Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Italiano Benvenuti nel forum: è a vostra disposizione per porre delle domande, raccontare storie, scambiare opinioni sulla Bulgaria e i suoi rapporti con l'Italia, conoscere nuovi amici...  Informazioni e regolamento del Forum Bulgaro Добре дошли в форума! Той е на ваше разположение за вапроси, мнения, срещи с нови приятели, така както и за запознаване на обикновения италианец с България... Информация и правилник за Форума
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Nome utente:
Password:
Selezione lingua
Salva la password     Hai dimenticato la Password?

Discussioni attive | Utenti | Cerca | FAQ
 Tutti i forum
 Forum in lingua italiana
 Cultura
 Lore 2
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione precedente Discussione Discussione successiva
Pagina di 95

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 12/01/2015 :  12:23:36  Rispondi allegando il testo
IL MONDO UMANO DEL POETA

ARMONIA SOCIALE
NELL'ESPRIMERSI
NELL'ATTIMO ETERNO
IN RIFLENTE...

2015/2768 (fond. di ROMA)
Anno della RIFLENTE

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 13/01/2015 :  17:56:16  Rispondi allegando il testo
AGORÀ 13-01-2015
“ALLARME ROTTO”

Lo Storico: sul problema
del terrorismo attuale:

Inizia con il "cuore dell'uomo".
Se parla così solo

La RIFLENTE a 360°
Lo risolve con AMORE AL PROSSIMO...

il Poeta marylory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 15/01/2015 :  14:30:01  Rispondi allegando il testo
ENERGIA PER VIVERE

LA RIFLENTE È IL DONO UMANO,
HABITAT: MINER-VEGET-ANIMALE,

BIOS, TALETE - ARISTOTELE 333 a.C.
L'UOMO IGNORANDO PAGA

NON USANDO LA RIFLENTE...
2015: anno della RIFLENTE

IL POETA
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 16/01/2015 :  08:47:58  Rispondi allegando il testo
... DAI GENITORI SON STATO BATTEZZATO CRISTIANO,
All'età di tredici anni era mio desiderio di farmi prete...
Nel pieno sviluppo ebbi una febbre 41,7 che mi davano spacciato, causa l'ignoranza dei dottori.
Era una ghiandola linfatica che l'acqua del rubinetto mi salvo...
Fui accompagnato dal Padre Spirituale ad iscrivermi, ma la segreteria del Seminariio di San Pietro SEVESO, a causa degli errori dei dottori, rifiutò l'iscrizione.
Al Padre Spirituale DON GIUSEPPE OTTOLO, dissi: Allora sarò un Laico in mezzo agli uomini, libero dalle religioni, colori, ideologie e tessere al servizio di TUTTI!
Ciao a Te e chi legge...
il Poeta
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 19/01/2015 :  14:24:14  Rispondi allegando il testo
Messaggio originale----
Da: dueali2@virgilio.it
Data: 19-gen-2015 7.42
A: <lorenzopontiggia3@virgilio.it>
Ogg: la Stella


Ciao Poeta,
ogni tanto il pensiero ritorna a te e alla tua stella
mi dispiace che non credi più in Dio
senza la tua stella hai perso la Vera Stella..
Ti auguro di ritrovare la via
seguendo di nuovo la stella...
come i Re Magi
che con la Luce della Stella
hanno trovato
e tu, ritrovato,
Dio

Ciao "DUE ALI," piacere di leggerti...

L'ignoranza non dà un senso al Vivere....
La RIFLENTE è il DONO di VITA ETERNA...

Non siamo "bestie da ingrassare" e
mandare al macello per speculazione "cainesca".

Purtroppo succede quotidianamente
in una società infelice per Ignoranza.

Da far danzare diavoli e diavoletti,
paga pantalone nell'infelicità quotidiana...

Tutte le religioni sono falsità
per sfruttare l'animale uomo...

Tutti i giorni metto a nudo
gli infiniti problemi in RIFLENTE

per un nuovo libro, commemorando
il 2015 Anno della RIFLENTE!

Grazie del riscontro:
Lorenzo Pontiggia il Poeta

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 20/01/2015 :  12:24:24  Rispondi allegando il testo
Un saggio del prossimo Libro

La RIFLENTE è base di crescita, evita Errori = Benessere SOCIALE...

La RIFLENTE affratella, filtra non ripete i Falli della STORIA...

La RIFLENTE: Esperienza Umana per essere VIVI..

La RIFLENTE, Responsabilizza l'Uomo ad essere UMANO...

La RIFLENTE forgia la Volontà da camminare a TESTA ALTA

La RIFLENTE, la si usa per Crescere in Armonia con Se Stessi e gli ALTRI...

La RIFLENTE dà Serenità al Mondo che ci Circonda...

La RIFLENTE è la prima VIRTU' o SESTO SENSO che ha l'UOMO...

La RIFLENTE è l'AMICA, non delude e dà CONOSCENZA...

La RIFLENTE regala la CERTEZZA d'AMARE IL PROSSIMO...


Lorenzo Pontiggia il POETA

Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 21/01/2015 :  14:57:43  Rispondi allegando il testo
DUE ALI:
Poeta...in questo sono d'accordo con te...
Speriamo bene...
Che l'uomo possa ritornare
ad essere...un Vero Uomo
di intelletto di coscienza e di cuore

Un tempo ti avrei scritto:
Chiediamo aiuto a Dio e ai nostri Angioletti
affinchè trionfi l'Amore
il Vero Amore

Non lasciamo morire i sogni
sognamo un mondo di Pace
come questo dolcissimo bimbo

perchè...
un bambino nel tempo
non si arrende mai
ma cerca la felicità

e con questo bellissimo video
ti auguro..buona notte...

-Bambino nel tempo
mentro guardo il mare il mio pensiero va alla
latitudine di un'altra età
quando ci credevo
nelle favole, sempre con
la testa fra le nuvole
sogni e desideri
diventavano realtà dentro
il libro della fantasia
era la stagione della vita
in cui non c'è malinconia
ora in questo tempo
d'inquietudine sento che
non ci si può più illudere
nonostante tutto resto
un pò d'ingenuità
dentro la speranza ancora c'è
come allora voglio continuare
sempre a chiedere perché
e dipingo a modo mio
il mondo intorno a me
come un bambino nel tempo
che non perde mai
la sua curiosità
è l'istinto che mi fa
volare via di qua
un bambino nel tempo
non si arrende mai
cerca la felicità
respirando l'aria di salsedine
mi fa compagnia la solitudine
questo posto mi sembrava
magico nel ricordo
di quand'ero piccolo
come allora cerco
una risposta che
non c'è e non so
che differenza fa:
rimanere ferma ad aspettare
oppure andare via di qua
e dipingo a modo mio
il mondo intorno a me
come un bambino nel tempo
che non perde mai
la sua curiosità
è l'istinto che mi fa
cambiare la realtà
un bambino nel tempo
non si arrende mai ma
cerca la felicità e per sempre invisibile
e vera questa parte
di me resterà...
Eros Ramazzotti

Due ali...

Rispondo:

Cara due Ali...

Pensa a Francesco, al "bimbo" che c'è in Lui...

Fu eletto per merito dell'America per gli scandali non solo di C.L.

Non vive in Vaticano per non finire come Luciani...

I primi mesi si preparava il cibo da solo...

Poi tranqullizzato pranza al desco delle suore...

L'ultima non siamo "conigli"...

Cara Due Ali:

L'istinto è la RIFLENTE che ci SALVA
dall'essere solo animali, usando
il SESTO SENSO o RIFLENTE...

Ciao Lorenzo
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 21/01/2015 :  17:31:16  Rispondi allegando il testo
Trovata in Internet

Nel 2003 chiesi dopo aver creato in quel di COMO il gruppo EGO-ID e di riflesso il gruppo ACARYA, di partecipare al "Festival" della letteratura e Poesia in Centro COMO, Piazza Cavour...
- Telefonarono, dicendomi che ero stato accettato, ma che avrei dovuto declamare una sola poesia alle 08,30 di sabato mattina al Broletto ( sotto il quale circa quindici anni prima..., allestivo una mia bancarella alla Fiera del libro usato come venditore, proprio nei primi giorni di SETTEMBRE.
Ricordo come alla mattina, anche per via del pungente freddo, circolava ben poca gente.
Tuttavia non è una novità che la mia firma faccia ombra e dia fastidio ai tanti che "non sono"...

Telefonarono, dicendomi che la mia partecipazione all'interno della manifestazione letteraria della durata di circa 48 ore consecutive, era stata accettata. Guarda caso avrei dovuto declamare una sola poesia unicamente alle 08,30 di sabato mattina sotto il Broletto...
A tale proposta, mi venne da sorridere e naturalmente rifiutai...
Facendo felice l'organizzazione, il cui comportamento si commenta da solo...

Pertanto ringraziai e declinai l'invito...



Lorenzo Pontiggia
il Poeta MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 23/01/2015 :  18:28:02  Rispondi allegando il testo
L'UOMO LUCE

La RIFLENTE Sintetizza:
Il COSMO PADRE UNIVERSALE,
Il SOLE VITA CONOSCENZA...

La NATURALE MADRE TERRA:
MINERALE, VEGETALE, ANIMALE
= BIOLOGIA = ENERGIA INFINITA...

L'UOMO PERPETUA
LA CONGENITA PTOGENIE
NEL SOLE DELLA VITA:

L'UOMO e LA RIFLENTE...

Lorenzo Pontiggia
il Poeta Mary Lory
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 25/01/2015 :  10:19:07  Rispondi allegando il testo

L'ETERNO ATTIMO

La VITA un Girotondo:
Leggere, Pensare,
Scrivere, Lavorare,
Sentirsi VIVI...


Nel ATTIMO ETERNO
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 31/01/2015 :  10:34:43  Rispondi allegando il testo
FESTA DELLA NATURA

ATTRAZIONE = FECONDITA'
PERENNE CICLO:

VEGETALE ANIMALE
DI MADRE TERRA...

IL Poeta
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 01/02/2015 :  17:16:58  Rispondi allegando il testo
"NON E' MAI TROPPO TARDI..."
AUGURI AL NUOVO PRESIDENTE ITALIANO SERGIO MATTARELLA

- ESCURSO STORICO della POLITICA ITALIANA ( alla fuga di BETTINO CRAXI IN TUNISIA).
LA CARTA DELLA REPUBBLICA FU SCRITTA TRA IL 1946 E IL 47, DA DEMOCRATICI CRISTIANI, SOCIALISTI E COMUNISTI.
Queste FORZE non CREDEVANO nell'ECONOMIA DI MERCATO da chiedere allo STATO di farsi carico della VITA dei suoi CITTADINI...
In ITALIA dopo la MORTE di DE GASPERI, la nostra CLASSE POLITICA impiega il proprio Tempo per avere il POTERE...
La Macchina dello STATO ha bisogno di CINQUE ANNI per fare quello che in altre NAZIONI EUROPEE Impiegano un solo ANNO.
IL risultato è che si sviluppa una MACCHINA ISTITUZIONALE lenta, i cui PARTITI POLITICI e le FAMIGLIE BEN NOTE SON DIVENUTE PIU' IMPORTANTI DEL PARLAMENTO....

LA RIVOLUZIONE DEL 1968 , L'INTEGRAZIONE EUROPEA e le NUOVE TECNOLOGIE ci trovano impreparati da RIPENSARE ad un NUOVO SISTEMA ECONOMICO E SOCIALE...
Tralascio di parlare dell'ASSASSINIO DI MATTARELLA, ALDO MORO, VITTORIO BACHELET, IL GENERALE DALLA CHIESA, FALCONE, BORSELLINO E TANTI ALTRI CHE PAGARONO COL PROPRIO SANGUE nel servire con AMORE L'ITALIA...
PARLO della più grande VERGOGNA ITALIANA: “ IL NODO NATALI”
che creò la base del DEBITO PUBBLICO, le TANGENTI.
IDEATORE FU CRAXI CON IL BENEPLACITO DI ANDREOTTI, FORLANI (C.A.F.), e le “BRICIOLE” alle altre forze, LEGA compresa (Roma ladrona).

(BERLUSCONI, PER FARSI AMICO DI BETTINO, da buon VENDITORE frequentò' IL RISTORANTE dove CRAXI mangiava. ( Da Lì NASCE l'AMICIZIA INTERESSATA).

CON QUESTA PREMESSA SI FAVORI' LA LEGGE MAMMI' 223/90 , CHE DI FATTO LEGITTIMAVA QUANTO PRIMA ERA ILLEGALE DA PERMETTERE ALLE RETI DI MEDIASET DI SFRUTTARE IL CIELO ITALIANO...

MATTARELLA, ALLORA MINISTRO SI DIMETTE CON LA SINISTRA D.C. -

LE PRIME PAROLE DEL NUOVO PRESIDENTE ITALIANO ALLA NAZIONE:

- IL PENSIERO VA INNANZITUTTO E SOPRATTUTTO ALLE DIFFICOLTA' IN QUESTO MOMENTO DEGLI ITALIANI: È SUFFICIENTE QUESTO... -

Da POETA, AUGURO IN RIFLENTE A SERGIO MATTARELLA DI USARE LA RIFLESSIONE-MENTE = RIFLENTE, da DIMOSTRARE AGLI ITALIANI CHE LA FIDUCIA DATAGLI E BEN RIPOSTA nel riuscire a portare a galla L'ITALIA e non “l'Italietta”...

Un grazie a RENZI d'aver capito in tempo che è ora di cambiare...

Lorenzo Pontiggia
il Poeta MARYLORY


Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 03/02/2015 :  14:30:40  Rispondi allegando il testo
NEL GIORNO “DELL'INCORONAZIONE” di SERGIO MATTARELLA

TURGOT ROBERTO GIACOMO – ECONOMISTA E STATISTA 1727 – 1781 PARIGI.
INTENDENTE GENERALE A LIMOGES, MINISTRO DELLE FINANZE SOTTO LUIGI XVI.


INTRAPRESE ARDITE RIFORME, CHE SE ATTUATE AVREBBERO SALVATO LA MONARCHIA DALLA GHIGLIOTTINA:

PER L'ISTRUZIONE PUBBLICA RECLAMÒ LA SOPPRESSIONE DELLE SCUOLE RELIGIOSE E LIBERTÀ DEI CULTI.
LA DIREZIONE DELLA SCUOLA ELEMENTARE ALLO STATO.
PER LA GIUSTIZIA VOLLE L'UGUAGLIANZA DI PENE PER TUTTI.
MITIGAZIONE DEL CODICE PENALE E CIVILE UNIFORME PER TUTTA LA “PROVINCIA”....
PER L'AMMINISTRAZIONE MUNICIPALE COMUNALE, SCELTE ELETTIVE DEMOCRATICHE.
PER L'AGRICOLTURA UN'IMPOSTA PAGATA DA TUTTI.
LIBERT.À AL COMMERCIO E LA CIRCOLAZIONE DEL GRANO E DEL VINO.
RISCATTO DEI DIRITTI MUNICIPALI E FEUDALI AI NOBILI E AI SIGNORI.
PER L'INDUSTRIA LA LIBERTÀ DEL LAVORO E LA SOPPRESSIONE DELLE CORPORAZIONI. AL COMMERCIO.
LA SOPPRESSIONE DI DOGANE INTERNE E DEI MONOPOLI PER UNA LIBERA CIRCOLAZIONE.

NUOVE STRADE. .
UNA CASSA DI SCONTO PER RIBASSARE L'INTERESSE DEL DENARO, FACILITARE LE OPERAZIONI COMMERCIALI..
PER L'ESERCITO ORGANIZZAZIONE DI REGGIMENTI PROVINCIALI PERMANENTI.
PARECCHIE DI QUESTE RIFORME SOLLEVARONO VIVACI OPPOSIZIONI... CHE IL re FU COSTRETTO A CHIEDERGLI LE DIMISSIONI (1776).

COSI' IL 5 MAGGIO 1789, INIZIA LA RIVOLUZIONE FRANCESE DANDO LAVORO ALLA GHIGLIOTTINA...

BUON LAVORO “PRESIDENTE”...

LORENZO PONTIGGIA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 04/02/2015 :  10:23:37  Rispondi allegando il testo
ATTORE di VITA ( IL POETA )

USA la RIFLENTE,
LUME, GUIDA
AL VIVERE SOCIALE...

SPRIZZA ENERGIA
FERVIDA D'AMORE
AL PROSSIMO...

ALL'UOPO DISPONIBILE
NELL'ESSERE SE STESSO
TESO ALLA LIBERTÀ...

Il POETA
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 05/02/2015 :  13:21:13  Rispondi allegando il testo
MEDIATORI DI PACE

OGNI CELLULA È PARTE
DEL TESSUTO SOCIALE...

TUTTO È GRATITUDINE,
SOCIEVOLEZZA, AMORE...

BENESSERE DATACI
DALL'IMPARZIALITÀ:

MEDIATORI DI PACE!

Il POETA MARYLORY
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 05/02/2015 :  14:54:28  Rispondi allegando il testo
LEGGE NATURALE

ETICA, SOCIALE, DISCERNATRICE
DI LUCE DEL BENE DAL MALE

PER UNA SOCIETÀ CIVILE EQUA...
I NOSTRI FIGLI USANDO LA RIFLENTE,

TRARRANNO DAL PROGRESSO
UN BENESSERE SOCIALE:

IN CUI TUTTI SON PARTECIPI
ALLA LEGGE NATURALE...

il Poeta MARY LORY
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 06/02/2015 :  11:39:54  Rispondi allegando il testo
SBOCCIA IL NAZISMO...

Il 20 aprile 1889, Klara Polzl dava alla luce un bimbo gracilino: Adolfus. Il concepimento del neonato Adolf è alquanto nebuloso...
La madre tendenzialmente triste era sottomessa all'autorità del marito, il quale era un uomo dedito al vino, irrequieto, irascibile, egoista, dalle ambizioni insoddisfatte e dagli amori instabili...
Diciottenne entro nella Polizia doganale dell'impero austro-ungarico...
Alla nascita di Adolf, il padre aveva cinquantuno anni e la madre ventotto.
A causa del lavoro la famiglia si spostava di frequente...
Adolf era un bimbetto gracile e malaticcio, ma sempre pronto ad azzuffarsi con ragazzetti del luogo.
Frequentò una scuola rurale, senza dar prova di assiduità.
Il padre in pensione si trasferì a Lambach, tra Linz e Salisburgo. Dove c'era un antico monastero benedettino. Adolf frequentava più volentieri il coro dell'abbazia che la scuola, inoltre si prestava a fare il chierichetto. Esternando il desiderio di indossare la tonaca.
Il padre per lavoro divenne “girovago” che lasciò anche Lambach per Leonding, periferia di Linz.
Con sforzo il ragazzo entrò in un Istituto tecnico di Linz, con rendimento scarso, ma dimostrando una forte sensibilità.
La storia era la sua materia preferita, nutrendo ammirazione per il professore Leopold Potsch che raccontava gli eventi del passato per poter meglio interpretare il presente e prepararsi al futuro.
Adolf era sempre svogliato e non voleva proseguire gli studi. Il padre voleva indirizzarlo alla carriera impiegatizia, magari alle dogane sulle sue orme.
Certe sere, la cucina di casa si trasformava in un campo di battaglia. < Io sono un artista! > gridava Adolf. < Tu sei un fannullone! > Replicava Alois. < Io voglio fare il pittore! > < No, tu farai l'impiegato se non vorrai diventare uno spostato! > < E io farò il pittore contro tutti e contro tutto! >
< No, il pittore mai, finché vivrò io! Mai ! >.
Con l'età della pensione, il padre tendeva ad ubriacarsi, e Adolf per recuperarlo faceva il giro delle osterie. Era quattordicenne che una notte lo trovò morente sotto un tavolo della taverna Wiesinger a Leonding.
In base allo scarso profitto, Adolf avrebbe meritato una bocciatura, ma il direttore della Realschule volle essere indulgente con lui. Gli disse ti promuovo, ma lascia questa scuola.
Riunì gli amici e festeggiò l'evento...
Privo del controllo paterno si abbandonò al comportamento bohémien...
Fu colpito ai polmoni da una lunga malattia, la madre lo invio dalla zia contadina a Spital, per riacquistare un po' di vigore...
Si appassionava all'arte pittorica, e non sfuggiva alla suggestione della poesia. I suoi primi versi erano dedicati a Stephanie, pensando che anche lei lo amasse in silenzio... Ma la ragazza lo trascurava... era così sfiduciato da vagheggiare l'idea del suicidio, gettandosi nel Danubio.
Continuava a respingere l'idea di sbarcare il lunario grazie a un impiego pubblico. Fece il manovale presso un cantiere edile che gli dava l'illusione di vivere a contatto con il mondo degli architetti. Ma fu licenziato. Spalò la neve, portò le valigie come facchino abusivo nelle stazioni.
Quando gli andava bene riusciva a smerciare i suoi acquarelli per pochi soldi a clienti di scarse pretese.
A Vienna lo raggiunse l'amico di Linz per studiare musica al Conservatorio, e lo ospitò nella sua cameretta,,,
I due giovani avevano molte idee in comune, particolarmente in campo musicale. Adolf era sospinto da una travolgente e incontenibile forza con alti e bassi d'umore, con entusiasmo e profonde depressioni che sorprendevano l'amico.
Adolf era dominato dal demone della musica, travolto dalla passione per l'architettura e l'urbanistica e per “diletto” gli acquarelli...
Indubbiamente la loro amicizia era stata grande e sincera, pur punteggiata da diverbi e litigi.
Il più grave scontro fu il giorno in cui Adolf disse ad August: < oggi mi sono iscritto alla Lega antisemita, e ho iscritto anche te >. August s'infuriò, e fu il segno d'una rottura irreparabile.

-… IL PATTRIOTTISMO URLANTE E BELLICOSO È SEMPRE DA SCASSARE...-
Fine prima parte...

Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 07/02/2015 :  19:48:33  Rispondi allegando il testo



















.

SBOCCIA IL NAZISMO (seconda parte).
Adolf si trasferì in un altra stanzetta in via Felberstrasse da dedicarsi più liberamente alla costruzione dei suoi castelli in aria. Rompe anche con Angela, la sorellastra che il padre aveva avuto da Franziska, la seconda moglie. L'inverno del1908 il freddo era pungente, i geloni gli tormentavano le dita. La fame era diventata la sua fedele, ma spietata compagna.
Le idee politiche si intrecciavano a concezioni economiche a sfondo sociale, tendenti a migliorare le condizioni dei proletari e degli studenti poveri. Chiedendosi perché lo Stato non smette di fare certe guerre inutili e servire il popolo, dando colpa all'arrivismo degli ebrei.
Le sue simpatie cominciarono ad essere per i capi antisemiti, per il cristiano sociale Karl Lueger, borgomastro della città. In seconda linea per il razzista pantedesco Georg Ritter von Schonerer, il quale combatteva la multirazziale monarchia asburgica, dichiarandosi nemico del cattolicesimo e dell'ebraismo.
Lueger, appariva ai suoi occhi di grande genialità e di notevole oratoria, da imitarla se si fosse messo a fare il demagogo.
Come tutti i giovani pensano che fare politica bisogna possedere poteri sovrannaturali. -< Per fare politica bisogna AMARE IL PROSSIMO usando la RIFLENTE! >- Lui credeva di averne a dismisura. Un giorno i compagni gli dissero che era andata buca con Stephanie... e lui a mo' di risposta mise la mano su un fornello a gas per dimostrare di resistere al fuoco della fiamma perché lo voleva, proprio come un fachiro.
Una volta trova per caso una rivista < Ostara > intitolata alla dea germanica della primavera che parlava di < arioeroi biondazzurri >, di razza ariana pura cui il destino aveva affidato la missione di eliminare le razze inferiori, naturalmente gli ebrei. Adolf volle subito incontrare il fondare, direttore e redattore unico un certo Lanza, viennese antisemita.
Da povero non poteva essere ospitato più di cinque ore consecutive presso Obdachlosenasyl.
La cosa non lo impressionava poiché, con la sua forza di autosuggestione, immaginava addirittura di vivere in fastose magioni.
Gli ebrei ai suoi occhi erano < ripugnanti >, in loro vedeva la sporcizia, il sudiciume morale, il paradosso è che lui non si “conosceva”. Una mattina un vecchietto dell'ospizio esclamò: < Oggi Hitler si è lavata la camicia. Avremo una giornata di sole >,
Per tre anni e mezzo Adolf abitò nel Mannerheim, un ricettacolo di bisognosi, dove si entrava un po' spostati e si usciva folli (in negativo).
Vedeva Vienna popolarsi di ebrei che acquisivano nella società prestigio e potere non soltanto economico.
Improvvisamente lasciò Vienna per l'Inghilterra, Liverpool (novembre 1912) usando il biglietto che il fratellastro Alois aveva spedito alla sorella. Alois, pur non comprendendo come avesse fatto Adolf a sostituirsi alla sorella lo trattenne per cinque mesi. Non rimase in Austria per più di un mese, andò a Monaco, città delle Muse, nella confinante Baviera.
Intensa era la vita culturale e politica della città, ma Adolf s'interessava più all'arte che ad altro, rivelando una inclinazione alle dottrine esoteriche: nel credere reale ciò che immaginava, capace di autosuggestionarsi, dotato di poteri paranormali. Da credersi un veggente.
La scelta di Monaco, aveva una ragione precisa, sfuggire alla polizia austriaca essendo renitente alla leva.
Nel caos austriaco ravvisava la presenza di un < agente patogeno dell'umanità >: l'ebraismo. Bisognava combatterlo, come bisognava opporsi al dominio della Chiesa di Roma.

… IL PATTRIOTTISMO URLANTE E BELLICOSO È SEMPRE DA SCASSARE...-
Seguirà la terza puntata.

Lorenzo Pontiggia
Mary Lory il Poeta

Modificato da - lore on 09/02/2015 12:03:34
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 08/02/2015 :  15:16:57  Rispondi allegando il testo
A Silvia Zani...
Porto il nome di mio zio Pozzoli Lorenzo Questore di COMO 43/45 (sposò la sorella di mio padre LUCIANO PONTIGGIA), il quale aiutò non solo ad allontanare il duce Mussolini dalla Città di COMO...
Di mio Zio son fiero perché aiutò il Prossimo (vedi Martinelli, Spallino... cercate miei articoli in Internet... ).
Era un bell'uomo, senza figli, e vicendevolmente cercato da belle donne...
Amava il Prossimo e un tribunale lo fucilò dopo aver aiutato al limite del possibile non solo COMO!
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina

lore
Utente

Messaggi 5015

Spedito - 08/02/2015 :  17:35:50  Rispondi allegando il testo
L'EGO

IL DEMONE danza
sull'arrivismo degli infelici
"furbi e coglioni"...

La TERRA MADRE
soffre al carosello del VIVERE
con lacrime di VITA...

L'uomo finché
non usa la RIFLENTE:
sarà infelice...

il Poeta
Lorenzo Pontiggia
Vai ad inizio pagina
Pagina di 95 Discussione precedente Discussione Discussione successiva  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova discussione  Partecipa alla discussione
 Versione stampabile
Vai a:
Forum Bulgaria-Italia © 2000-2020 Bulgaria-Italia Vai ad inizio pagina
 Modded By: Image Forums 2001 This page was generated in 0,11 seconds. Snitz Forums 2000


Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura Città e Località Economia Folklore Informazioni Politica e Governo Società Turismo