Home | Notizie | Forum | Club | Cerca  Bulgaro

Subscribe
Share/Save/Bookmark
     




           Utente: non registrato, entra

Follow Bulgaria-Italia on Twitter  Follow Bulgaria-Italia on YouTube   Follow Bulgaria-Italia on Google+   Follow Bulgaria-Italia on LinkedIn
    Notizie


 
Theodosii Spassov al Mittelfest - sabato 22 luglio 2017
Aeronautica Militare Italiana rinforza la Difesa Aerea Bulgara nella missione "Bulgarian Horse"
160 nuovi posti di lavoro saranno creati da due nuove società
Nel giugno 2018 Lili Ivanova in concerto a Milano
Andrea De Sica al Burgas Film Festival
   
Tutte le notizie

    Conoscere la Bulgaria
  Arte e Cultura
Arte in Bulgaria
Biblioteca
Cinema bulgaro
Lingua e cultura italiana
Storia della Bulgaria
Letteratura
Lingua Bulgara
Monasteri
Musica
Poesia
Teatro
Traci

Città e Località
Sofia
Plovdiv
Varna
Burgas
Koprivshtitza
Bansko
Borovets
Pamporovo

Economia
Agricoltura
Banche e Finanza
Energia
Fiere
Infrastrutture
Investimenti
Telecomunicazioni

Folklore
Cucina bulgara
Fiabe
Nestinari
PopFolk e Chalga
Valle delle Rose
Vampiri

Informazioni
Mappa
Inno Nazionale
Scheda Paese
Dizionario IT-BG

Notizie

Ambiente
Cultura
Cronaca
Economia
Esteri
Lavoro
Immigrazione
Politica
Sport

Bulgaria e ...
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Monografie

Politica e Governo
Ambasciate
Ambasciata di Bulgaria
Ambasciata d'Italia
Istituzioni
Politica ed Elezioni
Legislazione italiana

Società
Bulgari in Italia
Diritti umani
Informazione
Radio Bulgaria
Sindacati
Sport
TV Bulgaria

Turismo
Alberghi
Appunti di Viaggio
Fai da te
Informazioni Valutarie
Montagna
Viaggio in Aereo
Viaggio in Auto
Viaggio in Bici
Viaggio in Camper

  


Inquinamento atmosferico, la Bulgaria condannata dalla Corte Ue per il PM10

07.04.2017

La Bulgaria è stata condannata dalla Corte di Giustizia europea per non avere osservato i valori limite giornalieri e annuali applicabili alle concentrazioni di PM10. Quindi è venuta meno agli obblighi alla direttiva del 2008 relativa alla qualità dell'aria ambiente e per un'aria più pulita in Europa.

La vicenda ha inizio quando la Bulgaria chiede alla Commissione una deroga all'obbligo di applicare i valori limite di PM10. La Commissione, però, ritenendo che lo Stato fosse venuto meno ai suoi obblighi ha trasmesso una lettera di costituzione in mora.

Secondo la Commissione la Repubblica di Bulgaria non ha osservato sistematicamente e continuamente - dal 2007 sino quantomeno al 2013 incluso - i valori limite giornalieri e annuali applicabili alle concentrazioni di PM10 in determinate zone e in determinati agglomerati. Inoltre, alla luce dell'ultima relazione annuale sulla qualità dell'aria per il 2013 (secondo cui il superamento dei valori limite giornalieri e annuali applicabili alle concentrazioni di PM10 è persistito) la Bulgaria non ha fatto in modo che il periodo di superamento fosse il più breve possibile. Nello specifico, la Commissione sostiene che le misure a livello nazionale descritte dalla Repubblica di Bulgaria non sono tuttora applicate, oppure hanno iniziato ad esserlo ma i loro risultati non sono dimostrati, il che comprova l'insufficienza e l'inadeguatezza delle misure per garantire che il periodo di superamento sia il più breve possibile.

La direttiva del 2008 definisce e stabilisce obiettivi di qualità dell'aria ambiente al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana e per l'ambiente nel suo complesso. Dunque individua misure per valutare la qualità dell'aria ambiente negli Stati membri sulla base di metodi e criteri comuni; per ottenere informazioni sulla qualità dell'aria per contribuire alla lotta contro l'inquinamento dell'aria e gli effetti nocivi e per monitorare le tendenze a lungo termine e i miglioramenti ottenuti con l'applicazione delle misure nazionali e comunitarie. Con la direttiva del 2008 il legislatore cerca anche di garantire che le informazioni sulla qualità dell'aria ambiente siano messe a disposizione del pubblico e cerca di promuovere una maggiore cooperazione tra gli Stati membri nella lotta contro l'inquinamento atmosferico.

Per le zone e gli agglomerati in cui le condizioni sono particolarmente difficili, prevede la possibilità di prorogare il termine entro il quale deve essere garantita la conformità ai valori limite per la qualità dell'aria. E lo prevede nei casi in cui, nonostante l'attuazione di adeguate misure di abbattimento, in alcune zone o agglomerati specifici persistano problemi acuti di conformità. Le eventuali proroghe devono essere corredate di un piano globale sottoposto alla valutazione della Commissione e finalizzato a garantire la conformità entro il termine così prorogato. La disponibilità delle necessarie misure comunitarie che riflettono il livello di ambizione scelto nella strategia tematica sull'inquinamento atmosferico per ridurre le emissioni alla fonte è importante ai fini di un'effettiva riduzione delle emissioni nel periodo fissato dalla direttiva per la conformità ai valori limite e devono essere prese in considerazione al momento di valutare le richieste di posticipare i termini per la conformità.

In tale contesto acquistano valore i piani per la qualità dell'aria per le zone e gli agglomerati entro i quali le concentrazioni di inquinanti nell'aria ambiente superano i rispettivi valori-obiettivo o valori limite per la qualità dell'aria, più eventuali margini di tolleranza provvisori.

I piani d'azione dovrebbero indicare i provvedimenti da adottare nel breve termine nei casi in cui sussista il rischio di superare una o più delle soglie di allarme al fine di ridurre il rischio in questione e di limitarne la durata. Allorché il rischio riguarda uno o più valori limite o valori-obiettivo, gli Stati membri possono, se opportuno, elaborare tali piani d'azione a breve termine.


Autore: Eleonora Santucci
Fonte: greenreport.it




Commenta questa notizia



Notizie

14.04.2017Milano: seminario di canto tradizionale bulgaro
11.04.2017Bulgaria: cresce il peso dei "quasi media"
08.04.2017Christo sarà la stella dell’arte contemporanea
07.04.2017Inquinamento atmosferico, la Bulgaria condannata dalla Corte Ue per il PM10
06.04.2017Konstantina Kuneva: per una società europea inclusiva
04.04.2017Bulgaria: costo del lavoro e gli occupati nelle tecnologie informatiche
02.04.2017Roma: convegno “La cultura durante il Secondo Impero Bulgaro 1185 - 1396”


Ambiente | Cronaca | Cultura | Economia | Esteri | Lavoro | Migrazioni | Politica | Sport
Speciali: Iraq | Libia | NATO | Basi USA | Unione Europea | Due operaie morte | 1989-2009
News Feeds: Italiano | Inglese | Bulgaro
Tutte le Notizie | Новини на Български | Parole Famose | RSS
    Notizie
  Temi
Ambiente
Cronaca
Cultura
Economia
Esteri
Lavoro
Migrazioni
Politica
Sport

Speciali
Iraq
Libia
NATO
Basi USA
Unione Europea
Due operaie morte
1989-2009
Parole Famose

News Feeds
(rss)
Italiano
Inglese
Bulgaro

Media bulgari
(english)
BTA
Sofia News Agency
Sofia Globe

Новини на Български
 

 Tutte le Notizie | RSS


Home | Notizie | Forum | Club | Associazione | Annunci | Directory | Biblioteca | Meteo | Foto del giorno | Immagini | Parole famose | Cerca
Turismo | Hotel | Shop | Traduzioni | Appunti di Viaggio | Bulgari in Italia | Cartoline | Sondaggi | Dicono di noi | SocNet  Български English Русский Français Български (Автоматичен превод)
Contattaci Bulgaria-Italia