del ponte ancora fumante, si dirigono verso le porte del paese, uno spettacolo indimenticabile li accoglie: il sottotenente Schoeffel, uno dei militari fatti prigionieri, sventola la resa firmata dal comandante la guarnigione di Longarone, in groppa ad un mulo, seguito da militari incolonnati sventolanti un fazzoletto bianco di resa.
Bottino della ridicola battaglia: circa 4000 uomini e 100 ufficiali oltre a mitragliatrici, cannoni di montagna e da tiro rapido, centinai d’animali da soma, camion da trasporto, tanti autocarri e ambulanze.
Alle 7.30 Rommel entra in Longarone, salutato dagli evviva non solo dei suoi uomini. Inizia, il sacco di Longarone, dettato da una fame e una stanchezza che ha origini lontane.

Perdite dalla partenza del 09/10 alla presa di Longarone: 6 morti 2 feriti gravi 19 feriti leggeri 1 disperso.
Il reparto di Rommel riesce a portare a termine questa operazione con la sola "forza" di 200 fucili, 6 mitragliatrici pesanti e 6 leggere.
il successo non si deve soltanto alla forza pura o alla durezza dimostrata da ognuno verso se stesso.
Essa fu una vittoria dello spirito, che non si è mai perso.



- Oggi, nel 2010 (siamo in pace o in guerra?) vige il concetto dell'autodeterminazione dei popoli, un concetto che andrebbe applicato anche, e soprattutto nel nostro caso, in quanto eredi di quelle terre strappate con forza dai partigiani slavi.
Sta a loro, gli slavi a decidere se la pace può essere duratura o se ancora l'odio deve prevalere sullo spirito di fratellanza fra i popoli …
Parlare quindi dell'Istria vuol dire raccontare l'orrore delle foibe... -


- La mia fiducia nella giustizia è calata di molto da allora, come anche la fiducia nei politici ormai si è ridotta al lumicino.

… nel 1975, a Osimo, il ministro Mariano Rumor ha regalato la nostra italianissima Istria agli slavi senza che noi si sapesse nulla. L'Istria è tuttora da rivedere... -


- Il mio sogno personale, avendo onorato la mia terra. L'Italia, così spaccata, riuscirà a onorarmi da vivo essendo l'ultimo testimone?
L'iter burocratico è lungo...
Vedremo se son degno di tanto onore. -


Voglio portare al lettore queste note tratte dal Libro di Marcello Bogneri edito Unione degli Istriani TRIESTE per Riflettere…


- 24 Dicembre 1946
Il Presidente del Consiglio, on. Alcide De Gasperi, ha dichiarato in una conferenza stampa che se Pola e le città Istriane della costa Occidentale saranno cedute alla Jugoslava e, Trieste e il rimanente territorio giuliano saranno staccati dalla Patria e internazionalizzati, il Popolo ed il Governo non accetteranno mai così iniqua soluzione e resisteranno con tutte le loro forze e con tutti i loro mezzi.-


"Purtroppo, De Gasperi... dovette cedere a Togliatti..."


- 10 Febbraio 1947
Parigi, Alle ore 11, nel salone dell’Orologio del Quay d’Orsay, i rappresentanti di venti Stati firmarono il trattato di Pace che toglie all’Italia quasi tutta la Venezia Giulia.
Contemporaneamente il brigadiere Generale R.W.M. de Winton D.S.G. comandante della 13a Brigata di fortezza britannica a Pola, mentre ispeziona un corpo di guardia all’esterno del Quartier Generale della sua brigata in viale Carrara, viene ucciso a colpi di pistola da Maria Pasquinelli.

Questo è il testo della dichiarazione redatto da Maria Pasquinelli poco prima del suo tragico gesto:
Seguendo l’esempio dei 600.000 Caduti nella Grande Guerra di redenzione 1915-18, sensibile come Loro all’appello di Oberdan, cui si aggiungono le invocazioni strazianti di migliaia di Giuliani infoibati dagli Jugoslavi, dal Settembre 1943 a tutt’oggi, solo perché rei d’Italianità.

A POLA, irrorata dal sangue di N: Sauro, Capitano dell’Istria martire.
RICONFERMO l’indissolubilità dal vincolo che lega la Madre Patria alle Italianissime terre di Zara, Fiume e della Venezia Giulia, eroici nostri baluardi contro il panslavismo minacciante tutta la civiltà Occidentale.
Mi RIBELLO.
Col proposito fermo di colpire a morte chi ha la sventura di rappresentarli
Ai quattro Grandi, i quali alla Conferenza di Parigi, in oltraggio ai sensi di Giustizia, di Umanità e di saggezza politica, hanno deciso di strappare ancora una volta dal grembo materno le terre più sacre d’Italia, condannandole o agli esperimenti di una novella Danzica e – con più fredda consapevolezza, che è correità – al gioco jugoslavo, oggi sinonimo per le nostre genti, indomabilmente Italiane, di morte in foiba, di deportazione, di esilio.
Pola, 10 Febbraio 1947

Maria Pasquinelli -


12 Febbraio Maria Pasquinelli, l'unica che ha compiuto un atto di ribellione contro un trattato riprovevole d'essere rinchiusa alle carceri del Coroneo di Trieste.-



Il libro di Graziano Udovisi “ l'ultimo testimone”, è una fresca, veloce lettura per capire il dramma delle Foibe (Aliberti editore).


- Lorenzo Pontiggia in arte Mary Lory il Poeta, nato a Erba (CO), editore della casa editrice VILLA CALLIOPE e IL TEMPO NELL'ARTE (Villa Calliope di Albese (CO)
Con i suoi versi ha avuto l’onore di commemorare in diretta a RAI TV -ROMA,"L'ESODO ISTRIANO" con il regista Alberto Negrin ( il quale, gli disse che sul problema ne sapeva meno lui che ha girato il film: CUORE NEL POZZO ( Le FOIBE ) 10 febbraio 2005. -



IL DRAMMA DELLE FOIBE

Errori
di pelle d’innocenti…
La mattanza continua…
L’animale uomo
finché non usa
il Dono del "MISTERO"
la RIFLENTE
non sa connettere…
Da sfogare sul debole
la propria ignoranza…


Lorenzo Pontiggia
il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 10/02/2015 :  11:30:33  Rispondi allegando il testo
SINERGIA

PERPETUO MOVIMENTO ,
SCIENZA IDEALE,

RIFLENTE NATURALE
ARMONIA ARISTOTELICA:

DIVENIRE UMANO...

IL POETA

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 11/02/2015 :  16:32:59  Rispondi allegando il testo
INTUIZIONE

PERCEZIONE DEDUZIONE
DISCERNIMENTO COESIONE:


POESIA....

il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 11/02/2015 :  19:01:20  Rispondi allegando il testo

EVIDENZA

ESPERIENZA ACCRESCIMENTO
DIMOSTRAZIONE VERIFICA,
CERTEZZA, INDUZIONE
SPECULATIVA ARISTOTELICA:
RIFLENTE...


IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 11/02/2015 :  19:05:50  Rispondi allegando il testo
IL POETA

VIVE DI ARIA
E PANE SOCIALE...

MARYLOLRY

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 13/02/2015 :  17:05:58  Rispondi allegando il testo
SINTESI della VITA di SOCRATE
Socrate nasce ad Atene 469/8-399 a. C, da Sofronisco scalpellino e Fenarete levatrice, da cui deriva la parola Maieutica: far nascere il bimbo o togliere il “male” dando nuova Vita o “linfa ”Eterna", come l'Opera di SOCRATE.
Sofronisco, lavorava per il grande architetto FIDIA (periodo del PARTENONE). All'età di sette anni prese con se il figlio facendogli apprendere l'arte dello scalpellino, e la geometria che il maestro Fidia dava alla struttura della grande Opera... Socrate imparò scalpellando parole e leggere la geometria, ma per lo scrivere ci vuole l'insegnante (dietro il culo), SOCRATE, lesse i primi libri che circolavano di ESIODO 800/700 a. C. (fine periodo di OMERO). Si racconta che Esiodo vinse una gara di Poesia con OMERO.
Purtroppo dei tanti libri che Esiodo scrisse son rimasti solo due: “LA TEOGONIA” e “ I GIORNI E LE OPERE”. Dove si abbeverarono non solo i Presocratici.
La fortuna di Esiodo fu che il fratello maggiore spendaccione, alla morte del padre, si appropria di tutti i beni familiari, e lo manda a pascolare gli armenti sul Monte Olimpo, presso il fiume Elicona.
Esiodo, avendo avuto l'Aio (il Maestro) in adolescenza, e avendo imparato a leggere e scrivere, nella solitudine inizia a dar lustro al Creato... Purtroppo l'invidia, il tarlo che schiavizza l'ignorante, chiamarono le “perle” di Esiodo: Bucoliche e Pastorali. Socrate da buon scalpellino imparò molto dagli scritti di Esiodo, da cogliere valori “umani” dalla pietra... Lo “storico” Pausania, afferma d'aver visto agli angoli dell'entrata del PARTENONE, le “Grazie velate” eseguite dal Maestro, che anticipava Michelangelo di circa 20 secoli.
Socrate, partecipò alla seconda guerra del Peloponneso o dei Vent'anni (circa 430 a.C.) tra ATENE E SPARTA, non da semplice soldato, ma da oplita: con armatura non solo di pelle posseduta da cittadini di classe media.
Al termine della guerra tra "Greci", Socrate (La REPUBBLICA), si giovò dei consigli di Critone: smise di praticare l'arte dello scultore, accettando anche al bisogno l'aiuto finanziario dall'amico nel continuare ad “illuminare” non solo il il Popolo Ellenico...
Iniziò dedicandosi alla scienza filosofica dei “Presocratici”, cercando di rinnovare in meglio la Democrazia di Pericle, smettendo di far guerra fratricida, e partorire la Democrazia ellenica, cominciando a mettere in vetrina le verità nascoste del potere antidemocratico dei sofisti, d'essere inviso dal Potere, il quale a parole imbrogliava il Prossimo per interesse e anche per ignoranza, come ancor oggi succede, d'affermare che è la più grande vergogna umana!
Socrate nello scrivere era limitato, ma creando la Scuola Socratica sollecitava gli allievi a scrivere il suo “pensiero universale” in cui coglieva istanze Democratiche a beneficio dei posteri per il bene del Popolo non solo Ateniese, spiegando che: “Verba volant, scripta manent”, Sboccia la SCUOLA SOCRATICA, che non tramonterà mai, vedi ARISTOTELE, e VOLTAIRE...
Socrate, da maestro della Riflente (Riflessione-mente), con il suo metodo naturale della Maieutica, pone i perché al suo uditorio, e gli allievi rispondono con altrettanti perché...
Critone, dopo la condanna cercò di salvarlo, ma Socrate non volle mancare all'appuntamento ETERNO. Un grazie ai lettori...
Lorenzo Pontiggia il poeta Mary Lory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 14/02/2015 :  18:38:58  Rispondi allegando il testo
IL SAPERE

IL PENSIERO NASCE IN RIFLENTE,
SINTESI OLTRE IL CONOSCIBILE
DELL'EVOLVERSI UMANO
MIGLIORANDO IL SAPERE...


Lorenzo Pontiggia
il Poeta

--------------------------------
SERGIO CORTI

Postino, Attacchino,
Artista Pittore...

Con TUTTI disponibile,
Da lasciare un Segno
Nel TEMPO...

Un AMICO da lontano
Ma Vicino...

IL Poeta MARY LORY

lore
Utente
-------------------------------
LOGICA

PRINCIPIO ARMONICO
DEL VIVERE COERENTEMENTE


ISTINTIVAMENTE PARTECIPANDO
IN RIFLENTE AL VIVERE SOCIALE...

IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 16/02/2015 :  09:14:46  Rispondi allegando il testo
LA RIFLENTE - SESTOSENSO

DONO DI MADRE:
VIRTÙ UMANA...

SAGGEZZA, FELICITÀ
INSITA IN RIFLENTE:

AUTOCOSCIENZA, LIBERTÀ
IMMANENTE TRASCENDENTE;

SCIENZA NATURALE
ARMONIA SOCIALE...

IL POETA marylory
Lorenzo Pontiggia

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 16/02/2015 :  18:55:46  Rispondi allegando il testo

IN RIFLENTE

ANTINOMIA
CONTRADDIZIONE


RAGION PURA
REALE APPARENTE

TESI ANTITESI
RIFLESSIONE-MENTE

RISOLVIBILE
IN RIFLENTE!

Lorenzo Pontiggia
il Poeta MaryLory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 17/02/2015 :  12:18:10  Rispondi allegando il testo

LA RIFLENTE: “CONOSCI TE STESSO”
(Frase sul TEMPIO di APOLLO A DELO).

Il Conoscere è come la ciliegia: una tira l'altra...
La Filosofia è l'evolversi dell'infinita Conoscenza del Umano nel dare un Senso al VIVERE.


OGNUNO SERVE ALL'ALTRO...

Dieci anni fa in piena maturità, stimolato alla lettura, mi pongo il quesito Intuitivo: perché capisco e vado oltre la “Storia scritta?”
Mi soffermo, che uso?
Rispondo: La RIFLESSIONE, la quale si evolve usando la MENTE, da far sbocciare la parola nuova o la scoperta dell'America: LA RIFLENTE, cioè il nucleo primario dell'Evoluzionismo Sociologico, Antropologico dei caratteri morfologici o dell'attitudine umana nel corso dei processi evolutivi: Culturali e Sociali.
La base della RIFLENTE è Storia Umana o Conoscenza sviluppata, che non usata è auto incensarsi o mistificare a danno del Sociale...

N.B. Introduzione al nuovo libro...

Lorenzo Pontiggia
il Poeta Mary Lory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 20/02/2015 :  11:17:21  Rispondi allegando il testo
Stamattina una persona di Rogeno, visitando il mio ambiente, afferma di conoscermi (e non era il primo) per aver sentito più volte miei interventi al Cineforum di ERBA, guidato da Padre Lietti.
Non avendo mai avuti applausi in senso lato son rimasto meravigliato: non è mai troppo tardi...
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 21/02/2015 :  17:06:18  Rispondi allegando il testo

ENERGIA = RICORDI...

Carnevale in quel di ERBA, anni 1950.
Da spettatore in piazza Puecher
m'intrufolo, dando vitalità alla sfilata.
L'ex maestro Vordoni di 5 elementare
sorride lasciandomi fare il capopopolo
che anticipa la Pasqua...


1961: da responsabile C. G. Erba
organizzo il Carnevale:
1 Premio L. 500.000, 2 Premio L. 350.000
3 Premio L. 175.000, agli altri premi vari
Acquistai a Cantù un carro tipo Viareggio,
lo girai a Spreafico Arialdo (la Stazione).

Con questa mossa il successo era certo.
La giuria dei “notabili” non fu all'altezza
che lasciarono una scia d'amaro
per mancanza di tatto da parte
dei laureati senza capacità di sensibilità
come purtroppo avviene ancor oggi...

Il mio terzo Carnevale: diversi anni dopo
Bindella mi volle alla guida del “carro”.
Fui onorato, diedi il meglio e così
andammo ad OGGIONO a sfilare...
Per le foto il figlio di Galli Giuseppe
credo ne abbia parecchie...

LORENZO PONTIGGIA

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 23/02/2015 :  16:34:09  Rispondi allegando il testo
“ NON BUTTO VIA IL “BAMBINO” NATO IN ME “
- LA RIFLENTE NASCE CON L'UOMO ( SESTO SENSO), MA NON USANDOLA NON SCOPRE IL MONDO UMANO -

Questa Opera apre un Nuovo Orizzonte all'Umanità mettendo a “fuoco” la Sociologia o Alterità Culturale: diversità di tradizioni rispetto a quelle dominanti o autoctone.
Il Libro è un invito critico che arricchisce nel far scoprir l'acqua calda e sta al lettore saperla apprezzare.
La RIFLENTE è il punto di partenza del Sapere (Vita Culturale), Comunicare (Partecipazione alla Sintesi), Creare (Descrivere ipotesi e teorie), Agire, usando l'evolversi dell'Antropologia pratica Sociale in RIFLENTE, a Vantaggio di TUTTI. Affinché TUTTI siano Partecipi.

A Fortiori la RIFLENTE è la Panacea: Idealismo, Ragione Pratica, Intuizione, Saggezza, Intelligenza, Armonia Sociale, Antinomia delle due Autonomie, Educare al Vivere cordiale, al Progresso dell'Umanità, Essere Profeta, Poeta nel seminare e dare Amore...
Nel dare la RIFLENTE emerge dalla “palude” dell'abitualità che c'è in noi, da non lasciare ai figli o PROGENIA un deserto di egoismo e di Infelicità dove vige l'arrivismo sempre più sfrenato...
Il Libro è dedicato a chi vuol conoscersi e capire che il Vivere è Meraviglia di Natura, di cui l'Uomo coglie la fragranza del Vivere Umano.

Lorenzo Pontiggia
il Poeta Marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 26/02/2015 :  19:13:30  Rispondi allegando il testo
SAPERE

LA RIFLENTE - SESTOSENSO
TERRA MADRE - VIRTÙ UMANA...

SAGGEZZA, FELICITÀ
AUTOCOSCIENZA, LIBERTÀ...

IMMANENZA, ARMONIA SOCIALE,
TRASCENDENZA SCIENZA NATURALE...

PENSIERO, EVOLVERSI OLTRE
IL CONOSCIBILE IN RIFLENTE...

SAPERE

IL POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 27/02/2015 :  20:13:43  Rispondi allegando il testo
GLI AUGURI

Un piacere sottile
Di Luce che si riceve,
Per continuare a non Deludere
Nel non illudere Nessuno...

A TUTTI UN GRAZIE SOCIALE...
lorenzo
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 01/03/2015 :  11:34:17  Rispondi allegando il testo
MEMORIA = STORIA

Arte non Repetita Iuvant,
Ma l'evolversi in RIFLENTE,

Armonia, Fiducia in sé
AMORE al Prossimo.

MEMORIA non Cabala.
PICO DELLA MIRANDOLA

Lo si commemora per l'Arte
Del Ricordare di “Tutto”...

STORIA = MEMORIA

il Poeta marylory
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 02/03/2015 :  10:38:58  Rispondi allegando il testo
PURA FELICITÀ

Sul Poggiolo di Villa Calliope,
La STELLA in RIFLENTE

Coreografa Luce,
Armonia Calore,

Scenari Infiniti,
Futuro di VITA,

AMORE Sociale
Dal Perenne SOLE...

il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 03/03/2015 :  11:52:56  Rispondi allegando il testo
LA POESIA = BIOS

ENERGIA Libera,
Intuizione, Analisi,
Sintesi Mentale
Globale Sviluppo
Germogliante in RIFLENTE:
POESIA = BIOS!
- ARISTOTELE -

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 03/03/2015 :  17:16:16  Rispondi allegando il testo
BIOGRAFIA

MARAVIGLIA ETERNA
INFINITO TEMPO
TIMPANO di VITA
CONCHIGLIA di MARE:
PROGRESSISTA

Lorenzo Pontiggia
il POETA

Vai ad inizio pagina
Pagina di 95 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2020 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,11 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo