Home | Notizie | Forum | Club | Cerca 
Subscribe
Share/Save/Bookmark

Bulgaro
     
         Utente: non registrato, entra
Il Forum 2000-2002 e il Forum 2002-2005 sono chiusi. Scrivi nel nuovo Forum 2005-2020
 Club | Utenti | A-Z | Cerca | Statistiche | Il tuo profilo | Incontri | Annunci | Forum 
Oggetto: Vasil Levski   Autore: milena   Data: 18.02.2002 23:20
Rispondi | Tutte le discussioni
Oggi è 19 febbraio, 129 anni dalla morte di Levski, il più amato personaggio storico in Bulgaria.
Secondo voi, quale è la figura italiana analoga?
Milena
Oggetto: Vasil Levski   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 01:59
Rispondi | Tutte le discussioni
Giuseppe Garibaldi...
Oggetto: Vasil Levski X Milena   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 02:20
Rispondi | Tutte le discussioni
PASSAPAROLA!!!

Può rispondere chi conosce bene sia la storia bulgara che italiana.
Come faccio io che appena conosco qualcosa di quella italiana ed è assetato di quella bulgara...? Sii generosa,dai qualche notizia in più,per i curiosi come me.

Un saluto cordiale.
Nema
Oggetto: Vasil Levski x Michele2   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 02:25
Rispondi | Tutte le discussioni
Ciao Michele2, è sempre un piacere ritrovarti.Premesso che non conosco le vicende di Vasil Levsky,ma per essere paragonato a Peppino Garibaldi,è stato forse un pirata prima,poi massone e mercenerio?

Un cordiale saluto.
Nema
Oggetto: Storia   Autore: webmaster   Data: 19.02.2002 02:58
Rispondi | Tutte le discussioni
Sul risorgimento bulgaro e Vassil Levski

http://www.bulgaria-italia.com/bg/info/storia/bulgaria_10.asp
Oggetto: Vasil Levski x Nema   Autore: milena   Data: 19.02.2002 03:52
Rispondi | Tutte le discussioni
Attenzione, Nema, non lanciarti in predefinizioni su Levski. E l-unico sul quale i bulgari non polemizzano e conoscendo la specie :) vuol dire tanto!!! E su Garibaldi non si può dire la stessa cosa, si vede subito!!!

Il link che Paolo ti ha proposto per fornire un quadro storico su Levski ti è stato, spero, utile per inquadrare il personaggio, ma ci vuole un po' di legenda nazionale per capirlo.

Vasil Levski dedicò la sua vita all'organizzazione della rivolta contro i turchi. Il suo modello di organizzazione per comitati è stata poi riutilizzata dalle organizzazioni rivoluzionarie macedone e di Ilinden, ma questo è un altro discorso.
Levski non ha avuto una famiglia, né eredi. Sono legendarie le storie di come lui scappava dai turchi, trasvestito a volte anche da turco.
Tra i dirigenti della sua organizzazione c'era anche Dimitar Obsti, uno dei 24 bulgari nei 1000 di Garibaldi.

C'è una poesia che credo ogni bulgaro conosca, che descrive l'impicaggione di Levski "vicino a Sofia" (che attualmente è in pieno centro Sofia, c'è infatti il monumento Levski vicinissimo all'Università di Sofia). La poesia è di Botev e se vuoi, te la dico, il 3 marzo :)
a presto.
Milena
Oggetto: L'impiccagione di Levski   Autore: webmaster   Data: 19.02.2002 04:42
Rispondi | Tutte le discussioni
Intanto in italiano

http://www.bulgaria-italia.com/bg/info/poesia/hristo_botev.asp

... poi Milena, il 3 marzo, ce la recita nella versione originale bulgara ;-)
Oggetto: Vasil Levski x Nema   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 04:48
Rispondi | Tutte le discussioni
Caro Nema, il piacere è reciproco...

Il paragone tra Garibaldi e Levski è semplice: entrambi sono stati grandissimi personaggi storici essenziali, senza i quali oggi non si parlerebbe né di Italia né di Bulgaria... credo che anche per gli invasori turchi Vassili Levski altro non fosse che un "pirata" ed un "predone", così come per i colonizzatori inglesi (che hanno seminato distruzione, miseria e morte ovunque abbiano messo piede) George Washington era un "terrorista"...

Cordialissimi Saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski x il webmaster   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 04:49
Rispondi | Tutte le discussioni
Ah, se all'incontro è prevista anche la recitazione di poesie ne porto qualcuna anch'io... in bulgaro, naturalmente.

Saluti a tutti gli amici del sito - Michele.
Oggetto: Vasil Levski x Michele2   Autore: milena   Data: 19.02.2002 05:29
Rispondi | Tutte le discussioni
Penso che As sam balgarce sia già prenotata ma mio marito te la cederebbe più che volentieri :) :)
Oggetto: Vasil Levski x Milena   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 05:51
Rispondi | Tutte le discussioni
Grazie Milena,poco utile essenziale!

Salutissimi
Nema
Oggetto: Vasil Levski x Michele2   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 07:31
Rispondi | Tutte le discussioni
Caro Michele2,se un uomo di Bin Laden,uccidesse il Presidente Usa,è certamente terrosrista? Se un americano uccidesse il presidente della repubblica x è sempre terrorista?
Toni Negri è stato un terrorista? Oggi è un tranquillo professore,ma non si può escludere che domani,possa diventare Presidente della Repubblica e che possa avere anche una statua.Ma sempre terrista è stato.O no? Esempio,Bresci per l'omicido del re Savoia è un terrosista,Obberdan per un delitto analogo è un eore ed è ricordato in tutte le toponomastiche italiane.
La storia, è risaputo,la fà chi vince.Ricorda che sino a 10 anni fa,troneggiava la statua di Lenin a SanPietroburgo.Se Hitler avesse vinto la guerra,ti pare che non si faceva una staua ancor prima di morire? E che sarebbe stato ricordato nei libri di storia con giudizi differenti?
Appena morto Napoleone,era considerato come oggi,giustamente, è ricordato il baffino malefico .

Per quando riguarda Peppino Garibaldi:
Nel 1833 conobbe a Marsilia il massone Mazzini.Subito dopo si arruolò nella marina piemontese.Si distinse per la propaganda della setta massonica tra i marinai.
Nel 1834,sotto la guida di Mazzioni,tentò l'insurrezione a Genova contro i Savoia.Fuggì in Francia.Fu processato per alto tradimento,condannato a morte,in contumancia.
Nel 1835 fuggì in Brasile,dove si dedicò all'attività di corsaro.Infatti Denis Marck Smith disse:- Si abbituò a vedere nei grandi propietari della pampas un tipo ideale di persone da pampas-.
A Rio de Janeiro si iscrisse alla Giovane Italia,organizzazione iniziatica della massoneria.
Nel 1837 finanziato da queste organizzazioni mise in mare una barca da 20mila tonnellate,battezzata "Mazzini" Cominciò così a predare navi brasiliane.
Le lobby massoiche brittaniche lo spedirono in Uruguay per assicurarsi il monopolio commerciale della corona Inglese,contro l'egemonia cattolica-ispanica.
Nel 1844 a Montevideo cominciò la vera e propria carriera massonica.

Il 27-7-1995,il Pais (300mila copie giornaliere)in occasione della visita del Presidente Scalfaro, scrisse:-... diciamo al Dott.Scalfaro,che il suo compatriota (Garibaldi ndr) non ha lottato per la libertà di queste nazioni.come Scalfaro afferma,piutosto il contrario...-

La carriera massonica di Garibaldi culminò col 33°grado,ricevuto a Torino nel 1862,la suprema carica di Gran Hierofante del Rito Egiziano e del Mhephis-misraim nel 1881. Il Grande Oriente di Palermo gli conferì tutti i gradi dal 4° al 33° e a condurre il rito fu mandato Francesco Crispi, accompagnato da altri 5 "fra massoni".

In una lettera autografa di Vittorio Emanuele II,inviata a Cavour, si legge:-...Come avete visto,ho liquidato rapidamente la sgradevolissima faccenda Garibaldi,sebbene,siatene certo,questo personaggio non è affatto così docile nè così onesto come lo si dipinge,è come voi stesso ritenete.Il suo talento militare è molto modesto,come prova l'affare di Capua,e il male immenso che è stato commesso qui,ad esempio l'infame furto di denaro dell'erario è da attribuirsi interamente a lui,che s'è circondato di canaglie e cattivi consigli e ha piombato questo infelice paese in una situazione spaventosa.

Antonio Gramsci:-Porta Pia fu semplicemente l'ultimo episodio della costruzione -violenta e artificiale- del Regno d'Italia.Tutto il resto è chincaglieria retorica.
° ° ° ° °
Il capitolo storico sull'Unità d'Italia è molto vasto e spinoso.Garibaldi,fu mercenario,pirata e ladro.
Non è affatto vero che i mille erano dei volontari,ma tutti soldati a soldo,per il 40% composto da galeotti e ciurma italiana,e il resto da Ungheresi,slavi,svizzeri,tedeschi,inglesi.( guarda caso,anche 24 Bulgari che stranemnte avvertiro il bisogno di combattere per l'unificazione d'Italia)Comunque era normale ai tempi gli eserciti di mercenari,con diritto di bottino.Garry Baldy e la sua lazzaroneria,vennero finaziati dalla massoneria brittanica tramite Alexander Dumas (tra gli autori che adoro).
La presa del Regno delle due Sicilie da parte dei Mille,è una leggenda,poichè i savoiardi inviarono un esercito di 180mila uomini,guidato da Cialdini,La Marmora e pari sanguinari, ad agredire il regno borbonico.

Per questo credo che Vasil Levski non ha assolutamente nulla a che fare con Peppino Garibaldi,che aveva mezzo orecchio staccato,(motivo dei capelli lunghi),per un morso di una ragazza 16enne stuprata dal "ladrone dei due mondi",a Nizza,agli inizi della sua carriera.


Un saluto sempre cordiale.
Nema
Oggetto: Vasil Levski x Milena   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 10:16
Rispondi | Tutte le discussioni
Ti ringrazio, Milena, ma io parlavo di una poesia scritta da me...
Oggetto: Vasil Levski x Nemamiah   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 10:24
Rispondi | Tutte le discussioni
Carissimo Nema,

rispondo in modo netto alle prime tre domande: chi, usando l'arma del terrore, tenta di sovvertire istituzioni democratiche, o addirittura va a rompere le scatole ad un Paese che non è il suo, è senza ombra di dubbio un terrorista, e va combattuto fino in fondo.

Altra cosa è chi combatte per liberare il proprio popolo da occupanti ed invasori, ed è costretto anche ad utilizzare mezzi poco ortodossi.

Non intendo soffermarmi in dettaglio sui singoli episodi della vita di Garibaldi, senza però fare a meno di precisare che, se si va a cercare il pelo nell'uovo come fai tu, non si salva più nessuno...

Ribadisco che Garibaldi e Levski (così come Washington, e tanti altri) sono sicuramente personaggi analoghi e paralleli, perché sono entrambi riusciti ad ottenere l'identico, grandioso risultato di liberare il Paese dagli oppressori e dargli l'indipendenza.

Il Risorgimento è stata sicuramente una pagina dignitosa della storia italiana... vediamo di non sporcarla scioccamente.

Cordialissimi Saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski   Autore: manuel   Data: 19.02.2002 10:37
Rispondi | Tutte le discussioni
Mah, tanto di cappello a Giuseppe Garibaldi. Per carità, questo non si discute. Non credo però che il "vero" spirito che animava il Garibaldi (oggetto di molti studiosi e critici storici) sia stato lo stesso di quello che invece animava Vasil Levski.
Saluti, manuel
Oggetto: Vasil Levski x Manuel   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 10:52
Rispondi | Tutte le discussioni
Può darsi benissimo... ma io guardo al risultato concreto (ripeto, identico e grandioso per tutti e due) più che alla dose di idealismo... che comunque anche in Garibaldi non mancava.

Cordialissimi Saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski x Michele2   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 11:15
Rispondi | Tutte le discussioni
Ciao Michele2,come al solito dai sempre soddisfazione,perchè rispondi a tutto.Questo mi piace molto di te, e ti avverto sempre con maggiore simpatia,anche se spesso non siamo d'accordo su determinati temi,ma il bello è proprio questo aspetto.

Si sono d'accordo con te sui primi due paragrafi,naturalmente non vi era nel mio intervento nessun,riferimento all'11 Settembre.

Non mi piace leggere solo la storia che fanno i vincitori,scovando,sotto sotto ,vengono fuori aspetti sconosciuti.

Stassa cosa faccio per la "politica",cerco nei miei limiti di capire il pensiero, per esempio di Gramsci,di Gobetti,Sturzo e Gentile, così via di seguito.Ho letto persino un libro di Hitler,se me ne dovesse capitare un'altro,lo acquisteri e leggerei con interesse,per cercare di capire qualcosa anche di un aguzzino simile.Stessa cosa vale per gli altri dittatori del '900.

Ciò che ho scritto a proposito di "Garry Baldy",non è cercare il pelo nell'uomvo,(qui si tratta di trave),ma il semplice senso della verità il più vicino possibile alla realtà.Spesso gli eroi sono dei bluff!

La frantumazione di alcuni paesi ex cortina di ferro e dei balcani,hanno sempre e comunue la regia della lobby più potente del mondo,da 250 anni a questa parte.

Un cordiale e amichevole saluto.
Nema
Oggetto: Vasil Levski x Nema   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 12:13
Rispondi | Tutte le discussioni
Grazie per la stima, ti assicuro che è reciproca...

Mi fa piacere che tu sia in sintonia sui primi due punti... non ho minimamente pensato che tu facessi riferimento all'11 settembre, hai chiaramente parlato di attentato contro il Presidente... Comunque, è chiaro che il magnicidio è sempre sbagliato e non ha mai risolto nulla...

Comunque, meno male che l'Italia ha avuto un "bluff" come Garibaldi...

Francamente, non vedo l'attinenza tra il tema che sollevi alla fine del tuo intervento e quello in discussione...

Presumo comunque che tu non faccia riferimento agli USA... visto che parli di 250 anni e gli Stati Uniti esistono solo da 226...

Carissimi Saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski x Michele2.   Autore: nemamiah2002   Data: 19.02.2002 13:28
Rispondi | Tutte le discussioni

No,Michele2,questa volta gli States non centrano,la "famiglia" è europea,
anglo-tedesca,ma ha potere anche in Usa.

C'è un articolo pubblicato sul quotidiano "Globe",nel molto lontano 12 marzo 1849,che fa un quadro esatto,di come sarebbe stato l'assetto politico geografico europeo dal 1860 in poi.Non lo riporto perchè troppo lungo e ho gli occhi che bruciano.

Bisogna chiedersi come mai,Garibaldi con una condanna alla pena di morte,per aver izzato il popolo contro i savoia,viene dagli stessi graziato e messo al loro servizio?

Vedi tra i garibaldini,cera un certo Camine Donatello Crocco,professione: brigante.Finquando militò coi garibaldini,andò bene,ma appena si mette al servizo del soldo di Borges(uno dei capi dei partigiani meridionali),diventa nuovamente brigante,morì in prigione.

Garibaldi è stato al servizio delle lobby,non degli ideali.I meridianali stavano bene come stavano,diversamente ex militari,contadini,borghesi,etc,non avrebbero fatto una guerra di resistenza,per un anno,arroccati sui monti della basilicata.Alla taroccata unità, hanno contribuito di più Mister Albert Pike,Lord Palmerston,Lord Mintho,che il pirata nizzardo.

Non ci sono dubbi,che l'Italia si sarebbe fatta comunque,quella sorta nel 1860,non era l'Italia,ma il "regno di Sardegna e Piemonte" sostenuto dalla massoneria britannica,che colonizzo l'ex Regno delle due Sicilie,C'è una differenza,no?
L'Italia si è ri-fatta in effetti, dagli anni '30 del novecento,in poi.

Ecco cosa diceva di un altro eroe dell'unità ,un uomo di tutto rispetto,(Un Santo)Don Giovanni Bosco:-...Qui in Piemonte,Cavour fu uno dei capi della massoneria...-

Caro Michele2,ci sono documenti importanti messi in plichi sigillati e custoditi nell'archivio segreto di Stato ,che si potranno leggere solo nel 2060,che diranno ai nostri figli,la verità su come sia stata fatta l'Italia.

Giusto per finire in musica,ti riporto alcuni versi di vecchi canti di battaglia,oggi patrimonio del folclore: Nun c'è nè fotte do re burbone a terra e a nostra a nun sadda tucca.

UN'ALTRA: Vullesse addivetà nà palomma nenna nè,pe putere libere vulà e n'gnacchiare li divise 'e tutte i piemuntise.Vulesse addeventà na tammorra nenna nè,pe sciatare tutta chesta gente ca nun ha capite niente e n'c'è stà a guardà.
Vulesse addività nù suricielle,pe le rusicàre stè catene ca me stignene lu pede e me fanno schiavo!
Vullesse addivintà nu brigante,pe stare sopa la muntagna scura pe ve fa sempe paure fino a quanno more!

UN'ALTRA: Femme belle ca rate lu core,se lu brigante vulite salvà, nun 'o cercate scurdateve 'o nome, chi c'è fa guerra nun tiene pietà.
Ommo se nasce brigante se more,ma fino all'ultimo avimma sparà e se murimmo menate nù fiore e na bestemmia pe sta libertà!
Chi 'a visto o lupe 'e se miso paure,nun sape bbuone qua'è a verità,'o vero lupe ca magne è criature è 'o piemuntese c'avimma caccia!

C'è ne sono altre,quale testimanianza della memoria popolare.Ma temo di annoiarti,la tua parte napoletana,certamente ti consentirà di capire bene i versi.

Ancora un saluto sempre cordiale a amichevole.
Nema
Oggetto: Vasil Levski x nema.   Autore: grato   Data: 19.02.2002 15:05
Rispondi | Tutte le discussioni
ciao nema,come va? complimenti sei un esperto anche di storia...ma cosa tu non sai? pero' per me l'errore di fondo e' storico.Levsky non puo' essere paragonato a Garibaldi, perche' il primo partecipo' alla liberazione della propria patria dall'opprssore turco, il secondo partecipo' (per soldi o per patriottismo?) all'unificazione di una nazione che ancora non era stata mai cosi' delimitata. Due storie diverse,non paragonabili. PS a me piace ricordare anche che Garibaldi diede una mano all'unita' d'Italia,poi se proprio la vogliamo divisa...se ne puo' parlare
Oggetto: Vasil Levski x Nema.   Autore: michele2   Data: 19.02.2002 22:08
Rispondi | Tutte le discussioni
Carissimo Nema,

vedo che affronti sempre con spirito "garibaldino" questo forum...

Il primo punto, detto così, lo posso anche condividere...

Per quanto riguarda il resto, se sei a conoscenza di documenti segreti, clamorosi e sconvolgenti, sapendo addirittura che verranno aperti nel 2060, ti prego di fare qualcosa perché l'apertura avvenga almeno con qualche anno d'anticipo... io allora dovrei avere novantasei anni e, anche se in confronto a quel nonnino sardo morto recentemente a 113 sarei poco più di un ragazzo, la garanzia di esserci ancora non la posso avere...

Grazie per i bellissimi versetti; a parte il fatto di essere figlio di una napoletana, le lingue (ho detto proprio "lingue": la parola "dialetti" non mi è mai piaciuta) regionali sono la mia passione.

Cordialissimi Saluti - Michele.

P.S.: Ci sarai a Modena?
Oggetto: Vasil Levski xGrato   Autore: nemamiah2002   Data: 20.02.2002 00:36
Rispondi | Tutte le discussioni
Ciao carissimo,si siamo d'accordo sulla inequità di paragone.
Io sogno una federazione di stati europei con un presidete eletto dal popolo,figuriamoci se desidero l'Italia divisa.
La storia vera però non è stata detta e va detta,per onestà.Ancora oggi si offede la dignità dei meridionali,con la leggenda dei 1000.
A distanza di circa 150 anni ,anche se molti testi,hanno cominciato a dirla diversamente,è giusto riscriverla quella storia.

Un saluto cordiale.
Oggetto: Vasil Levski x Michel2   Autore: nemamiah2002   Data: 20.02.2002 00:51
Rispondi | Tutte le discussioni
Ciao Michele2,grazie per il "garibaldino"...haime!

Non sono in possesso di nessun documento,ma solo qualche buon testo storico e qualche ricerca personale in archivio di Stato.
E di quasi dominio pubblico che esistono documenti che si potranno aprire dopo un preciso e determinato periodo.

Negli archivi papali,11 chilomentri di documenti,esistono resti di testi
provenienti dalla bibblioteca di Alessandria di Egitto.

Per esempio è recente la scoperta nella bibblioteca di Bologna di una carta nautica e disegno geografico delle americhe,risalente a 38 anni rispeto alla "scoperta" di Colombo,altro furbo! Tu sei a Reggio a due passi da Bologna....

Per Modena mi è parecchio difficile,mi piacerebbe,conoscerti di persona come altri e cari amici,per esserci avrei bisogno di 2/3 giorni.

Salutissimi Michele2,
Nema.
Oggetto: Vasil Levski   Autore: pietro   Data: 20.02.2002 04:26
Rispondi | Tutte le discussioni
Milena ha aperto l’argomento chiedendo, a proposito di Vasil Levski:

“secondo voi, quale è la figura italiana analoga?”

Per analogia e similitudine a Vasil Levski (in vita ed in morte) potrebbe essere ricordata la figura di Andreas Hofer.
Infatti, come Vasil Levski:
1) combatte per il SUO popolo ed ASSIEME al suo popolo.
2) guida la rivolta del SUO popolo contro la dominazione straniera.
3) non aggredisce NESSUN altro popolo.
4) è TRADITO e, di conseguenza, poi CATTURATO.
5) è CONDANNATO A MORTE dallo straniero.
L’unica differenza è che, mentre Vasil Levski fu impiccato (a Sofia) Andreas Hofer venne fucilato (a Mantova).

Figura abbastanza “analoga”...o no?

Pietro.
Oggetto: Vasil Levski   Autore: milena   Data: 20.02.2002 05:45
Rispondi | Tutte le discussioni
Vorrei solo ricordare che una delle frasi storiche attribuite a Levski é:
Se perdessi, perderei solo me stesso.
Se vincessi, vincerebbe tutto un popolo.

Oggetto: Vasil Levski,per Pietro   Autore: grato   Data: 20.02.2002 10:29
Rispondi | Tutte le discussioni
sono un italiano ignorante, da dove esce il sig.ANDREAS? periodo storico?.....io soppesando ingenuamente mi piacerebbe ricordare Levski con ...Matteotti...almeno la base che l'Italia era formata c'e'.grazie
Oggetto: Vasil Levski   Autore: pietro   Data: 20.02.2002 11:04
Rispondi | Tutte le discussioni
Nato a San Leonardo in Passiria (Bolzano) nel 1767, Andreas Hofer era un montanaro, oste di professione, alto di statura, generoso d'animo, valoroso e prode.

Diversi furono i motivi dell'insurrezione capeggiata da Hofer.

La si attribui' all'ingiustizia, all'abolizione degli statuti di autonomia e al trattamento inumano subito; altre cause vanno individuate alla reintroduzione della carta bollata, alla coscrizione obbligatoria che si scontrava col modello di servizio militare regionale, all'introduzione di funzionari amministrativi stranieri e alla loro esasperata corruzione.

Nel 1809-1810 fu a capo dei rivoltosi Tirolesi (tra di loro c'erano anche numerosi Trentini} contro il dominio dei Bavaresi, che erano appoggiati dai Francesi. Tradito e poi arrestato in Val Passiria, venne fucilato a Mantova, dopo un processo sommario, il 20 febbraio 1810.

Se si controllano e si confrontano i cinque punti elencati, si nota la straordinaria analogia con la vita e la morte di Vasil Levski!

Saluti,
Pietro.
Oggetto: Vasil Levski   Autore: kocahoctpa   Data: 20.02.2002 12:41
Rispondi | Tutte le discussioni
http://petersburgcity.com/map/index.phtml/z/ebdbpjmcocajabaaa?23,92
Oggetto: Vasil Levski x Nema   Autore: michele2   Data: 20.02.2002 22:00
Rispondi | Tutte le discussioni
Carissimo Nema,

nel mio precedente messaggio, quando dicevo di poter condividere, mi riferivo al discorso delle lobby, fermo restando che al mondo non ce n'è una sola, né c'è mai stata...

Sul confronto tra Garibaldi e Levski, ribadisco che per me regge, perché entrambi sono stati eroi che hanno raggiunto un risultato straordinario: l'indipendenza del proprio popolo. Se poi Levski è stato più idealista, tanto di cappello a lui, ma la sostanza non cambia...

Anche su Colombo sono orientato diversamente: è stato un grande personaggio che ha realizzato un'impresa straordinaria, la scoperta dell'America (possiamo discutere finché vogliamo su quanto avvenuto nel continente americano durante i secoli successivi, ma che colpa ne ha il buon Cristoforo?).

Concluderò con un aneddoto:
- Sai perché Cristoforo Colombo ha scoperto l'America?
- Perché se fosse stato Giudoforo Talpa non l'avrebbe vista!

Cordialissimi Saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski x Michel2   Autore: nemamiah2002   Data: 21.02.2002 00:40
Rispondi | Tutte le discussioni
Ciao Michele2,
bella quella su Cristoforo,non la sapevo.Grazie.

Si di "cupole" c'è ne sono diverse,hai ragione,purtroppo spesso causano scompensi all'umanità.

Nulla da dire su Colombo,solo che la scoperta della cartina delle americhe,dice che qualcuno sapeva dell'esistenza di quel continente,prima di Colombo,che alcuni autorevoli studiosi sostengono essere pavese e non genovese.
Una curiosità:Gli uomoni di Cortez,aprirono,in un tempio Atzeco,una lastra di pietra,vi trovarno oltre a tanto oro,anche la statua in pietra di San Berardino.Ma le curiosità dell'affascinante mondo sono tante e per me che sono di natura curioso e assetato di sapere,mi appasiona molto.Come tutta la storia non ufficiale.

Un cardiale e amichevole saluto.
Oggetto: Vasil Levski x PIETRO   Autore: nemamiah2002   Data: 21.02.2002 00:45
Rispondi | Tutte le discussioni
Caro Pietro,desideravo ringraziarti per la figura storica che hai portato in luce sul forum. Anch'io come grato non conoscevo.
Questo si chiama cultuta,allora credo che ogni contributo offerto alla comunità e agli interessati come me,sia importante.

Grazie e un saluto cordiale.
Nema
Oggetto: Vasil Levski x Nema   Autore: michele2   Data: 21.02.2002 00:59
Rispondi | Tutte le discussioni
Carissimo Nema,

per l'aneddoto su Cristoforo Colombo devi ringraziare un mio amico che lo inventò parecchi anni fa...

Può darsi benissimo che Colombo fosse di origine lombarda e non ligure, infatti il suo è notoriamente il cognome più diffuso a Milano e in tutta la Lombardia.

Comunque, la sua lingua madre credo fosse proprio il genovese (sono sicuro che non conosceva l'italiano, allora non ancora affermatosi), e che, tre le altre, parlasse sicuramente bene almeno lo spagnolo e il portoghese (che ricorda molto la parlata di Genova nella cadenza).

Tanti cari saluti - Michele.
Oggetto: Vasil Levski xMichele2   Autore: nemamiah2002   Data: 21.02.2002 03:44
Rispondi | Tutte le discussioni

Infatti i "porteghesi" non amano pagare i biglietti e i genovesi scucire soldi.sia là...

Ciao Micheletwo!

Nema
Oggetto: Vasil Levskix Pietro   Autore: grato   Data: 21.02.2002 15:44
Rispondi | Tutte le discussioni
si adesso ricordo qualcosa,tutti i punti possono essere in comune,ma dissento sulla base storica,la Bulgaria di Levsky era gia' corpo,l'Italia di Andreas non era ancora Italia...comunque onore alla figura del "nostro" piccolo-grande eroe
Oggetto: Vasil Levski x Grato   Autore: nemamiah2002   Data: 22.02.2002 00:50
Rispondi | Tutte le discussioni
Non ti si può dare torto...ma l'Italia è unica anche in questo!
Un grande stato al sud e tanti stati regni e regnetti al nord,la entità geografica demarcata con precisione dalla natura,lingua,cultura,storia,hanno fatto dell'Italia,sempre uno Stato.L'italianità non è nata certo nel 1860,ma almeno 2000 anni prima.

Noi ci siamo voluti fermare a Garibaldi,se vi invito a fare mente locale,sono certo che ogniuno di noi può elencare una dozzina di eroi locali e nazionali.
Il nostro guaio,cioè di noi italiani,che abbiamo "esagerato" con la storia,l'abbiamo fatta così vasta,che ci smarriamo dentro.

Cordialità
Nema




Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn

Ultime Notizie
 

Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura CittÓ e LocalitÓ Economia Folklore Informazioni Politica e Governo SocietÓ Turismo

Notizie
  Temi Speciali Autori News Feeds (rss) Media bulgari (english)