Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Ass.ne Bulgaria-Italia


 
Iscriviti all'Associazione
Dai il tuo contributo ai progetti culturali e sociali per il 2019
Concorso per giovani traduttori "Leonardo Pampuri"
Antologia del racconto bulgaro
Il meglio del racconto bulgaro
Iniziative e Progetti
Le nostre attività:
incontri, pubblicazioni
Home Associazione
    Notizie


 
Import-Export della Bulgaria dei primi mesi del 2019
Teatro: "Scaramouche" a Sofia e Sozopol
Alberto Gandolfo con "Quello che resta" al Fotofabrika Festival Sofia
Bulgaria: investimenti nella tutela ambientale e innovazione
Europee in Bulgaria: vince Borisov, astensione record
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

 ASSOCIAZIONE BULGARIA-ITALIA 
Libia: appello di ECPM

AGGIORNAMENTI IMPORTANTI!

24.07.2007 FINALMENTE LIBERI!

19.12.2006 IL TRIBUNALE DI TRIPOLI CONFERMA LE CONDANNE A MORTE


25.12.2005 ANNULLATA LA SENTENZA DI CONDANNA A MORTE
- il processo è da rifare.


Dopo quasi sette anni di prigione, torture e violenze, le cinque infermiere bulgare e il medico palestinese condannati a morte nel maggio del 2004, aspettano la decisione finale della corte suprema di Tripoli. Un’attesa straziante, che coinvolge le loro famiglie, colleghi e connazionali, associazioni e istituzioni mondiali come l’Amnesty International e l’Onu. Il 31 gennaio 2006 è la data in cui si dovrà conoscere la sorte dei detenuti accusati di aver infettato premeditatamente con il virus dell’Hiv oltre 400 bambini libici. In più di un modo è stata dimostrata la loro innocenza, ma l’autorità libica finora non ha preso in considerazione i dati forniti dalla controparte.

Numerosissimi sono stati gli appelli, in ogni parte del mondo, di liberare lo staff medico arrestato. A Parigi si è tenuto un meeting per sollecitare l’annullamento delle condanne a morte. Si raccolgono firme per la liberazione dei condannati. Ad oggi il numero delle persone che hanno firmato è superiore a 22.000. Le speranze sono che una forte mobilitazione internazionale possa portare a una giusta decisione il prossimo 31 gennaio.

La situazione a poche settimane dalla sentenza di appello
Un articolo che riassume lo sviluppo della vicenda dal febbraio 1999 ad oggi.

L'Associazione Bulgaria-Italia ed il sito Bulgaria-Italia aderiscono ed invitano a firmare quest'appello promosso da Insieme contro la pena di morte, Avvocati senza frontiere Francia e l’Osservatorio marocchino delle prigioni

Liberate le infermiere condannate a morte in Libia!

Appello: Insieme contro la pena di morte, Avvocati senza frontiere Francia e l’Osservatorio marocchino delle prigioni lanciano un Appello urgente per la liberazione delle infermiere bulgare e del medico palestinese condannati a morte in Libia. Kristiana, Valya, Valentina, Nasya, Snezhana, infermiere bulgare, e Ashraf, medico palestinese, dovrebbero essere fucilati in Libia se la Corte suprema confermerà il prossimo 31 gennaio 2006 la loro condanna a morte.

Mobilitiamoci per chiedere la loro liberazione!

Il 9 febbraio 1999, cinque infermiere bulgare e un medico palestinese sono stati arrestati e accusati d’aver iniettato il virus AIDS a centinaia di bambini dell’ospedale pediatrico de Bengazi in Libia. Al termine di un processo truccato dove i diritti della difesa sono stati violati, in seguito a torture fisiche e psichiche, e nonostante degli eminenti specialisti libici e internazionali (fra cui il professor Luc Montagnier) avessero confermato che queste accuse non erano fondate, le infermiere e il medico sono stati condannati a morte.

In questa vicenda, degli innocenti sono disegnati come capri espiatori dal governo libico e vittime di una macchinazione politica di cui la pena di morte, come troppo spesso accade, è lo strumento. Inoltre, i difensori delle infermiere (nonché avvocati del Foro di Parigi), hanno riscontrato moltissime difficoltà ad esercitare la loro missione: impedimenti di ingresso in Libia, rifiuto del visto, impossibilità d’accedere alla copia integrale del dossier… Avvocati senza frontiere parla di un vero assassinio giudiziario.
L’opinione pubblica internazionale non può restare silenziosa!

Ci appelliamo ai responsabili politici, enti, organizzazioni, avvocati e cittadini d’Europa, d’Africa e del mondo intero a riunirci a noi per chiedere alla Corte suprema della Libia di annullare la loro condanna a morte.

Chiediamo alle autorità libiche la liberazione immediata di Kristiana Malinova Valcheva, Valya Georgieva Chervenyashka, Nasya Stojtcheva Nenova, Valentina Manolova Siropulo, Snezhana Ivanova Dimitrova e Ashraf Ahmad Jum'a e l’abolizione della pena di morte.

FIRMA L'APPELLO


Nome

Cognome

Indirizzo

CAP Città

Nazione

E-mail


Nota bene: cliccando su questo pulsante la vostra firma sarà registrata dal sito www.abolition.fr
dove è disponibile l'appello originale in lingua francese


NOTIZIE E AGGIORNAMENTI

29.03.2011Bulgaria-Libia, un rapporto controverso
17.02.2011L'89 senza l'Europa: il contagio democratico nel mondo arabo
24.07.2007Finalmente liberi
18.07.2007Un piccolo passo avanti
13.04.2007Bulgaria: infermiere condannate in Libia candidate a europee
17.02.2007Libia: infermiere bulgare, appello contro condanna a morte
09.02.2007Libia: infermiere, manifestazioni per liberazione in Bulgaria
01.02.2007Infermiere condannate, la Bulgaria si mobilita
29.01.2007La Libia: "Pronti a scarcerare le infermiere bulgare"
17.01.2007Infermiere bulgare: Prodi, serve impegno internazionale
22.12.2006Libia: ancora una condanna a morte per le infermiere bulgare
20.12.2006Vittorio Colizzi: “Il processo é una montatura quell'ospedale era già infetto”
19.12.2006La Libia ha confermato la condanna a morte per le cinque infermiere bulgare e per il medico palestinese
19.12.2006Condanne a morte: dichiarazione del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Bulgaria
06.12.2006"Nature" scagiona infermieri bulgari condannati a morte
05.11.2006Libia: fissata al 19 dicembre sentenza infermiere bulgare
02.11.2006Caro Colonello Muammar al-Gheddafi..
30.10.2006Aids, appelli alla Libia per liberare i prigionieri
30.08.2006Il Pm libico: "Pena di morte per le 5 infermiere bulgare"
20.06.2006Libia: processo Aids, bulgari ripetono “siamo innocenti”
17.05.2006Bulgaria-Libia: cittadino bulgaro rivela torture a 5 infermiere
25.12.2005Libia: processo da rifare alle infermiere bulgare accusate di aver diffuso l'HIV
08.12.2005Libia: infermiere bulgare, il punto della situazione
03.12.2005Prosegue la mobilitazione per salvare la vita alle infermiere bulgare in Libia
02.12.2005Libia: Tana De Zulueta chiede che il governo italiano fermi la moderna “caccia alle streghe”
29.11.2005Libia: infermiere bulgare, Sofia spera in possibile accordo
16.11.2005Libia: infermiere, parlamento bulgaro approva dichiarazione
15.11.2005Libia: rinvio appello per pena morte infermiere bulgare
06.09.2005Infermiere bulgare: negoziare o no?
31.05.2005Libia-Bulgaria: infermiere Aids, reazioni prudenti
07.12.2004Libia: infermiere bulgare, richieste a UE per fine vicenda
19.10.2004Infermiere bulgare in Libia: stritolate dalla Ragion di Stato
06.07.2004L'Europa fa appello alla Libia per fermare l'esecuzione
29.06.2004Libia: 32 scienziati chiedono la revoca delle condanne a morte
12.05.2004Libia: 5 infermiere bulgare condannate a morte
07.05.2004Libia: "Quell'ospedale era già infetto"
07.05.2004Libia: "A morte i medici bulgari"
09.02.2004"Pista bulgara" per l' Aids in Libia
06.04.2000Processo ai medici bulgari in Libia


Un precedente appello di Amnesty International

Associazione Bulgaria-Italia | Iniziative | Iscrizioni e Donazioni | Incontri

Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Français Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia