Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro
Subscribe
Share/Save/Bookmark
     
           Utente: non registrato, entra
 Associazione Bulgaria-Italia - Statuto 
Associazione Bulgaria-Italia | Iniziative | Iscrizioni e Donazioni | Incontri
Articolo 1 - Denominazione e sede
E' costituita in data odierna l'Associazione "Bulgaria-Italia" (sigla A.B.I.) con sede a Vicenza

Articolo 2 - Scopo
L'ente, senza fine lucrativo, si propone essenzialmente i seguenti scopi:

- promozione ed incentivazione degli scambi culturali ed economici tra l'Italia e la Bulgaria;
- sostegno delle iniziative volte all'interscambio culturale, economico, politico, sociale tra gli Stati;
- promozione dell'inserimento sociale dei cittadini bulgari residenti in Italia ed italiani residenti in Bulgaria;
- promozione di attività di assistenza sociale, economica, formativa e tecnica.

L'Associazione fa propri i principi contenuti nella "Dichiarazione Universale dei Diritti dell'Uomo", adottata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 10 Dicembre 1948.

Al fine del raggiungimento dello scopo l'Associazione potrà ampiamente operare nel campo del diritto privato utilizzando la propria autonomia negoziale ed il proprio patrimonio nel rispetto dei precetti civilistici e costituzionali. In particolare svolgerà opera di divulgazione culturale ed interscambio di esperienze attraverso ogni mezzo di comunicazione.

Articolo 3 - Organi dell'Associazione
Sono organi necessari dell'Associazione:
- l'Assemblea degli associati;
- il Comitato direttivo;
- il Presidente.
Sono organi eventuali dell'Associazione:
- il Segretario.

Articolo 4 - Associati
Gli associati si dividono in:
- fondatori;
- onorari;
- sostenitori;
- ordinari.

I soci fondatori sono coloro i quali hanno contribuito alla nascita dell'Associazione sottoscrivendo il presente Statuto. Essi derivano la loro qualifica direttamente dallo Statuto e sono esclusi da qualsiasi adempimento o formalità dovesse essere ritenuta necessaria alla attribuzione o mantenimento della qualifica di associato.
I soci onorari sono coloro i quali si sono distinti per particolari meriti nel campo della cultura, della politica, della promozione sociale ovvero le persone fisiche, gli enti pubblici e privati, nonché le società che contribuiranno a sostenere l'attività dell'Associazione. Tale qualifica è attribuita giusta deliberazione del Comitato direttivo a maggioranza.
I soci ordinari sono le persone, enti e società che, di qualsiasi nazionalità, condividano le finalità dell'Associazione approvandone lo Statuto e ne sostengano l'attività mediante il versamento della quota sociale annuale, la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Comitato e che verseranno, all'atto dell'ammissione, la quota di Associazione che verrà annualmente stabilita dallo stesso.
I soci sostenitori sono le persone, enti e società che, di qualsiasi nazionalità, condividano le finalità dell'Associazione approvandone lo Statuto e ne sostengano l'attività mediante il versamento della quota sociale annuale, la cui domanda di ammissione verrà accettata dal Comitato e che verseranno, all'atto dell'ammissione, la quota di Associazione che verrà annualmente stabilita dallo stesso. Si distinguono dai soci ordinari quanto all'entità della quota.

L'adesione all'Associazione comporta per l'associato maggiorenne in regola con il pagamento delle quote societarie il diritto di voto nell'assemblea per l'approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti per la nomina degli organi direttivi dell'Associazione nonché per l'approvazione dei rendiconti. La qualifica di socio è a tempo indeterminato e non può essere acquisita per un periodo temporaneo, salvo in ogni caso il diritto di dimissioni. Ogni socio ha diritto di partecipare effettivamente alla vita sociale.
L'esistenza di diverse categorie di soci non comporta diversità di trattamento tra le stesse, avuto riguardo ai diritti di ciascun socio nei confronti dell'Associazione. La quota sociale annuale od il contributo associativo annuale sono intrasmissibili e non ripetibili. Il Comitato Direttivo decide sull'accettazione del nuovo socio.
La qualifica di socio viene meno qualora non sia rinnovata l'adesione all'Associazione tramite il versamento della quota sociale annuale, entro i termini stabiliti dal Comitato Direttivo; nel caso in cui il versamento avvenga entro 30 giorni dalla scadenza dei suddetti termini, il socio mantiene l'anzianità di iscrizione altrimenti si procede con una nuova iscrizione.

La qualifica di socio ordinario, sostenitore o onorario può venire meno:
- per dimissioni scritte da parte del socio;
- per incompatibilità dovuta alla partecipazione, senza informare preventivamente e formalmente l'Associazione, ad attività analoghe a quelle sociali intraprese da altre organizzazioni;
- per incompatibilità dovuta allo sfruttamento delle informazioni e conoscenze acquisite a fini di lucro o estranee allo spirito dell'associazione
- per deliberazione motivata del Comitato Direttivo o dell'Assemblea dei soci.

Contro tali decisioni il socio può presentare ricorso entro trenta giorni secondo quanto previsto all'articolo 10. In caso di dimissioni o di esclusione del socio, l'Associazione non è tenuta al rimborso della quota associativa.
La qualifica di socio fondatore può venire meno esclusivamente per dimissioni scritte da parte del socio.

Articolo 5 - Il Comitato direttivo
Il Comitato è composto da cinque membri; ne fanno parte di diritto tre Consiglieri scelti dai soci fondatori mentre per il resto è eletto dall'Assemblea dei soci, con voto a maggioranza semplice. Il Comitato dura in carica cinque anni e può essere rieletto.
Il Comitato è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell'Associazione, senza limitazioni. Esso procede inoltre:
- alla compilazione del Regolamento per il funzionamento dell'Associazione, la cui osservanza è obbligatoria per tutti gli associati;
- alla nomina dei soci onorari;
- a trasferire la sede nell'ambito della stessa città, nonché istituire comitati locali anche in altre città
- alla assunzione di eventuali lavoratori subordinati determinandone qualifica e retribuzione;
- alla stipula di eventuali contratti di collaborazione con lavoratori autonomi o professionisti.
- Il Comitato affianca il Presidente e il Segretario (se nominato) nella direzione ed amministrazione dell'Associazione secondo le linee di programma deliberate dall'Assemblea dei soci e conformemente agli scopi dell'Associazione.
In caso di dimissioni o decesso di un Consigliere, il Comitato alla prima riunione provvede alla sua sostituzione chiedendone la convalida alla prima assemblea annuale. In ogni caso i nuovi consiglieri scadono insieme a quelli che sono in carica al momento della nomina.
Il Comitato si riunisce tutte le volte che il Presidente lo ritenga necessario o che ne sia fatta richiesta dalla maggioranza dei suoi membri in carica e comunque almeno una volta all'anno per l'approvazione del rendiconto. Per validità delle deliberazioni occorre la presenza della maggioranza dei membri in carica del Comitato ed il voto favorevole della maggioranza dei presenti; in caso di parità prevale il voto di chi preside. E' ammessa la delega esclusivamente ad altro membro del Comitato.
Il Comitato è presieduto del Presidente, in sua assenza da un delegato del Presidente, o in assenza di entrambi dal più anziano per partecipazione all'Associazione.
Delle riunioni del Comitato verrà redatto, su apposito libro, il relativo verbale, che verrà sottoscritto dal Presidente e dal Segretario se nominato.

Articolo 6 - Presidente, Segretario
Il Comitato direttivo nomina nel proprio seno un Presidente, il quale eventualmente sceglie un Segretario, che resta in carica fino a revoca, dimissioni o eventuale scadenza del termine. La carica del Presidente dura un quinquennio, e può essere riconfermata.
Il Presidente ha la rappresentanza legale dell'Associazione nei confronti dei terzi ed in giudizio, cura l'esecuzione dei deliberati dell'Assemblea e del Comitato, nei casi di urgenza, può esercitare i poteri del Comitato, salvo ratifica da parte di questo alla prima riunione. Il Presidente può delegare in tutto o in parte i suoi poteri di rappresentanza a uno o più membri del Comitato o, per motivi gestionali, a incaricati dell'Associazione tramite autorizzazione scritta.
Il Segretario, se nominato, ha potere di firma e di rappresentanza legale, nonché la piena responsabilità amministrativa dell'Associazione. E' tenuto ad adempiere ad ogni incombenza amministrativa, ivi compresa la tenuta dei libri sociali e d'amministrazione.
Il Segretario, se nominato, è responsabile dei deficit di gestione non espressamente autorizzati dal Comitato. I poteri del Segretario spettano anche al Presidente che può delegarli a persona di sua fiducia.

Articolo 7 - Assemblea
L'assemblea è composta da tutti i soci ed è organo sovrano dell'Associazione. I soci sono convocati in assemblea dal Comitato almeno una volta all'anno, mediante comunicazione scritta diretta a ciascun socio, oppure mediante affissione nell'albo dell'Associazione dell'avviso di convocazione contenente l'ordine del giorno, oppure con qualsiasi altro mezzo idoneo (incluso quello telematico), almeno quindici giorni prima di quello fissato per l'adunanza.
L'assemblea deve pure essere convocata su domanda motivata e firmata da almeno un terzo dei soci. L'assemblea deve essere convocata presso la sede, ovvero attraverso l'ausilio di strumenti telematici.
L'assemblea delibera:
- sui documenti contabili, sugli indirizzi e direttive generali dell'Associazione;
- sulla nomina dei componenti il Comitato Direttivo;
- sulle modifiche dell'atto costitutivo e statuto, e su tutto quant'altro a lei demandato per legge o statuto.
Hanno diritto di intervenire all'assemblea tutti i soci in regola con il pagamento della quota annua di Associazione. Hanno diritto di voto tutti i soci iscritti da almeno 90 giorni.
I soci possono farsi rappresentare da altri soci anche se membri del Comitato Direttivo. Non sono ammesse più di 3 deleghe alla stessa persona. Spetta al Presidente dell'assemblea constatare la regolarità delle deleghe.
L'assemblea è presieduta dal Presidente del Comitato ovvero da un suo delegato, in mancanza dal Segretario se nominato, in mancanza di entrambi l'assemblea nomina il proprio Presidente, tra i membri del Comitato Direttivo.
Il Presidente dell'assemblea nomina un Segretario d'assemblea.
Dalle riunioni di assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente e dal Segretario d'assemblea. Le assemblee sono validamente costituite e deliberano con le maggioranze previste dall'articolo 21 Codice Civile. Per le modifiche statutarie, o per deliberare lo scioglimento dell'Associazione e la devoluzione del suo patrimonio, è necessario il voto, personale non delegabile, della maggioranza qualificata dei 3/4 degli associati.

Articolo 8 - Patrimonio e risorse sociali
Il patrimonio dell'Associazione è formato:
- dalle quote sociali e da eventuali contributi volontari degli associati che potranno essere richiesti in relazione alla necessità ed al funzionamento dell'Associazione, la quota sociale è intrasmissibile e non rivalutabile;
- dai contributi, (anche in forma di quota di partecipazione alle spese dell'attività dell'Associazione) di enti pubblici o di altre persone fisiche e giuridiche;
- da eventuali donazioni, erogazioni e lasciti;
- da eventuali entrate per attività e servizi svolti in attuazione degli scopi istituzionali dell'Associazione.

Nel rispetto della natura non commerciale e delle sue finalità non lucrative, l'Associazione si doterà di un sistema contabile che permetta l'identificazione chiara e precisa degli eventuali avanzi.

E' previsto:
- il divieto di distribuire, anche indirettamente, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale, a meno che la destinazione o la distribuzione non siano imposte per legge;
- l'obbligo di impiegare gli utili o avanzi di gestione solo per le attività istituzionali o direttamente connesse;
- l'obbligo di redigere e di approvare annualmente un rendiconto economico-finanziario secondo le disposizioni statutarie

Articolo 9 - Scioglimento e liquidazione
In caso di scioglimento dell'Associazione, il patrimonio residuo, su proposta del Comitato Direttivo approvata dall'Assemblea dei Soci, verrà destinato ad altra associazione con finalità analoghe, ovvero a fini di pubblica utilità, in quest'ultimo caso dopo avere sentito l'organismo di controllo di cui all'art. 3, comma 190, della legge 23 dicembre 1996, N. 662, e salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Articolo 10 - Risoluzione delle controversie
Tutte le eventuali controversie sociali tra soci e tra questi e l'Associazione o i suoi organi, saranno sottoposte, con esclusione di ogni altra giurisdizione, alla competenza di tre Probiviri da nominare dall'Assemblea; essi giudicheranno ex bono et aequo senza formalità di procedura. Il loro lodo sarà inappellabile.

Articolo 11 - Rinvii
Per tutto quanto qui non espressamente previsto, si rinvia alle norme del Codice Civile e alle Leggi in materia di Associazioni.



Associazione Bulgaria-Italia | Iniziative | Iscrizioni e Donazioni | Incontri

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Ass.ne Bulgaria-Italia
 
Iscriviti all'Associazione
Dai il tuo contributo ai progetti culturali e sociali per il 2019
Concorso per giovani traduttori "Leonardo Pampuri"
Antologia del racconto bulgaro
Il meglio del racconto bulgaro
Iniziative e Progetti
Le nostre attività:
incontri, pubblicazioni
Home Associazione
    Notizie
  Premio "Nicola Ghiuselev" 2019
Import-Export della Bulgaria dei primi mesi del 2019
Teatro: "Scaramouche" a Sofia e Sozopol
Alberto Gandolfo con "Quello che resta" al Fotofabrika Festival Sofia
Bulgaria: investimenti nella tutela ambientale e innovazione

Tutte le notizie
    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

    Notizie
  Temi
Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Esteri
Lavoro
Migrazioni
Politica
Sport

Speciali
Presidenza UE2018
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Due operaie morte
1989-2009
Parole Famose

News Feeds
(rss)
Italiano
Inglese
Bulgaro

Media bulgari
(english)
BTA
Sofia News Agency
Sofia Globe

Новини на Български
 
Tutte le Notizie | RSS